ULTIMI POST

lunedì 23 aprile 2018

Safari Park a Pombia... in camper - Weekend 26/28 Maggio 2017




Visitare il Safari Park di Pombia in camper: un weekend a contatto con gli animali ed il divertimento che appassionerà grandi e piccini...



- Chi non si muove, non può rendersi conto delle proprie catene. -
 (R. Luxemburg)


Avendo sentito parlare molto bene del Safari Park di Pombia decidiamo di andarci in un weekend di fine maggio e approfittare della promozione che prevede l'ingresso per due giorni al parco, se si soggiorna nel campeggio confinante (nel 2018 questa promozione è valida solo più dal lunedì al venerdì).    

Riusciamo ad organizzarci in modo da poter partire già il venerdì pomeriggio e arrivare a destinazione in prima serata e per sicurezza prenotiamo al campeggio Safari Camping qualche giorno prima.   

- 1 GIORNO: Bernezzo (CN) - Pombia (NO) (236 Km)    
Partiamo nel pomeriggio del venerdì subito dopo il lavoro e percorriamo strada normale evitando i pedaggi. 
La strada è agevole e scorrevole e ci permette, una volta raggiunta la provincia di Novara, di ammirare i tipici campi di risaie.

Arriviamo in campeggio in prima serata e ci sistemiamo in un'ampia piazzola in erba. Il Camping Safari è collegato al parco ed è molto carino, un blocco sanitari pulito e un bar che propone anche qualche piatto per il pranzo e la cena (panini, hot dog, piadine e in alcune serate carne alla brace). Il campeggio è inoltre tematizzato permettendo così al visitatore di immergersi in un'atmosfera fatta di fantasia e avventura.

Ceniamo al bar e poi ci rilassiamo in camper ascoltando i versi degli animali che dimorano poco distanti... barrito degli elefanti, cinguettio degli uccellini e le grida delle scimmie... ci pare quasi di essere in un vero e proprio safari africano.

- 2 GIORNO: Safari Park
Il sabato si presenta subito soleggiato... perfetta giornata per la nostra visita al parco. 

L'apertura è prevista per le ore 10.00 quindi facciamo colazione e ci prepariamo in tutta tranquillità.


All'apertura ci dirigiamo verso le casse previste per gli accessi pedonali e poco dopo siamo dentro al parco.

Il parco molto ampio è in realtà formato da tre parchi, quello animali, quello spettacoli e quello di divertimenti.
Il parco animali prevede: il safari che può esser fatto con il proprio automezzo (volendo anche con il camper) o con il trenino del parco (costo € 2,00 a persona), l'acquario, il rettilario, l'insettario, il parco giurassico, la visita ai lemuri.

Il parco di divertimenti propone svariate attrazioni, alcune comprese nel prezzo dell'ingresso e poche a pagamento.

Il parco spettacoli prevede infine svariati spettacoli ad orari predefiniti: rapaci, pappagalli, cavalli & Spagna.




Il trenino parte circa mezz'ora dopo l'apertura del parco e noi decidiamo di fare subito il giro onde evitare troppa folla.

Il tour safari prevede il primo passaggio nella zona degli erbivori: zebre, antilopi, giraffe, struzzi, rinoceronti, dromedari, ippopotami...












Successivamente raggiungiamo l'area adibita agli elefanti...

Il trenino raggiunge la zona dedicata ad una delle specie più rare e a rischio estinzione: gli splendidi leoni bianchi, visibili da dietro una rete e a relativa distanza.


Superiamo poi alcuni cancelli di sicurezza che delimitano lo spazio abitato dai leoni e successivamente dalle tigri siberiane.



La vista di questi magnifici felini lascia senza fiato tanta la loro eleganza ed imponenza.

Non ci stanchiamo di fotografare...


Lasciamo la zona protetta per dirigerci verso l'area dei watussi.



L'ultima area del safari è invece per le scimmie.
















Il tour in trenino termina con la fermata alla fattoria dove è possibile scendere e proseguire il cammino a piedi oppure si può ritornare alla fermata iniziale.

La fattoria offre un ambientazione di animali da cortile con la riproduzione di edifici in stile far west, molto carina e divertente.




Nei pressi della fattoria possiamo anche ammirare i rapaci che verranno successivamente utilizzati per gli spettacoli.























Si è ormai fatta ora di pranzo e decidiamo di rientrare in campeggio per il pasto. Sul biglietto ci viene apposto un timbro che consente di entrare ed uscire a nostro piacimento dal parco.
Scopriamo che i gestori del campeggio, organizzano per la serata la grigliata di carne e ne prenotiamo due piatti.



Dopo un po' di relax a metà pomeriggio rientriamo al parco dirigendoci come prima tappa al rettilario che seppur di modeste dimensioni ci permette di ammirare alcuni serpenti, un coccodrillo e svariati altri tipi di rettili.


Successivamente ci spostiamo nell'area dei lemuri nella quale è possibile vedere da vicino questa specie.

Altra area del parco è quella dedicata al giurassico, con riproduzioni di alcuni dinosauri e tavolini posizionati per il picnic.


Vicino all'ingresso e tra le varie attrazioni si trovano ancora gabbie con pappagalli variopinti e la casetta dell'istrice.

Il resto del pomeriggio lo trascorriamo sulle giostre: bella la ruota panoramica e il piccolo bruco mela che fa divertire nostro figlio.

Il parco attrazioni seppur non enorme è piacevole e ben curato; solo poche giostre richiedono il pagamento a parte mentre le restanti sono comprese nel biglietto d'ingresso.
C'è infine da segnalare che vi è un'area in cui sono presenti numerosi negozietti di souvenir, bar e locali ristoro.

La giornata trascorre velocemente e non riusciamo a partecipare a nessuno degli spettacoli previsti in cartellone; da alcune recensioni apprendiamo però che sono molto interessanti e ben fatti.

- 3 GIORNO: Pombia (NO) - Bernezzo (CN) (236 Km) 


La mattina, dopo la colazione, decidiamo di sfruttare l'ingresso al parco gratuito, previsto per chi acquista il biglietto il giorno prima e soggiorna al campeggio.

Facciamo nuovamente un giro del safari con il trenino e successivamente visitiamo il piccolo acquario, tralasciato il giorno precedente.

Tommy ci richiede a gran voce di poter nuovamente fare qualche giro sulle giostre e passiamo così la mattinata fino all'ora di pranzo.

Qualche ultimo acquisto nei negozietti del parco e poi rientriamo in campeggio, dove pranziamo prima di risistemare e con calma fare ritorno a casa.


Non possiamo che essere soddisfatti del weekend trascorso: un parco che diverte grandi e piccini, ben curato e sufficientemente vasto per trascorrere la giornata.

Questa non sarà sicuramente la nostra unica visita... 




Viaggiare con i bimbi


- L'intero parco è adatto ai bimbi di tutte le età che si divertiranno un mondo... e non solo a loro!!



Indirizzi Utili

DORMIRE

Safari Camping, Via Larino 3 - 28050 POMBIA (NO)  (GPS 45.641658, 8.617054)



SITI UTILI




Nessun commento:

Posta un commento

TI E' PIACIUTO QUESTO DIARIO?
LASCIACI UN COMMENTO