ULTIMI POST

lunedì 31 luglio 2017

Verona... in camper - 25/27 Ottobre 2013

Verona in camper: visitare  la città di Romeo e Giulietta dal grande patrimonio storico ed architettonico ed innamorarsi delle sue bellezze...



- I veri viaggiatori non sono persone ricche ma curiose. Non sono alla ricerca di comodità, ma di novità, sorprese. - 
(Paolo Crepet)


1° GIORNO: Bernezzo (CN) - Verona (368 Km)    


Approfittando di una partita in trasferta della squadra di Pallavolo della nostra zona, decidiamo di seguirla a Verona e trascorrere l'intero weekend in camper, alla scoperta di questa città.    
Partiamo nel pomeriggio del 25 da Cuneo e, utilizzando l'autostrada ,raggiungiamo Verona in serata. 
Sostiamo nell'Area Sosta Camper Porta Palio a due passi dal centro.    

2° GIORNO: Verona   
Ci svegliamo la mattina accorgendoci che l'area Camper si è notevolmente riempita. Facciamo colazione e iniziamo la nostra visita del centro.    

Verona è il secondo centro del Veneto e la sua bellezza è determinata anche dalle anse dell'Adige e dalle colline che la cingono.
Le prime notizie certe risalgono al IV secolo a.C., in epoca romana fu centro commerciale di prima grandezza di cui oggi rimangono varie tracce (Arena, teatro Romano, Arco dei Gavi, porta Borsari e porta Leoni, piazza delle Erbe...).
  
Non per ultimo il mito di Giulietta fa si che ogni anno migliaia di turisti visitino la città.


Accediamo al centro tramite i Portoni della Brà che ci conducono direttamente nella bella e animata Piazza Brà dove vediamo da lontano la famosa Arena.
Piazza Brà, o semplicemente "La Brà" è la piazza principale ed anche una delle più grandi d'Europa.  Essa fonde edifici di epoche e architetture diverse.
Gli elementi più ammirati sono sicuramente l'Arena, Palazzo Barbieri e la Gran Guardia.

Ci addentriamo nel centro storico attraverso le bellissime viuzze, ricche di negozi e di indiscutibile fascino.



Raggiungiamo Piazza delle Erbe che ci sembra l'angolo più rappresentativo della città...forse il più vero.


La piazza è descritta dalle guide internazionali come tra le più belle d'Europa dove palazzi, torri, statue creano un collage stratificato e armonioso. 
In epoca romana ospitava il Foro: vi erano il Campidoglio, Templi e Terme collegati da un porticato che ospitava numerosi negozi. 

Troviamo il duecentesco Palazzo della Ragione che fu per secoli il centro del potere cittadino. Il Palazzo è sovrastato dalla Torre dei Lamberti eretta nel 1172 dalla famiglia omonima in stile romanico dell'epoca. 
Il lato orientale della piazza termina con uno splendido caseggiato: si tratta delle Case Mazzanti alcuni dei palazzi più antichi di Verona e famosi per i vivaci affreschi a soggetto mitologico presenti sulla facciata.


Sul lato nord sono presenti due costruzioni di notevole importanza Palazzo Maffei e l'antica Torre del GardelloIl Palazzo risale al XVII secolo e con esso lo stile barocco fece il suo ingresso a Verona.
La Torre del Gardello è duecentesca ed è nota anche come Torre delle Ore perché sulla sua sommità si trova un orologio meccanico tra i più antichi d'Europa. 
Lungo la via mediana della piazza troviamo la Colonna Antica, un pilastro gotico eretto per portare le insegne dei Visconti, il Capitello, un baldacchino in marmo in cui si insediavano i governanti, la Fontana di Madonna Verona fatta erigere utilizzando un'antica statua romana e la Colonna di San Marco realizzata per sancire il ristabilito dominio veneziano.
Colonna Antica
Il Capitello
Fontana di Madonna Verona

Colonna di San Marco

Stupiti da quanti elementi di rilievo offre questa piazza proseguiamo il nostro cammino imboccando Via Cappello e raggiungiamo la famosa Casa di Giulietta.
Ci soffermiamo ad osservare solo l'esterno prevedendo la visita l'indomani. Possiamo però da subito ammirare il Balcone, uno degli scorci più rappresentativi e noti di tutta Verona.

Continuiamo l'esplorazione della città arrivando alla Chiesa di Santa Anastasia.

La medievale Basilica è la più grande chiesa di Verona ed il più rilevante monumento gotico della città. I lavori di costruzione iniziarono alla fine del 1200 e terminarono nel 1471. Di notevole rilievo il portale ornato con pitture e sculture. 
Sul lato sinistro si trova la oggi sconsacrata Chiesa di San Giorgetto, uno degli edifici più suggestivi del trecento veronese.  
Ci lasciamo dietro questi due edifici religiosi per incontrarne quasi subito un altro... il Duomo.

Forse la chiesa più bella e preziosa della città, fu edificata sui resti di una precedente basilica paleocristiana; la sua facciata è una fusione di gotico e romanico ed il magnifico portale è scolpito con immagini di profeti e animali.

Il nostro tour ci porta in un'altra splendida piazza:
Piazza dei Signori.


Anch'essa, come Piazza delle Erbe è ricca di elementi che la rendono un complesso affascinante.

Le due piazze sono situate accanto, ma mentre quella delle Erbe è articolata, quest'ultima sembra più armoniosa e raccolta. 
Da Piazza delle Erbe si accede tramite L'Arco della Costa
Al centro si erge il Monumento a Dante Alighieri realizzato per celebrare il sesto centenario della nascita del poeta. 


Anche da qui si possono vedere Palazzo della Ragione e la Torre dei Lamberti confinanti con Piazza delle Erbe.

Adiacente a Palazzo di Cansignorio si intravede la piccola Chiesa di Santa Maria Antica che ospita sul minuto portale il sarcofago in pietra di Cangrande I della Scala. Accanto, un cancello in ferro battuto protegge uno dei siti più particolari: le Arche Scaligere, un piccolo cimitero privato.


Di fronte alla chiesa si erge maestoso il medievale Palazzo di Cangrande.
Palazzo di Cangrande
Sarcofago di Cangrande I della Scala

Arche Scaligere
Alla sinistra del Palazzo di Cangrande si trova la Loggia di Fra Giocondo realizzata per accogliere il consiglio dei cittadini illustri. 

Loggia di Fra Giocondo
Quando visitiamo la Piazza notiamo che nel Cortile di Mercato Vecchio, ad essa collegato, è in atto un torneo di S-cianco: un gioco conosciuto nella lingua italiana con il nome di Lippa e di origini molto antiche.
Proseguiamo il nostro girovagare dirigendoci verso Piazza Bra e ammirando ancora alcuni begli angoli che ci riserva questa città.
Raggiunta la piazza decidiamo di prendere il trenino turistico che offre un bel tour e ci permette di vedere qualche zona più insolita.
Terminato il giro ci concediamo un pranzo veloce in uno dei tanti bar e nuovamente ritemprati ci dirigiamo verso l'Arena per la visita.

L'Arena, il grandioso anfiteatro romano, è il simbolo di Verona. E' il terzo anfiteatro per grandezza ed il meglio conservato. Ha ospitato per molti anni la finale del Festival bar ed attualmente, in estate, accoglie la stagione lirica.

Fu eretta nel I secolo d.C. e collocata originariamente all'esterno delle mura cittadine, venne poi inglobata nel 265 con possenti mura fatte edificare dall'imperatore Gallieno.





Anche gli interni sono di notevole impatto e colpiscono positivamente.

Terminata la visita dell'Arena decidiamo di recarci ad ammirare Castelvecchio da cui eravamo transitati poco tempo prima con il trenino.

Fatto erigere attorno alla metà del XIV secolo da Cangrande II, Castelvecchio dopo l'Arena è il più grandioso monumento di Verona. 
E' una fortezza molto vasta e il suo complesso è suddiviso in due parti; alla sinistra è presente la Reggia degli Scaligeri con l'alta Torre del Mastio da cui si slancia sul fiume il ponte fortificato Scaligero, mentre a destra si trova un ampio cortile. 




Il Ponte Scaligero ci ha impressionato per la sua bellezza e per la favolosa vista sull'Adige.


E' ormai pomeriggio inoltrato e decidiamo di rientrare in camper, per concederci il meritato relax ed una cena tranquilla.
Nella prima serata usciamo nuovamente per assaporare la città avvolta dalle luci della sera.


3° GIORNO: Verona - Bernezzo (CN) (368 Km)   
La domenica abbiamo ancora una mezza giornata disponibile per la visita della città, dovendo recarci nel pomeriggio al palazzetto.
Decidiamo di dirigerci subito alla Casa di Giulietta sperando di evitare la maggior parte dei turisti.

Al numero 23 di Via Cappello sorge la casa in cui abitò, per tradizione, Giulietta Capuleti. Oltrepassando un cancello in ferro battuto si accede ad un piccolo cortile in cui è presente la statua in bronzo di Giulietta la cui leggenda narra che porti fortuna a tutti coloro che ne accarezzino i seni. 
La casa è un edificio medievale nella cui parte frontale si trova il famoso balcone da cui Giulietta si affacciava per parlare con Romeo. 
Paghiamo il biglietto che ci permette di visitare l'interno della casa che è una ricostruzione delle tipiche dimore signorili venete del XIV secolo.

Conclusa la visita decidiamo di trascorrere l'ultima parte della mattina e  del primo pomeriggio passeggiando senza una meta precisa.

Torniamo quindi all'area per prendere il camper e dirigerci al palazzetto dello sport per la partita di pallavolo.

La serata purtroppo non si conclude nel migliore dei modi perché all'uscita troviamo il nostro camper scassinato con la rottura del finestrino... nessun furto non avendo beni di valore ma profonda rabbia.

Nei pressi del palazzetto vi è un campo ROM e pertanto sconsigliamo la sosta di camper nelle vicinanze (il nostro, seppur nel parcheggio interno del palazzetto è stato l'unico mezzo preso di mira perché attorno abbiamo notato parecchie vetture di valore che non sono state minimamente toccate).

Nonostante questa disavventura possiamo dire che il weekend a Verona è stato piacevole e la città è davvero meritevole di visita.





Viaggiare con i bimbi

In questo viaggio non avevamo ancora Tommy ma segnaliamo:
- Trenino turistico di Verona
- Visita dell'Arena rivivendo l'epoca dell'Antica Roma




Indirizzi Utili

DORMIRE

- Area Sosta Camper Porta Palio, Via G. Dalla Bona 8 - VERONA (GPS 45.434135, 10.978669)

SITI UTILI




Nessun commento:

Posta un commento

TI E' PIACIUTO QUESTO DIARIO?
LASCIACI UN COMMENTO