ULTIMI POST

lunedì 24 luglio 2017

Roma... in Hotel - 17/19 Febbraio 2012

    

A spasso per Roma, la città Eternatoccata e fuga nella capitale che ha saputo crescere tra la sua storia e fondersi con essa...



- Il viaggio perfetto è circolare. La gioia della partenza, la gioia del ritorno. - 
(Dino Basili) 


L'occasione di una possibile finale di Coppa Italia di Pallavolo Maschile ci offre l'opportunità di trascorrere un weekend a Roma.  
Cogliamo immediatamente la palla al balzo e prenotiamo un volo A/R Torino- Roma Fiumicino e una camera nell'Albergo American Palace EUR (Quartiere EUR, comodo in quanto vicino al Palazzetto in cui si giocherà la finale).    



L'accesso alla finale svanisce ma noi ci consoliamo con la possibilità di avere una mezza giornata in più per la visita della città.   






Roma... capitale della Repubblica Italiana, città dai forti contrasti, dove l'antico si fonde con il moderno. 

Fondata secondo la tradizione nel 753 a.c. è stata il cuore di una delle più importanti ed imponenti civiltà antiche della storia...definita non a caso Città Eterna.   


Due giorni sono veramente esigui per visitare una città in cui non sarebbe sufficiente una settimana, ma ci accontentiamo e cerchiamo di sfruttare al meglio il tempo a nostra disposizione.

1° GIORNO: Bernezzo (CN) - Roma 
Arriviamo in serata a Fiumicino e tramite un treno interno raggiungiamo la fermata della Metropolitana e da lì il nostro hotel. Ci rendiamo conto sin da subito che tramite i servizi di trasporto è relativamente semplice raggiungere pressoché tutti i punti che ci interessano.

2° GIORNO: Roma 
Il 18 mattina, dopo la prima colazione, ci mettiamo in marcia e prendendo la Metropolitana raggiungiamo la prima tappa della nostra visita: Il Colosseo.





Il Colosseo, originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio è il più grande anfiteatro al mondo; poteva contenere tra le 50.000 e le 75.000 persone. E' inserito dal 1980 nella lista del Patrimonio dell'UNESCO. Utilizzato anticamente per gli spettacoli di gladiatori ed altre manifestazioni pubbliche non è più in uso dal VI secolo e fu anche utilizzato come cava. 




Usufruiamo dello sconto della settimana di San Valentino, nella quale due persone entrano pagando solo un biglietto, e ci immergiamo all'interno di questo capolavoro.




Possiamo vedere alcuni reperti ma soprattutto, camminando tra i suoi cunicoli ci sembra di fare un tuffo nel passato, pare quasi di sentire le urla degli spettatori.



Terminata la visita al Colosseo, procediamo con quella ai Fori Imperiali e del Foro Romano.
I Fori Imperiali raccolgono una serie di piazze monumentali edificate tra il 46 a.C. e il 113 d.C. (alcuni di essi sono il Foro di Cesare, Il Foro di Augusto, il Tempio della Pace, la Colonna di Traiano, Basilica di Massenzio...).

Basilica di Massenzio

Il Foro Romano è la vecchia piazza repubblicana, per secoli il centro politico e religioso della città.



Dopo un pranzo veloce ci dirigiamo verso l'Altare della Patria, il Monumento Nazionale a Vittorio Emanuele II che dal 1921 accoglie le spoglie del Milite Ignoto. Il monumento è indubbiamente imponente ed il marmo con cui è costruito lo rende ancora più severo.



L'esterno è ricco di statue e sculture: l'enorme statua bronzea di Vittorio Emanuele II presenta sul basamento le statue di 14 città nobili, sul sommoportico in prossimità di ogni colonna si trovano le statue delle regioni (all'epoca della costruzione 16), mentre ai lati della scalinata le Fontane dei due Mari presentano sopra di esse quattro sculture (2 ciascuna) che vogliono rappresentare i quattro valori ideali degli italiani (Forza, Concordia, Sacrificio, Diritto).    







All'interno invece troviamo spazi espositivi riguardanti il Vittoriano stesso, il Sacrario delle bandiere e il Museo del Risorgimento




Conclusa la nostra visita al Vittoriano riprendiamo la passeggiata lungo le vie di Roma, senza una meta ben precisa...
...raggiungiamo così Fontana di Trevi, forse la fontana più famosa di Roma nonché la più grande. 
Costruita in travertino, marmo, intonaco, stucco e metalli deve la sua realizzazione a Nicola Salvi e Giuseppe Pannini, che la concluse, anche se la sua storia è strettamente collegata al restauro dell'Acquedotto dell'Acqua Vergine che risale ai tempi dell'Imperatore Augusto.  
Immancabile il nostro lancio della monetina.




Proseguiamo attraversando Piazza del Parlamento dove possiamo vedere anche Palazzo Montecitorio.

Raggiungiamo quindi il Pantheon, unica costruzione rimasta praticamente intatta, eretta come tempio dedicato ai dodici Dei e al sovrano vivente. 
Lo stesso Raffaello volle farne luogo per il proprio riposo eterno. 


La sua cupola, tra quelle in calcestruzzo, possiede dimensioni ancora insuperate. 



A partire dal Rinascimento furono realizzate sepolture e ancora oggi si conservano le spoglie di illustri personaggi tra cui, come citato sopra, Raffaello Sanzio e dei due primi Re d'Italia, Vittorio Emanuele II e suo figlio Umberto I. 


Poco lontano dal Pantheon troviamo Piazza Navona, una tra le piazze più belle di Roma. Ai tempi dell'Antica Roma era lo stadio di Domiziano. E' diventato simbolo della Roma barocca con splendidi elementi tra cui la Fontana dei Quattro Fiumi di Gian Lorenzo Bernini, la Fontana del Moro sempre progettata dal Bernini e la Fontana del Nettuno



Il nostro gironzolare ci porta sino alla Fontana delle Tartarughe prima di ritornare sui nostri passi per raggiungere la meta della nostra cena, la Trattoria da Tonino, recensita sulla nostra immancabile guida Lonely Planet, che ci aveva alquanto ispirato vista la cucina tipicamente Romanesca. 

La trattoria, che si trova in Via del Governo Vecchio, non ha deluso le nostre aspettative e ci permette di gustare un ottima carbonara e degli squisiti straccetti.



Ormai sazi scegliamo di fare un'ultima passeggiata prima di rientrare in albergo... raggiungiamo il Ponte Sant'Angelo che ci permette una visuale notturna estremamente d'atmosfera di Castel Sant'Angelo e infine Piazza di Spagna.




3° GIORNO: Roma - Bernezzo (CN)
Il 19 ci svegliamo riposati nonostante la sfacchinata del giorno prima e dopo colazione riprendiamo la Metropolitana per il centro città.
Corte di Cassazione
Piazza di Spagna







Passando per Piazza di Spagna, Piazza del Popolo e la Corte di Cassazione raggiungiamo la nostra prima meta, ossia Castel San'Angelo.



Piazza del Popolo
Castel Sant'Angelo venne iniziato dall'Imperatore Adriano come suo mausoleo funebre. Nel medioevo ad esso vennero incluse le Mura Aureliane trasformandolo in fortilizio. 
Papa Niccolò III, considerata la fama di imprendibilità del castello, decise di trasferirvi parzialmente la sede apostolica realizzando anche il celebre Passetto che costituiva un passaggio protetto per il pontefice, dalla Basilica di S. Pietro al castello.




Al suo interno vi sono numerosi ambienti visitabili destinati al carcere e oggi fa parte del Polo Museale.




Il castello ci ha notevolmente impressionato e al suo interno si respira l'aria dei tempi che furono.



La nostra prossima tappa non poteva che essere S. Pietro e il Vaticano.




Purtoppo il poco tempo a nostra a disposizione non ci permette la visita della Basilica né tantomeno dei Musei Vaticani ma soltanto una breve passeggiata nella piazza. 

Riusciamo comunque a percepire la magnificenza che esprime questo luogo, dove, nonostante la folla che costantemente lo invade, trasmette ancora una sensazione di segreto e mistero.



Conclusa la nostra visita a città del Vaticano decidiamo di dirigerci in un luogo un po' meno conosciuto ma indubbiamente curioso: la Chiesa dell'immacolata Concezione o più precisamente la sua Cripta.

La cripta-ossario è decorata con le ossa di circa 4000 frati cappuccini, raccolte nel cimitero dell'ordine dei Cappuccini.
Al suo ingresso una targa:


"Quello che voi siete, noi eravamo; quello che noi siamo, voi sarete"

Lungo il nostro tragitto ammiriamo anche la Fontana delle Api e la Fontana del Tritone... incredibile come sia sufficiente svoltare un qualsiasi angolo della città e ritrovarsi di fronte ad una fontana, una piazza, un obelisco...



Ultima tappa del nostro breve weekend a Roma è la Basilica di San Giovanni Laterano.




E' la Cattedrale di Roma, la prima delle quattro Basiliche papali maggiori. La basilica e il suo complesso circostante godono dei privilegi di extraterritorialità riconosciuti dallo Stato Italiano alla Santa Sede.

Ventidue papi sono stati inumati nella Basilica.



Qui si conclude il nostro breve weekend a Roma, ci rechiamo in aeroporto per il rientro ma siamo sicuri che torneremo presto a far visita alla Città Eterna...





Viaggiare con i bimbi

In questo viaggio non avevamo ancora Tommy ma segnaliamo:

- Visita al Colosseo sulle orme dei Gladiatori di un tempo
- Visita a Castel Sant'Angelo e ai suoi segreti





Indirizzi Utili

DORMIRE 
 Albergo American Palace, Via Laurentina 554 - ROMA (GPS 41.825534, 12.478720)



MANGIARE 
Da Tonino - Trattoria Bassetti, Via del Governo Vecchio 18/19 ROMA (GPS 41.899183, 12.469334)









Nessun commento:

Posta un commento

TI E' PIACIUTO QUESTO DIARIO?
LASCIACI UN COMMENTO