ULTIMI POST

Pubblicato il 15/04/20e aggiornato il

Visitare VICENZA: la città del Palladio ma non solo


Vista della Torre Bissara e delle colonne - Vicenza

Cosa vedere a Vicenza in un giorno. Guida alla città Veneta legata da un filo invisibile ma indissolubile al Palladio, e altrettanto capace di regalare al turista molteplici sfumature.


Il nostro incontro con Vicenza è giunto a seguito di un cofanetto regalo, che dava diritto ad un pernottamento in un hotel in Italia e che ci ha fatto propendere per la scelta di questa città.
Non è certamente tra le località Venete più battute a livello turistico ma ha in realtà molto da offrire e rimarrete piacevolmente sorpresi dopo averla visitata, così come è accaduto a noi. 
Impossibile, quando si pensa a Vicenza, non associarla ad Andrea Palladio, architetto del tardo-rinascimento in grado di lasciare un'impronta indelebile, con i suoi edifici unici ed inconfondibili che hanno ridisegnato in parte i tratti della città.


Storia di Vicenza

Le origini di Vicenza parrebbero risalire già al VI secolo a.C. ad opera di popolazioni Paleovenete che vivevano sui Colli Berici. 
Subì successivamente l'influsso romano che, oltre ad attribuirgli il nome di Vicetia, ne ridisegnò l'impianto urbanistico e che è ancora testimoniato dai resti di un acquedotto, del Teatro Berga, di domus patrizie e cripotoportico sotto Piazza del Duomo.
A partire dal 1400, dopo l'egemonia Scaligera, entrò a far parte della Repubbica Serenissima Veneta godendo di un periodo di pace e prosperità grazie all'incremento economico.
Il '500 è il periodo di Andrea Palladio, che giunto giovane da Padova la sua città natale, riceve commissioni dalla nobili famiglie vicentine, per la costruzione di palazzi cittadini e ville.
Ed è grazie agli edifici palladiani, tra cui 23 palazzi e numerose ville, che la città è stata inserita nella lista Patrimonio UNESCO.
Andrea Palladio e Vicenza





  

Cosa Vedere

Il centro storico compatto di Vicenza fa sì che il modo migliore per visitarla sia quello di farlo a piedi; cosa che permetterà di ammirare pienamente le bellezze che ha da offrire, man mano che si passeggia lungo le sue vie.
Dopo aver superato i Giardini Salvi e oltrepassato le Porte della Città, ci immettiamo in Corso Palladio che ci indirizza verso il centro. 
Vista dei Giardini Salvi
Giardini Salvi
Il corso rappresenta una delle strade più frequentate miscelando sapientemente negozi, eleganti edifici e dimore realizzate dallo stesso Palladio.
Corso Palladio arteria cittadina di Vicenza
Corso Palladio
La prima Piazza che si incontra, dopo aver oltrepassato la Porta della Città, è Piazza Castello in cui si erge Palazzo Breganze progettato dal Palladio.
Proseguiamo fino a raggiungere quello che può essere considerato il cuore di Vicenza: Piazza dei Signori, collegata al Corso da alcune vie laterali come Contrà Cavour, Contrà del Monte, Contrà delle Morette o Contrà Manin.  
Vista di Piazza dei Signori, salotto di Vicenza
Piazza dei Signori
Qui, tra portici in pietra bianca, si trovano alcuni dei capolavori dell'architetto come la Basilica Palladiana, riprogettata dall'artista nel XVI secolo e la Loggia del Capitaniato, ideata nel 1571 ma rimasta incompiuta, affiancati alla bella Torre Bissara risalente al XII secolo.  
Scorcio della Loggia del Capitaniato di Vicenza
Loggia del Capitaniato
Torre Bissara del XII secolo - Piazza Signori Vicenza
Torre Bissara




Basilica Palladiana in Piazza dei Signori - Vicenza
Basilica Palladiana
Riprendendo Corso Palladio e deviando, poco più avanti in Contrà Porti, si potranno ammirare tre edifici progettati dal Palladio: Palazzo Barbaran costruito tra il 1569 e 1570, Palazzo Thiene del 1556-1558 con archi in pietra e Palazzo Iseppo da Porto rimasto incompiuto.
Al termine di Corso Palladio si incontra Piazza Matteotti che conserva due tra gli elementi Palladiani di maggior rilievo della città.
Stiamo parlando del Teatro Olimpico, capolavoro del rinascimento ultimato da Vincenzo Scamozzi; in questa opera è stata ripensata l'illusione di prospettiva e profondità realizzando una delle scenografie di teatro più particolari al mondo.
Per mancanza di tempo non abbiamo potuto visitarne l'interno e ci auguriamo di rimediare al più presto, nel frattempo lo consigliamo a chiunque si appresti alla visita di Vicenza.
Ingresso al Teatro Olimpico - Vicenza
Teatro Olimpico
Il secondo edificio è il Palazzo Chiericati che ospita il Museo Civico e che è considerato tra le opere più riuscite. Il Palazzo è stato progettato nel 1550 con un colonnato al piano terra e una loggia.
Scorcio di Palazzo Chiericati - Vicenza
Palazzo Chiericati
Ritornando verso il centro troviamo alcuni edifici di culto degni di visita; il primo si trova in Contrà di Santa Corona ed è la Chiesa omonima in stile romanico e fondata nel 1261 dai domenicani, per custodire le reliquie della corona di spine di Cristo. La Chiesa di Santa Corona vanta tra l'altro la presenza del dipinto del Veronese "l'Adorazione dei Magi", de "il Battesimo di Cristo" del Bellini e la Cappella Valmarana del Palladio.
Il secondo è la Cattedrale di Santa Maria Annunciata ricostruita in varie occasioni ma che conserva la Cupola ed il Portale Laterale di Settentrione, entrambi progettati dal Palladio.
Cupola della Cattedrale di Santa Maria Annunciata
Ma come abbiamo anticipato all'inizio del nostro articolo, Vicenza non è solo Palladio e pertanto è bene passeggiare tra le sue contrade, osservando i bei palazzi, le piazze ed assorbendo l'atmosfera rilassata e al contempo elegante che si respira. 
Scorcio di una Contrà di Vicenza
    
Scorcio della facciata di un'abitazione di Vicenza


  • LE VILLE 

Poco fuori dal centro di Vicenza e raggiungibili anche a piedi troviamo due ville degne di nota e visitabili: Villa Valmarana ai nani e Villa Capra detta "la Rotonda".
Villa Valmarana ai nani è visitabile ed in alcuni periodi dell'estate ospita concerti; all'interno sono conservati affreschi di Gianbattista Tiepolo e di suo figlio Giandomenico. Sulla cinta esterna sono disposte 17 statue che rimandano al nome curioso "ai nani".
Villa Capra, distante circa 500 m. dalla prima, è nota come "la Rotonda" a causa della bassa cupola che si eleva sulla struttura di forma quadrata ed è probabilmente l'opera più ammirata del Palladio nonché tra quelle prese più a modello per altri edifici in Europa e nel mondo. 

Vicenza è stata per noi una piacevole scoperta, una città a misura d'uomo in cui si può passeggiare serenamente lasciandosi ispirare dal momento; una città che conserva importanti edifici storici e che mantiene viva l'arte palladiana, tappa d'obbligo per gli amanti dell'arte e dell'architettura. 

Cosa Vedere nei dintorni di Vicenza

Vicenza si trova idealmente in ottima posizione per esplorare altri capoluoghi di provincia Veneti tra i quali Verona o Padova ma se si ha poco tempo a disposizione si può optare per cittadine più piccole come la fortificata Cittadella, che abbiamo inserito in questo nostro weekend, oppure Bassano del Grappa nota per il ponte degli alpini o ancora Marostica ed i suoi scacchi. 


Mangiare e dormire a Vicenza

Durante il nostro weekend, usufruendo di un cofanetto regalo Boscolo Gift, abbiamo pernottato presso l'Hotel de la Ville. L'ottima struttura 4 stelle offre camere ampie con letto king size ed un'abbondante colazione a buffet, è inoltre vicina al centro, raggiungibile in circa dieci minuti di cammino. 
Abbiamo consumato un'ottima cena presso uno dei ristoranti storici della città che però, a distanza di poco tempo dal nostro viaggio, dopo ben 150 anni di attività ha chiuso i battenti. 


Come Arrivare


Vicenza si trova in Veneto, nel nord est dell'Italia ed è raggiungibile percorrendo la A4 sia provenendo da Venezia che da Brescia; arrivando da Bologna percorrere la A13 fino a Fratta Polesine e quindi proseguire sulla A31 o proseguire sempre sulla A13 fino a Padova e successivamente immettersi sulla A4.
L'aeroporto più vicino è il Valerio Catullo di Verona o in alternativa quello di Venezia.


I Nostri Diari su Vicenza


Indirizzi Utili


DORMIRE

- Hotel de la Ville, Viale Verona 12 - VICENZA (GPS 45.542952, 11.528264)






36 commenti:

  1. Ecco una bellissima gita che potrei fare tranquillamente in giornata da casa mia (abito in provincia di Belluno), non appena potremo tornare a muoverci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si penso sia perfetta anche perché se non vai a visitare musei, palazzi e ville in una giornata la giri tranquillamente. Io l'ho apprezzata molto perché non pensavo fosse così piacevole.

      Elimina
  2. Sei mesi fa sono diventata mamma e mi sono trasferita nell'Alto Vicentino però, causa bimba e poi pandemia, non mi sono ancora presa il tempo di visitare Vicenza e i dintorni. Spero di poterlo fare presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti auguro di riuscire a visitare la zona quanto prima, vorrà così dire che stiamo tornando alla normalità.

      Elimina
  3. Vicenza è casa per me: sono nata lì vicino e ho studiato proprio in città. Io la adoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi è stata davvero una piacevole scoperta.

      Elimina
  4. Effettivamente non viene in mente per prima Vicenza, pensando al turismo nella regione, eppure dalle tue foto sembra davvero una gran bella scoperta per chi la sceglie. Io nei riordi ho in mente soprattutto la voce delle fermate del treno che pronuncia "VICÈNZA" tra le varie tappe mentre mi riporta a casa 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si di solito quando si pensa a cittadine venete vengono in mete Venezia, Verona, Padova e Treviso ma difficilmente Vicenza. Eppure noi l'abbiamo apprezzata molto, ideale per trascorrere una giornata o un weekend.

      Elimina
  5. Non avevo mai considerato Vicenza come una possibile meta turistica ma ci sono diverse cose interessanti da vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è una città che vale la pena visitare.

      Elimina
  6. Una delle poche città italiane che ancora non ho avuto modo di visitare! Ripartiremo senz’altro viaggiando in Italia, e grazie ai tuoi consigli saprò come girarla al meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, anche noi che solitamente viaggiamo principalmente in Francia, inizieremo un po' con l'Italia.

      Elimina
  7. Sono stata per la prima volta a Vicenza alcuni anni fa in occasione di una mostra di Van Gogh organizzata proprio nella Basilica Palladiana in Piazza dei Signori. L'eleganza e la bellezza degli edifici e anche la piacevolezza del passeggio per le vie con tanti negozi mi ha proprio stupito, chissà perchè non me l'aspettavo così interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è stato così, me l'aspettavo una città più industriale e commerciale e invece è stato proprio piacevole passeggiare tra le sue vie.

      Elimina
  8. In effetti non è una meta turistica molto battuta. Se penso a Vicenza mi viene in mente solo il baccalà alla vicentina a dire il vero... grazie per le informazioni sul suo centro storico 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io anche non l'avevo mai tenuta molto in considerazione e invece mi ha stupito.

      Elimina
  9. Ecco una città che non avevo ancora pensato di visitarla .... potrebbe essere un idea niente male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una città che merita sicuramente una visita, a noi è piaciuta molto.

      Elimina
  10. Non sono mai stata a Vicenza, non l'ho mai presa in considerazione. Sembra proprio una bella città.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, secondo me è una città da visitare anche solo per scoprire le opere del Palladio

      Elimina
  11. Vicenza è una città che abbiamo sempre sottovalutato, vista la vicinanza alla bellissima Verona, dove invece siamo stati diverse volte. Ottimo suggerimento per un weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si secondo me per un weekend è perfetto e concordo con te sul fatto che Verona sia bellissima.

      Elimina
  12. Dato che per un po' converrà girare in Italia, devo dire che il tuo articolo mi ha fatto apprezzare Vicenza, per cui sarà una delle prime città a cui faremo visita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è una città che spesso non si prende in considerazione invece merita davvero.

      Elimina
  13. Sono stata a Vicenza solo una volta e l'ho girata veramente di corsa. Non mi dispiacerebbe tornarci e poterla visitare con più calma. E aggiungerei sicuramente un paio di giorni in più per andare a visitare le Ville Palladiane nei dintorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi anche non abbiamo potuto dedicarle tantissimo tempo e difatti, come te, vorrei tornare per visitare le Ville Palladiane.

      Elimina
  14. Credo che Vicenza sia davvero una città perfetta da girare a piedi. Le sue strade e i suoi giardini sono un invito alle passeggiate senza fretta e senza meta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, è una cittadina ideale da visitare con calma con una bella passeggiata.

      Elimina
  15. Sai che non sono mai stata a Vicenza? Ma Gabri, che c'è stato spesso per lavoro, ne è innamorato. Ora che vedo anche le tue foto credo che sia veramente un gioiello nascoso che merita assolutamente una visita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me una visita la merita di sicuro, ha tante bellezze da scoprire e soprattutto è a misura d'uomo potendola visitare a piedi.

      Elimina
  16. Non conosco Vicenza, non ci sono mai stata. Non ne ho mai avuto l'occasione. Ho letto quindi con molto interesse perchè non sapevo che contenesse tanti tesori. Mi piacciono molto le ville e so che è pieno di ville palladiane soprattutto nei dintorni. Merita di certo una visita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi prima di questa visita non l'avevamo mai presa in molta considerazione mentre si è rivelata davvero una bella città.

      Elimina
  17. E' la mia città e sono sempre felice di leggere qualcosa a riguardo. E' una città accogliente, pulita e con una buona offerta culturale. Spero ne siate stati soddisfatti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si assolutamente soddisfatti e se ci sarà occasione torneremo volentieri. Per alcuni aspetti mi ricorda un po' la mia Cuneo.

      Elimina
  18. Con questo articolo ho scoperto molte cose che non sapevo su Vicenza. In generale, il Veneto è una regione che conosco davvero poco, mi piacerebbe tornare quanto prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Veneto è una delle regioni che più amo anche se mi accorgo che in realtà mi manca ancora tanto da vedere.

      Elimina

LASCIACI UN COMMENTO