ULTIMI POST

giovedì 11 aprile 2019

VALICHI e TRAFORI



Per raggiungere Nazioni confinanti con l'Italia esistono varie alternative di strade, in base alla destinazione e da dove si proviene, alcune più agevoli altre più tortuose, alcune più economiche altre più care.

Vediamo un po' più nel dettaglio le principali che ci conducono al di là delle Alpi.





FRANCIA
La Francia è la Nazione che frequentiamo maggiormente, sia in auto che in camper, e di cui abbiamo avuto modo di sperimentare direttamente molte delle vie di collegamento con l'Italia.



Traforo del Colle di Tenda (Piemonte - Cuneo):
Il Traforo del COLLE DI TENDA consente di raggiungere la Francia passando da Limone Piemonte (CN) e scendendo verso la liguria (Ventimiglia) e quindi per la Costa Azzurra.
Il passaggio è gratuito e presenta vari tornanti fattibili sia con auto che camper.
Attualmente è presente un semaforo, della durata di 20 minuti, per il passaggio alternato nella galleria del Traforo e da un po' di tempo si sta lavorando alla realizzazione del secondo tunnel (a seguito dei blocchi dei lavori non è possibile indicare una data in cui sarà terminato).
Occorre informarsi preventivamente della situazione di apertura del traforo (eventuale neve, frane o lavori) o tramite il sito ANAS oppure sul gruppo Fb "Viabilità - Colle di Tenda - Valle Roya - OFFICIAL" che è attualmente il più aggiornato in tempo reale.
Gruppo Facebook Viabilità Colle di Tenda

Da tenere presente che ulteriori lavori presso una galleria nel Comune di Airole (IM) hanno fatto introdurre un ulteriore semaforo a tempo.




Colle della Maddalena (Piemonte - Cuneo):
Il COLLE DELLA MADDALENA è una bellissima strada panoramica che, sempre dalla Provincia di Cuneo e più precisamente dopo il comune di Argentera (CN), raggiunge la Francia nel Alta Provenza (Larche, Barcellonette, Sisteron...); da qui in prossimità di Gap si può decidere se scendere verso il sud della Francia o risalire a nord (noi ad esempio abbiamo anche utilizzato questo valico per raggiungere la Bretagna).

Quando si arriva al Colle la vista è splendida con ampi spazi aperti ed un laghetto.
Segnaliamo che per i camperisti, sia sul Colle che a Bersezio o Pietraporzio (c'è un Area Camper in località Pontebernardo) si trovano molti camper in sosta anche notturna. 
Raggiunta la Francia, se si scende verso sud, dopo il paese di Tallard è possibile prendere l'Autostrada o proseguire su strada normale molto scorrevole e con manto stradale in ottime condizioni; se si va a nord occorre seguire le indicazioni per Gap e da qui immettersi sulla N85 direzione Grenoble o proseguire ancora per un po' sulla D994 e poco dopo Veynes imboccare la E712 sempre verso Grenoble (da qui è possibile immettersi prima in Autostrada).
Anche per questo Colle è consigliabile informarsi sull'apertura del Colle prima di mettersi in marcia (superato il comune di Borgo San Dalmazzo (CN) è presente un cartello con la situazione aggiornata in tempo reale).




Colle della Moncenisio (Piemonte - Torino):
Il COLLE DEL MONCENISIO è in Provincia di Torino e lo si raggiunge immettendosi nella SS25, Strada Provinciale del Moncenisio, subito dopo l'abitato di Susa per poi ridiscendere nel territorio transalpino in Savoia.
E' abitualmente utilizzato per raggiungere il nord della Francia. 
Il tragitto è discretamente percorribile seppure dobbiamo segnalare che il primo tratto ha una pendenza più importante ed occorre porre una maggiore attenzione soprattutto in discesa per non surriscaldare i freni.

Quando si raggiunge il passo, il panorama è sensazionale... poco sotto la strada il Lago del Moncenisio, e tutto attorno splendide vallate e montagne.
Qui vi sono vari spiazzi dove i camperisti possono anche sostare per la notte.
Raggiunta la Francia, poco dopo Modane si può scegliere se immettersi sull'Autostrada A43 o proseguire sulla strada Dipartimentale non a pedaggio D1006. 
E' opportuno accertarsi dell'apertura del Colle sul sito dell'anas:




Traforo del Frejus (Piemonte - Torino):
L'alternativa al Colle del Moncenisio, per l'inverno o se si vogliono accelerare i tempi di percorrenza, è il traforo del Frejus che si imbocca dopo Bardonecchia (TO).
Si può raggiungere il Traforo tramite la Strada Statale di Bardonecchia SS335 o l'Autostrada A32; superato il confine si può proseguire in Autostrada A43 o proseguire per via normale dopo l'abitato di Frenay.
Il costo del passaggio nel traforo varia a seconda della tipologia di veicolo ed è possibile fare biglietto di sola andata, andata e ritorno (entro 7 giorni per le classi 1 e 2, 15 giorni per le classi superiori), abbonamento di più transiti.
Solitamente i camper rientrano nella Classe 2 come veicoli con altezza pari o inferiore ai 3 m. (con il nostro camper precedente, che superava di pochi cm. tale misura, siamo rientrati in quella classe) ma non garantiamo che, a discrezione degli addetti al pedaggio, tali veicoli se superiori ai 3 m., anche di poco, non vengano passati alla Classe 3.




Colle della Monginevro (Piemonte - Torino):
Il COLLE DEL MONGINEVRO è in Provincia di Torino e lo si raggiunge provenendo da Susa sulla Strada Statale SS24 o Autostrada A32 (fino ad Oulx).
E' abitualmente utilizzato per raggiungere il sud della Francia in quanto, superato il confine nazionale, si scende a Briancon nel dipartimento delle Alte Alpi; da Briancon si procede verso sud ma è anche possibile, seppur con una strada più impegnativa la D1091, raggiungere Grenoble.
Come per ogni colle, è consigliabile informarsi prima della sua apertura. 
Questo percorso, seppure non l'abbiamo mai percorso avendo a disposizione alternative a noi più comode, ci risulta da varie fonti facilmente percorribile con tutti i veicoli e non eccessivamente impegnativo.



Traforo del Monte Bianco (Valle d'Aosta):
Il TUNNEL a pagamento del MONTE BIANCO collega la Valle d'Aosta con l'Alta Savoia.
Il traforo si può raggiungere provenendo dall'Autostrada E25 o dalla Strada Statale 26 e raggiungendo Courmayeur; da qui, oltrepassato il confine, si arriva a Chamonix dove si potrà proseguire mantenendo l'Autostrada o imboccando la D1205 in prossimità di Marlioz-l'Abbaye.
Il costo del passaggio nel traforo varia a seconda della tipologia di veicolo ed è possibile fare biglietto di sola andata, andata e ritorno (entro 7 giorni per le classi 1 e 2, 15 giorni per le classi superiori), abbonamento di più transiti.
Solitamente i camper rientrano nella Classe 2 come veicoli con altezza pari o inferiore ai 3 m. ma non garantiamo che, a discrezione degli addetti al pedaggio, tali veicoli se superiori ai 3 m., anche di poco, non vengano passati alla Classe 3, soprattutto con le nuove restrizioni in vigore dal 2019.





Colle del Piccolo San Bernardo (Valle d'Aosta):
Il COLLE DEL PICCOLO SAN BERNARDO collega la cittadina di La Thuile in Valle d'Aosta con la Valle d'Isere in Francia e l'intera Savoia.
E' il colle meno elevato delle Alpi Nord Occidentali e di conseguenza quello considerato più agevole se si vuole raggiungere la zona Savoiarda.
Non possiamo fornire indicazioni personali in quanto non lo abbiamo mai utilizzato ma documentandoci in rete emerge  che la sosta dei camper sia tollerata.
Poco prima del confine si trova uno dei laghi naturali più grandi e belli della Valle d'Aosta: il lago di Verney. 
Come ogni valico è consigliabile informarsi preventivamente sulla sua transitabilità.



Autostrada Ventimiglia-Nizza (Liguria - Imperia):
Per chi parte dalla Liguria o durante i mesi invernali quando i colli sono chiusi, è possibile raggiungere la Francia attraverso l'Autostrada che da Ventimiglia (IM) conduce in Costa Azzurra.
Per i camperisti, che preferiscono transitare su strade normali, è consigliabile mantenere l'autostrada fino a Frejus-St Raphael in modo da superare più agevolmente les Alpilles (l'area delle Prealpi).



Colle dell'Agnello (Piemonte - Cuneo):
Il COLLE DELL'AGNELLO è il secondo valico automobilistico più alto d'Italia e terzo in Europa con pendenze medie dell'11% e picchi decisamente superiori e con numerose curve e tornanti.
Si trova in Provincia di Cuneo e collega il comune di Pontechianale con il comune Francese di Molines-en-Queyras. 
La bellezza del luogo lo rende poco adatto al transito con il camper ma paradiso per i ciclisti.
Solitamente chiuso nel periodo ottobre-maggio, occorre informarsi preventivamente della sua transitabilità e apertura.



Colle della Lombarda (Piemonte - Cuneo):
Il COLLE DELLA LOMBARDA è probabilmente uno dei più suggestivi valichi alpini con una pendenza media che sfiora il 7% ed unisce la SP255, che da Vinadio (CN) porta al Santuario di Sant'Anna, a Isola in Francia nel dipartimento delle Alpi Marittime. 
La carreggiata non molto ampia e con numerose curve è decisamente meno adatta ad i Camper seppur non vietata.
Come tutti i valichi è chiuso in inverno e la sua riapertura varia in base alla quantità di neve presente.
Occorre sempre informarsi con un po' di anticipo prima di intraprendere l'ascesa.



Colle della Scala (Piemonte - Torino):
Il COLLE DELLA SCALA è stato per secoli il più agevole tra Bardonecchia e la Francia, unisce la Val di Susa (TO) con Nevache in la Val della Clarée (Francia) nelle Alte Alpi.
Di fatto il Colle è completamente in territorio transalpino ed è aperto orientativamente tra maggio e novembre. E' accessibile unicamente alle auto e a piccoli mezzi commerciali quindi non possibile ai camper (ad eccezione dei furgonati).




SVIZZERA
Anche in questo caso numerosi sono i valichi e i trafori che collegano l'Italia al paese Elvetico e che vengono anche utilizzati per raggiungere parte del nord Europa; in questa lista vi presentiamo i più noti, la maggior parte dei quali non ancora sperimentati direttamente, mentre tralasciamo quelli meno utilizzati. 



Traforo del Gran San Bernardo (Valle d'Aosta):
Il TRAFORO DEL GRAN SAN BERNARDO collega il comune di Saint-Remy in Valle d'Aosta con Bourg San Pierre in Svizzera.
Si può raggiungere imboccando la SS27 provenendo da Aosta ed una volta in Svizzera arrivare a Martigny da dove si può prendere l'Autostrada o proseguire su Strada normale.
Il costo del passaggio nel traforo varia a seconda della tipologia di veicolo ed è possibile fare biglietto di sola andata, andata e ritorno (valevole 30 giorni), abbonamento di più transiti.
Le auto rientrano nella categoria A fino a 2 m. e B fino ai 3 m.; per i camper che superano l'altezza di 3 m. insorge sempre la discrezione degli addetti al pedaggio (qualora la loro misura sia di pochissimo sopra il limite). 

Tariffe in vigore




Colle del Gran San Bernardo (Valle d'Aosta):
Il COLLE DEL GRAN SAN BERNARDO collega il comune di Saint-Remy in Valle d'Aosta con Bourg San Pierre in Svizzera in alternativa al Traforo.
Si può raggiungere imboccando la SS27 provenendo da Aosta ed una volta in Svizzera arrivare a Martigny da dove si può prendere l'Autostrada o proseguire su Strada normale.
Una volta raggiunto il bivio per il traforo, se si prosegue verso il colle, la strada si inerpica lungo 15 tornanti fino a raggiungere i 2473 m.; da qui si una una splendida vista sui monti, su un piccolo laghetto e si può raggiungere un ospizio dove vengono allevati fin dal XVI i cani San Bernardo.
Vista l'altezza del valico, esso rimane abitualmente chiuso da metà ottobre al 31 maggio.




Confine di Piaggio Valmara (Piemonte - Verbano Cusio Ossola):
Questo valico di frontiera collega la Provincia piemontese del Verbano Cusio Ossola con il Canton Ticino in Svizzera, passando per la SS34 che si dirama lungo il lago Maggiore per finire sula S 13 in territorio Svizzero che da Brissago va verso Locarno.




Confine di Stato di Iselle (Piemonte - Verbano Cusio Ossola):
Questo valico di frontiera collega la Provincia piemontese del Verbano Cusio Ossola con il Canton Vallese in Svizzera passando per la SS33 del Sempione e giungendo sulla S 9 elvetica.


Confine di Ponte Ribellasca (Piemonte - Verbano Cusio Ossola):
Questo valico di frontiera collega la Provincia piemontese del Verbano Cusio Ossola con il Canton Ticino in Svizzera passando per la SS337  e giungendo sulla Strada Cantonale verso Intragna. Questo percorso è poco usato e durante il periodo invernale rimane chiuso durante le ore notturne.



Confine di Gaggioli (Lombardia - Varese):
Questo valico di frontiera collega la Provincia di Varese con il Canton Ticino in Svizzera passando per la SP3 che si imbocca dopo il comune di Malnate per raggiungere la Via Cantonale che conduce al comune elvetico di Rancate.



Confine di Porto Ceresio (Lombardia - Varese):
Questo valico di frontiera collega la Provincia di Varese con il Canton Ticino in Svizzera passando per la SS344 per arrivare alla Via di Confine nel comune di Brusino Arsizio (Svizzera).



Confine di Zenna (Lombardia - Varese):
Questo valico di frontiera collega la Provincia di Varese con il Canton Ticino in Svizzera passando per la SS394 per arrivare sulla Via Cantonale nel comune elvetico di Gambarogno lungo la sponda orientale del Lago Maggiore.



Confine di Chiasso (Lombardia - Como):
Questo valico di frontiera, tra i più utilizzati per raggiungere la Svizzera, collega la Provincia di Como con il Canton Ticino passando per l'Autostrada A9 che da Ponte Chiasso raggiunge Chiasso e si immette sulla E35. 
In alternativa alla A9 è possibile raggiungere il confine da Via Brogeda.


Confine di Albogasio (Lombardia - Como):
Questo valico di frontiera, collega la Provincia di Como con il Canton Ticino passando per la SS340 che si imbocca da Menaggio e che raggiunge Lugano attraverso la Via Cantonale costeggiando in parte il Lago di Lugano. 


Passo dello Spluga (Lombardia - Sondrio):
Il PASSO DELLO SPLUGA è uno dei più importanti valichi alpini e collega la Valle Spluga con l'Alta Valle del Reno. Si raggiunge imboccando la SS36 che da Chiavenna conduce verso il Montespluga e quindi nel comune elvetico di Spluga. Questo valico usato dai vacanzieri nel periodo estivo è caratterizzato da un alto numero di tornanti.



Confine di Campocologno (Lombardia - Sondrio):
Questo valico di frontiera collega la Provincia di Sondrio con il Cantone dei Grigioni in Svizzera passando per la SS38 che da Tirano conduce alla S 29 nel comune elvetico di Brusio.


Confine di Val Bregaglia (Lombardia - Sondrio):
Questo valico di frontiera collega la Provincia di Sondrio con il Cantone dei Grigioni in Svizzera passando per la SS37 che  si imbocca dopo Chiavenna che conduce alla S 3 nel comune elvetico di Bregaglia.




AUSTRIA
I valichi di confine con l'Austria sono numerosi e spesso vengono utilizzati anche per raggiungere il nord ed il nord Est Europa. Nella lista seguente vi presentiamo i più comuni.


Passo del Brennero (Trentino Alto Adige - Bolzano):
Il PASSO DEL BRENNERO è uno dei collegamenti più importanti verso il nord Europa e mette in comunicazione l'Alto Adige con il Tirolo in Austria. E' possibile raggiungere il passo attraverso l'Autostrada A22 e proseguire sull'Autostrada Austriaca A13 oppure arrivare sulla SS12 e quindi proseguire sulla N182; in entrambi i casi il primo comune importante in territorio estero è Gries am Brenner e da qui proseguire.
Una volta in Austria, proseguendo in autostrada, si transiterà sull'imponente viadotto a pagamento Europabrucke (Ponte dell'Europa).



Passo di Resia (Trentino Alto Adige - Bolzano):
Il PASSO DI RESIA collega l'Alto Adige con il Tirolo in Austria passando per la SS40 che  si imbocca a Sluderno e che conduce alla N180 per il comune di Nauders.
Il percorso affianca in parte lo splendido lago Resia offrendo una meravigliosa vista sul lago stesso e le montagne.





Passo Stalle (Trentino Alto Adige - Bolzano):
Il PASSO STALLE è un valico alpino che collega l'Alto Adige  e precisamente la Valle di Anterselva con la Defereggental in Austria. In zona Valdaora si imbocca la SP44e si ridiscende in Austria tra i graziosi scenari della Deferegental sulla L25.
Gli ultimi 5 Km in territorio Italiano sono a senso unico alternato e regolamentati da un semaforo mentre sul versante austriaco la stada è a doppio senso di marcia.
Il passo è sempre chiuso nel periodo invernale mentre è aperto durante il giorno dalle 6.00 alle 21.00/22.00 per il restante periodo.





Prato Alla Drava (Trentino Alto Adige - Bolzano):
Il PRATO ALLA DRAVA è l'ultimo comune Italiano nella Val Pusteria al confine con l'Austria che collega la Valle con il Comune del Tirolo di Arnbach.
Da San Candido si prosegue sulla SS49 e si raggiunge la N100 in territorio Austriaco. 
In questa zona passa anche la splendida ciclabile DOBBIACO-LIENZ.
  


Valico di Coccau (Friuli Venezia Giulia - Udine):
Il VALICO DI COCCAU collega l'Italia con l'Austria attraverso l'Autostrada A23 che dopo aver superato Udine si dirige a Tarvisio e da qui al confine (in Austria si percorrerà l'Autostrada A2).
E' anche possibile optare per la SS13 che affianca quasi in linea parallela l'autostrada di cui sopra e raggiungere l'Austria e il comune di Arnoldstein sulla N83.




Passo di Monte Croce Carnico (Friuli Venezia Giulia - Udine):
Il PASSO DI MONTE CROCE CARNICO è un valico alpino delle Alpi Carniche che collega il Friuli Venezia Giulia con l'Austria e precisamente il paese di Timau con Mauthen in Austria. 
A Tolmezzo si imbocca la SS52 e si raggiunge il confine da dove si intraprenderà la N110 in territorio austriaco.
Il Passo presenta alcuni punti di forte pendenza dal versante estero. 




SLOVENIA
I valichi di confine con la Slovenia sono numerosi, soprattutto in ragione del fatto di avere cittadine confinanti senza passi alpini di rilievo e si raggiungono tutti attraverso il Friuli-Venezia-Giulia; vengono utilizzati per raggiungere, dall'Italia, i paesi dell'Est Europa.


Valico di Fusine (Friuli Venezia Giulia - Udine):
Il VALICO DI FUSINE collega l'Italia con la Slovenia attraverso la SS54 che proviene da Tarvisio e prosegue dopo il confine sulla N202 verso Kranjska Gora. Nonostante l'altitudine non troppo elevata, in inverno è uno dei luoghi più freddi di tutta la Regione raggiungendo anche -30°.


Valico di Stupizza (Friuli Venezia Giulia - Udine):
Il VALICO DI STUPIZZA collega l'Italia con la Slovenia attraverso la SS54 che da Udine porta verso Cividale del Friuli e da qui al confine e si riversa sulla N102 in direzione Caporetto ed il tratto mediano della Valle d'Isonzo.




Valici di Gorizia (Friuli Venezia Giulia - Gorizia):
Gorizia è una cittadina completamente confinante con il comune Sloveno di Nova Goriza e pertanto ci sono molte vie cittadine che fanno da confine tra i due stati.



Valico di Sant'Andrea (Friuli Venezia Giulia - Gorizia):
Attraverso l'Autostrada A34 che scorre a sud di Gorizia si raggiunge la Slovenia lungo la via più utilizzata e precisamente si arriva a Vertoiba immettendosi sulla H4 in territorio estero.



Valico di Fernetti (Friuli Venezia Giulia - Trieste):
Il confine di Stato di Fernetti attraverso il Raccordo RA14 collega l'Italia alla Slovenia in direzione Sesana.




Valico di Pese (Friuli Venezia Giulia - Trieste):
Attraverso il valico di Pese (o Pesek) si raggiunge il territorio Sloveno percorrendo la SS14 che si dirige a Cosina a sud della Slovenia ed eventualmente si prosegue in Croazia direzione Fiume.



Raccordo Rabuiese (Friuli Venezia Giulia - Trieste):
Attraverso il RACCORDO RABUIESE si raggiunge l'Istria sia Slovena che, andando verso sud, quella Croata. Si imbocca il raccordo in zona Lacotisce (TS) e si raggiunge la superstrada slovena H5 in direzione Capodistria.






Nessun commento:

Posta un commento

TI E' PIACIUTO QUESTO DIARIO?
LASCIACI UN COMMENTO