ULTIMI POST

mercoledì 12 febbraio 2020

Visitare il Principato di Monaco è sempre una buona idea

Cosa vedere a Montecarlo e nel Principato di Monaco, la piccola Città Stato in costa Azzurra, a pochi chilometri dall'Italia, tra storia e ricchezza.


Il Principato di Monaco è la seconda più piccola Città Stato, solo dietro a Città del Vaticano; indipendente e sovrana, si trova in Costa Azzurra a pochi chilometri dall'Italia, splendidamente affacciata sul Mar Mediterraneo.

Spesso la si collega unicamente al Gran Premio di Formula 1 o alla sua ricchezza, fatta di macchine di lusso, casinò, appartamenti dai prezzi inavvicinabili, yacht dalle mille ed una notte e boutique di grandi firme. 
Eppure il Principato di Monaco non è solo questo e vi accorgerete ben presto di come ogni occasione sia buona per trascorrervi una giornata o più.
Se ciò non bastasse, tenete presente che il suo ottimo clima, godibile durante tutto l'anno, consente una gita fuori porta in ogni stagione.

La Rocca di Monaco ha origini che risalgono all'epoca primitiva e successivamente venne abitata da Fenici, Greci e Romani; la sua storia, così come la conosciamo noi, è datata 1215, quando la famiglia Genovese dei Ghibellini pose la prima pietra per la costruzione di quello che è ora il Palazzo dei sovrani.
Per incentivare gli abitanti, vennero accordati dei privilegi tra cui l'esenzione delle tasse e l'assegnazione di terre.
Il legame con la famiglia Grimaldi inizierà nel 1297: il guelfo Francesco Grimaldi, travestito da monaco, si introduce nella fortezza e al momento opportuno ne assume il controllo. L'astuto stratagemma le assicurò il nomignolo di "Malizia", con cui ancora è ricordato. 
Scultura in onore di Francesco Grimaldi "Malizia"
Una curiosità: per legge, in mancanza di eredi da parte del principe regnante, il territorio tornerebbe alla Francia.

Per come ci appare oggi, il Principato di Monaco comprende: La Rocca con il Palazzo, sita su un promontorio roccioso, Montecarlo con i suoi grattacieli ed il casinò, La Condamine la zona del porto, Larvotto con il suo lungomare e Fontvieille la zona residenziale più ad ovest. 


  • LA ROCCA (La Rocher)


Ubicata su uno strapiombo roccioso a picco sul mare e caratterizzata dalle mura della fortezza, la Rocca di Monaco, anche chiamata la Rocher, costituisce la parte più antica del Principato.

Qui ha sede Il Palazzo dei Principi, uno dei luoghi più visitati ed apprezzati, la città vecchia fatta di un dedalo di viuzze e dimore dalle tinte pastello del XVI e XVIII secolo, il Museo Oceanografico e la Cattedrale.  
Dalla zona bassa è possibile raggiungere la Rocca tramite gli ascensori, il percorso pedonale (adatto anche ai passeggini) o le scalinate in un bellissimo contesto di giardini e fontane che fanno da preludio a quanto si troverà giunti alla meta.
Arrivati in cima vi troverete le antiche mura e le porte di accesso che conducono alla Piazza; è sufficiente un primo colpo d'occhio per venire catapultati in un'atmosfera di decadenza romantica, lontana dalla modernità dei palazzoni appena lasciati alle spalle.
Porte di Accesso alla Rocca


  • PALAZZO DEI PRINCIPI
Superata l'ultima porta ci si trova direttamente sulla Piazza del Palazzo dove si erge fiero il Palazzo dei Principi, chiamato dai monegaschi Palais Princier.
E' la residenza del Principe e presenta un mix di stili, dovuti ai restauri avvenuti nei secoli, atti in parte a modificarne l'iniziale struttura di fortilizio medievale.

Visitabile in alcuni periodi dell'anno, le stanze aperte al pubblico sono: la Corte d'Onore, la Galleria d'Ercole, i Grandi Appartamenti, la Camera di York, la Sala del Trono ed il Salone Mazzarin.
Vi consigliamo di informavi prima per gli orari ed i giorni di apertura (https://www.palais.mc/).
Se vi trovate alla Rocca nella prossimità del mezzogiorno, non dovete assolutamente mancare al cambio della guardia che si tiene puntuale alle 11.55 di ogni giorno. 
Sempre dalla Piazza del Palazzo, la vista che si apre sulla baia di Montecarlo, sul porto e l'intera città bassa è impagabile.

  • LA CITTA' VECCHIA
Di fronte al Palazzo dei principi, quasi a voler tenere le debite distanze, si apre la città vecchia fatta di bei palazzi dai colori pastello risalenti al periodo tra il XVI e XVIII secolo ed un labirinto di vicoletti su cui si affacciano locali e negozi di souvenir, forse esageratamente turistici.

Non preoccupatevi, attraversarla richiederà davvero poco tempo perché questo piccolo agglomerato urbano sembra una cittadella in miniatura.



















  • LA CATTEDRALE

Raggiunta l'altra estremità della Città Vecchia vi troverete in prossimità della Cattedrale dell'Immacolata Concezione, luogo di incoronazione dei Principi. L'edificio in stile romanico-bizantino venne costruito a partire dal 1875 in pietra bianca della Turbie, sul luogo della chiesa di San Nicola di Myra, distrutta l'anno prima; custodisce le tombe dei Reali tra cui quelle del Principe Ranieri III e la moglie Grace Kelly.


  • MUSEO OCEANOGRAFICO


Se il tempo a vostra disposizione è sufficiente, potrete immergervi nella visita del Museo Oceanografico. 

L'edificio, costruito per volere del Principe Alberto I a inizi del '900, veglia sulla rocca e custodisce 6000 specie di pesci oltre che a numerosi reperti vari tra modellini, documenti, scheletri di mammiferi e curiosità.
Strutturato su 5 Piani, troviamo:
- Pian Terreno: la biglietteria e la Boutique
- 1° Piano: Il Museo formato dalla Sala delle Balene con alcune specie imbalsamate, scheletri marini, fotografie ed altri reperti e dalla Sala Oceanomania con numerose curiosità, fossili, libri antichi...
- 2° Piano: La terrazza offre uno splendido panorama sulla baia sottostante, un piccolo parco giochi ed un'area dedicata alle tartarughe.
 - Piano -1 e -2: Due piani dedicati interamente agli acquari e ad un bacino tattile; l'Aquario Tropicale con specie colorate, barriera corallina, squali, piranha, pesci pagliaccio e l'Acquario con specie del Mar Mediterraneo tra cui murene, polpi e meduse. 



  • LA CONDAMINE ED IL PORTO

Sotto la Rocca, il quartiere che si estende è quello della Condamine, il secondo più antico del Principato. In quest'area troviamo il porto, una zona finanziaria, la zona commerciale con i suoi lussuosi negozi e l'area pedonale di Rue Princesse Caroline e la sede dello yacht club. 
Una parte del Gran Premio si svolge proprio qui, così come il Mercatino di Natale ubicato nel periodo natalizio nell'area del Porto.
La zona può essere anche la migliore per il pranzo in quanto oltre ai ristoranti (talvolta costosi), presenta bar e fast food per tutte le tasche.
Nella nostra ultima visita ci siamo appoggiati all'Hamburgeria Grubers in Rue Princesse Caroline.
Il Porto durante il Mercatino di Natale


  • MONTECARLO
Siamo nel quartiere di lusso per eccellenza; è proprio in questa zona che si trovano gli hotel cinque stelle, le boutique ed il Casinò in stile belle Epoque conosciuto in tutto il mondo. Un concentrato di ciò a cui pensiamo quando sentiamo nominare Montecarlo e che non può mancare di una visita se ci si vuol sentire Vip anche solo per qualche istante.  

  • LARVOTTO
Il lungomare del Principato, con le sue spiagge, gli edifici ed i ristoranti che si affacciano direttamente sulla baia è la perfetta cartolina del nostro soggiorno nel Principato.
Potrete trascorrere momenti di relax e godervi il bel Giardino Giapponese che su un'area di 7000 metri quadri, riproduce un giardino zen e gli elementi naturali tipici di questa architettura.

  • FONTVIELLE E IL GIARDINO ESOTICO
La zona più ad ovest di Montecarlo comprende il quartiere residenziale di Fontvieille, di cui consigliamo la visita al Roseto Princesse Grace, fatto realizzare dal Principe Ranieri III in ricordo della moglie, e l'area in cui è dislocato il Giardino Esotico, un bellissimo giardino botanico ideato da Louis Notari con cactus, numerose piante ed una grotta.  




La visita del Principato di Monaco può davvero occupare la giornata o un intero weekend, le attrazioni offerte sono tra le più svariate, in grado di soddisfare grandi e piccini e se il saliscendi tra i quartieri vi sembra impegnativo, valutate il tour con il bus Turistico. 
Al costo di € 23 Adulti, € 21 studenti e anziani, € 8,00 bambini, potrete godervi un tour su bus Hop On-Hop Off per tutto il Principato, scendendo e risalendo alle varie fermate dislocate in prossimità delle maggiori attrazioni.



  • DINTORNI DEL PRINCIPATO - Trophée d'Auguste
Se avete ancora un po' di tempo a disposizione, il nostro consiglio è quello di visitare un monumento poco noto ma decisamente degno di rilevanza storica: Il Trophée d'Auguste.

Forse non tutti sanno che l'area attorno al Principato era solcata dalla Via Giulia, fatta costruire da Augusto, imperatore Romano, per agevolare gli scambi con i Galli ed il punto culminante si trovava sul colle della Turbie, un comune a 491 m. s.l.m, a pochi chilometri da Montecarlo. 
Nel 7-6 a.C., per celebrare la vittoria di Augusto sui popoli delle Alpi, venne eretto proprio alla Turbie questo Trofeo (anche chiamato Trophee des Alpes) e all'imperatore dedicato.
I Trofei, di cui ora ne sono rimasti pochissimi al mondo, erano solitamente dedicati alle divinità o coloro che si consideravano tali e ad Augusto ne venne riservato uno davvero notevole.
Purtroppo con l'arrivo del Medioevo, l'edificio venne smantellato per la costruzione del villaggio e addirittura nel XIX secolo il rudere fu usato come cava.
A inizi del '900 si inizia il suo recupero, dapprima con lo sterro e poi affidando a Jean-Camille Formigé e in seguito a suo figlio Jules, una parte di ricostruzione.

Il complesso a pagamento (€ 6,00 adulti) può essere visitato accedendo attraverso un sentiero che offre splendide viste sulla baia di Monaco.

Il Trofeo, posizionato su un piazzale lastricato, presenta una pianta quadrata sormontato da un edicola circolare; in passato doveva raggiungere un'altezza di oltre 50 m. (ora è di 36 m.) con ventiquattro colonne ed in cima la statua di Augusto.



A completare la visita del sito, si trova un piccolo museo che conserva i calchi delle principali vestigia rinvenute, le fotografie del restauro, il modellino del Trofeo all'origine e una copia della statua di Augusto.  



Che sia un giorno od un weekend, lasciatevi trasportare dal mare blu che risplende accecante per i raggi del sole, dalla ricchezza che si manifesta in ogni angolo e dall'aria regale, un po' decadente, che continua a dettare il ritmo di una vita che scorre unica nel "suo" Principato.



Curiosità

RANIERI III E GRACE KELLY - IL MATRIMONIO DEL SECOLO
Chi non conosce le vicende del Principe Ranieri III e della bellissima Grace Kelly, del loro amore e della tragedia che colpì successivamente la famiglia?
Grace Kelly nacque nel 1929 a Philadelphia da una famiglia irlandese molto cattolica; la sua innegabile bellezza la condusse fin da giovane età ad entrare nel mondo dello spettacolo prima come indossatrice e successivamente come attrice, interpretando film di fama mondiale come Mezzogiorno di Fuoco, Caccia al Ladro e la Finestra sul cortile.
Nel 1955 il Principe Ranieri III conobbe l'attrice durante il Festival di Cannes e fu amore a prima vista; ad aprile del 1956 le nozze, definite il matrimonio del secolo, e la rinuncia di Grace, per amore, alla carriera cinematografica. 
Nasceranno tre figli: Carolina la primogenita, Alberto il futuro erede al trono e Stephanie.
Il 13 settembre del 1982 un tragico incidente d'auto coinvolse Grace e la figlia Stephanie; entrambe le donne finirono con l'auto in una scarpata lungo la strada che solo qualche anno prima aveva sancito la fama di attrice della donna, per la bella Grace sopraggiunse la morte e per la famiglia la fine di un'epoca.   



Viaggiare con i bimbi
- Visita del Museo Oceanografico
- Assistere al Cambio della Guardia
- Visita dei numerosi giardini
- Trophee d'Augustus a la Turbie





Indirizzi Utili


MANGIARE 

- Grubers, Rue Princesse Caroline 16/18 - 98000 MONACO (GPS 43.733324, 7.420829) 



ALTRI SITI UTILI

https://musee.oceano.org/
https://www.palais.mc/
https://www.monacolegrandtour.com/it/







20 commenti:

  1. Anche io ho scoperto di recente, con stupore, un lato inatteso del Principato di Monaco, pur essendoci stata più volte in precedenza è stata solo l'ultima visita a mostrarmelo sotto una luce differente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi abitando relativamente vicino ci andiamo almeno una volta l'anno ma non avevo ancora avuto occasione di scrivere un articolo. Devo dire che è un luogo in cui mi piace sempre tornare.

      Elimina
  2. Ho notato che, generalmente, tendiamo a sottovalutare le mete più vicino a noi, penso ad esempio oltre al principato di Monaco alla Svizzera, alla Slovenia, ecc. è sempre bello riscoprirle e devo dire che questo post fa proprio venire voglia di visitarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio e confermo quanto dici tu. Spesso si sottovalutano i posti vicini vuoi perché si pensa che essendo vicini ci si può sempre andare e vuoi perché ci sembrano magari meno "importanti di altri".

      Elimina
  3. Hai ragionissima. Pensa che io una volta ero convinta che nel Principato non ci fossero altro che strade e palazzoni. E invece ci sono un sacco di scorci stupendi. Il mio luogo del cuore è il Museo Oceanografico: ci tornerei ogni volta che passo di lì: la sua terrazza è meravigliosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Museo mi piace tantissimo e ricordo anche con piacere il Giardino Giapponese che però ho visitato già un po' di tempo fa. Il mio luogo del cuore è la Rocca.

      Elimina
  4. A me ha stupito un fatto a Montecarlo: nonostante il lusso e lo sfarzo ho mangiato ottimamente in un ristorante al porto spendendo meno che in Svizzera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, anche a Montecarlo e in tutto il Principato si possono trovare locali dai prezzi accessibili.

      Elimina
  5. Che meraviglia! Noi purtroppo non avendo tempo a disposizione ci siamo fermati solo a Montecarlo, abbiamo pranzato e fatto qualche foto, sul porto dove si trovano i mega yacht. Città sempre solare e accogliente, anche se con costi proibitivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto il principato è davvero bello e ti dirò che i prezzi non sono comunque proibitivi, basta girare un po' e si trova ad esempio da mangiare a prezzi normali.

      Elimina
  6. trattandosi della Francia si tratta di località molto vicine e facilmente raggiungibili anche da Roma...mi piacerebbe visitarle e fare un giro dei castelli della Loira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Francia è enorme e ogni regione ha le sue caratteristiche che la rendono diversa l'una dall'altra. Noi l'abbiamo già girata parecchio e io di solito consiglio per ogni viaggio di scegliere una regione e godersela appieno.

      Elimina
  7. Bellissimo questo post sul Principato di Monaco, non sono mai stata ma mi affascina la storia dietro questo piccolissimo Principato e visitare le sue bellezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un luogo che a mio avviso merita di essere visto almeno una volta nella vita; oltretutto la famiglia reale ha sempre il suo fascino.

      Elimina
  8. è davvero molto bello e ordinato il principato di Monaco io purtroppo ci vivo lontanissimo ora ma l'ho visitato due o tre volte nella vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te, è molto pulito ed ordinato e questo invoglia sicuramente a visitarlo e trascorrervi del tempo.

      Elimina
  9. Ho avuto occasione di passarci del tempo moltissimi anni fa, non ho purtroppo approfondito tutte queste visite che sono davvero interessanti da quanto leggo sul tuo articolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti molto spesso uno si sofferma sul casinò, sulla parte bassa di Montecarlo e sale alla Rocca senza sapere che ci sono giardini e musei visitabili molto belli.

      Elimina
  10. Noi dal Principato di Monaco siamo passati un po' di corsa, ma il tuo articolo mi fa pensare che forse siamo passati anche troppo di fretta, spero di rimediare quanto prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me una visita la merita tutta. Se avrai occasione di ripassare da quelle parti mettila in conto.

      Elimina

LASCIACI UN COMMENTO