ULTIMI POST

mercoledì 15 novembre 2017

Saintes Maries de la Mer ed un assaggio di Camargue... in camper - 25/27 Aprile 2014


Les Saintes Maries de la Mer, un assaggio di Camargue in Camper: nella terra dei Gardians. Panorami selvaggi tra cavalli bianchi, tori neri come il carbone e fenicotteri rosa, splendida palette di colori regalata dalla natura...



- Io mi sento un viaggiatore e un sognatore. E le due cose sono inseparabili. - 
(Win Wenders)


Per il ponte del 25 Aprile decidiamo di fare un viaggetto con dei nostri amici che per l'occasione hanno affittato per la prima volta il camper.   
La scelta della destinazione ricade sulla Camargue e precisamente sulla cittadina di Saintes Maries de la Mer.   


Prenotiamo con anticipo due piazzole al Camping La Brise così da essere sicuri di trovare posto.   

- 1 GIORNO: Bernezzo (CN) - Saintes Maries de-la-Mer (414 Km)   


Partiamo la mattina con i nostri due camper alla volta della Camargue optando per il passaggio dal Tunnel del Colle di Tenda per poi procedere in autostrada.   

La strada della Val Roja che conduce al Colle dal lato francese è una delle vie d'accesso al paese transalpino per noi Cuneesi ed è fattibile con i Camper seppur presentI qualche curva e abbia dei punti un po' più stretti.
Bisogna inoltre tenere in considerazione che il tunnel essendo a senso alternato presenta un semaforo che dura 20 minuti e pertanto è possibile trovarlo rosso e dover attendere.
Forse abbiamo scelto una giornata in cui tutti han deciso di viaggiare perché da Menton in avanti incontriamo quasi costantemente traffico e code e le nostre previsioni di arrivo vengono totalmente disattese.
Pranziamo in autostrada e solo in prima serata arriviamo a destinazione.


Il camping per fortuna è ancora aperto e possiamo sistemarci con i camper.

Decidiamo quindi di dirigerci verso il centro e riusciamo a trovare un locale che ci serve ancora la cena.

- 2 GIORNO: Saintes Maries de-la-Mer 
Riposati dal viaggio del giorno prima, dopo la colazione ci dirigiamo a piedi verso il centro.
  
Saintes Maries de la Mer è una piccola cittadina considerata capitale indiscussa della Camargue.
Si trova nel delta del Rodano ed è quasi completamente circondata d'acqua. 
Il suo nome è dovuto alla Chiesa che un tempo chiamata Notre Dame de-la-mer, venne successivamente ribattezzata Saintes Maries da la Mer nel 15°secolo quando divenne un importante santuario; nel 19° secolo anche la città prese tale nome.
Molto conosciuta è la festa dei gitani che si tiene il 24 e 25 maggio e richiama gitani da ogni parte del paese. La cittadina è molto piacevole, contornata da case bianche, negozietti e botteghe.


La Chiesa fortificata di Saintes Maries de la Mer è sicuramente l'edificio più importante anche se all'epoca della sua costruzione era un semplice priorato.
Al lato della chiesa vi è un ingresso che permette, a pagamento, di raggiungere i bastioni ed avere una visuale a 360° sulla città.


Passeggiamo fino all'ora di pranzo, tra le pittoresche viuzze che sanno offrire un ampio assaggio della tipica atmosfera camarguaise.
La cittadina ha chiari influssi spagnoleggianti che si scorgono anche nei piatti offerti dai ristoranti, dove uno dei must è proprio la paella.
Non possiamo di certo farci mancare questa prelibatezza e ci fermiamo a gustarla in uno dei tanti localini... e si rivela davvero squisita.



Una delle esperienze più interessanti che si possono fare è sicuramente la Gita in battello che, risalendo una parte del Piccolo Rodano, permette di assaporare al meglio il territorio della Camargue ed i suoi meravigliosi paesaggi nonché osservare la sua fauna.
La crociera parte dal piccolo porto di Saintes Maries de la Mer ed ha durata di circa un'ora e mezza (tariffa € 12,00 adulti, € 6,00 bambini) durante la quale è prevista una sosta che permette di osservare uno dei guardian al lavoro con la sua mandria di cavalli e tori.



Il tour in barca è stato decisamente interessante e ci sentiamo vivamente di consigliarlo.


Recandoci all'ufficio del turismo scopriamo che è anche possibile fare un mini tour di 50 minuti in trenino per assaporare un altro lato della Camargue. Le Petit Train Camarguaise parte davanti all'Ufficio del turismo e permette di conoscere meglio la storia del paese e dei suoi abitanti, osservare la flora e la fauna, facendo sosta vicino ad un allevamento dei tipici cavalli bianchi, a cui è possibile dar da mangiare.








Concluso il giro in trenino facciamo ancora una passeggiata nel centro del villaggio prima di tornare in campeggio per la cena e il termine della serata.

- 3 GIORNO: Saintes Maries de-la-Mer  - Bernezzo (414 Km)   


La mattina, dopo aver fatto colazione, risistemiamo le nostre cose e partiamo per il rientro.

Siamo più fortunati rispetto all'andata e così non troviamo traffico riuscendo a percorrere il tragitto in quasi la metà del tempo di due giorni prima.
Seppur sia stato solo un breve intermezzo, abbiamo trascorso un piacevole weekend in una regione fantastica, che riesce a stupire il visitatore con i suoi paesaggi da cartolina, ancora selvaggi ed inalterati.
In un ambiente, in cui si rimane a tu per tu con la natura, ci si rende conto che l'uomo può vivere senza stravolgere il suo habitat.


Curiosità

LA CAMARGUE
La Camargue è quella porzione di terra tra i due bracci del delta del Rodano (Grand Rhone e Petit Rhone) che va da sud di Arles fino al Mar Mediterraneo.
E' il più grande delta fluviale d'Europa ed è caratterizzata da vaste paludi e canneti; dimora di oltre 400 specie di uccelli ospita una particolare razza di cavalli bianchi chiamata appunto Camargue.




Viaggiare con i bimbi

In questo viaggio non avevamo ancora Tommy ma segnaliamo:
- Tour in battello risalendo le Petit Rhone e osservando cavalli, tori e fenicotteri
- Tour sul Petit Train Camarguais andando a dare da mangiare ai cavalli bianchi




Indirizzi Utili

DORMIRE

Camping La Brise, Rue Marcel Carrière - SAINTES MARIES DE LA MER (GPS 43.455816, 4.436340)



SITI UTILI



Nessun commento:

Posta un commento

TI E' PIACIUTO QUESTO DIARIO?
LASCIACI UN COMMENTO