ULTIMI POST

Pubblicato il 24/09/20e aggiornato il

Visitare Lucca in un giorno e due giorni: cosa vedere tra chiese, mura e torri

Lucca - Piazza Anfiteatro


Lucca, la meravigliosa cittadina  Toscana completamente circondata da mura, è anche nota per le sue chiese e torri che ne hanno caratterizzato la storia.
Cosa vedere e fare in un giorno o due? 
Vi accompagneremo alla sua scoperta tra i must imperdibili


Quando si pensa alla Toscana, ai suoi colori e a quella atmosfera radicata al passato e alla sua storia che viene "sfoggiata" come vanto, non si può non pensare a Lucca, un autentico gioiello italiano che rispecchia appieno tali prerogative.
Un passato importante che spazia dai Romani al Rinascimento, con un patrimonio di tutto rispetto che attende solo di essere ammirato: Lucca è in grado di ammaliare qualunque visitatore, a patto che si lasci da parte la frenesia quotidiana e ci si immerga in un'esplorazione dal sapore lento e rilassato.
Ma attenzione Lucca è in grado di riservare mille sorprese, come nel periodo dei Lucca Comics, il "Festival di animazione, del gioco e del fumetto", quando si trasforma totalmente, vestendo i panni di una città giunta da un mondo parallelo, tra futuro, fantasy e vintage.

Vi accompagneremo tra le migliori cose "da fare e vedere" in una giornata, ma tranquilli, se avete a disposizione più giorni, non vi annoierete di sicuro. Vi forniremo anche alcune indicazioni per la sosta in camper.


INDICE DELL'ARTICOLO


Storia di Lucca

Lucca, situata nel nord ovest della Toscana sulla sponda sinistra del fiume Serchio, vanta una storia importante con numerose testimonianze delle varie epoche, ancora presenti in città.
Seppure notizie certe parlano di una città romana sviluppatasi attorno al 180 a.C., le prime origini sarebbero da attribuirsi ad un insediamento etrusco o ligure. 
In epoca Romana la città gode di un notevole influsso che le ha permesso di mantenere tale rilievo anche nei secoli successivi. 
Le caratteristiche principali ancora visibili si trovano nell'anfiteatro, rappresentato dalla sua piazza omonima, nel foro che si trovava nell'attuale Piazza San Michele e dalle strade del centro in cui si riscontra il cardo ed il decumano; alcuni elementi della cinta muraria sono ancora presenti e visibili. 
Il Medioevo è un altro momento fondamentale di crescita per la città che diventa tra le principali in Italia, grazie al collegamento con la via Francigena di cui diviene una delle tappe. 
Di quest'epoca la porta San Gervasio, numerosi edifici e l'allineamento di alcuni di essi che corrispondono alla seconda cinta muraria (arrivata ad ampliare quella romana). 
Lucca rimane repubblica indipendente, a parte una piccola parentesi sotto la signoria di Guinigi, fino al 1799; nel 1805 viene costituito il Principato di Lucca assegnato alla sorella di Bonaparte, Elisa Bonaparte Baciocchi, mentre nel 1860 viene annessa la Regno di Sardegna. 
Al Rinascimento risale la costruzione della terza cinta muraria, quella visibile tutt'oggi, rimasta incredibilmente intatta, tanto da essere considerata tra le meglio conservate in Europa.

Le mura rinascimentali di Lucca rappresentano la terza cinta muraria della città

Cosa Vedere a Lucca

Quando si raggiunge Lucca, trovandosi dinnanzi all'imponente cinta muraria che corre lungo l'intero perimetro del nucleo storico, la prima impressione che si ha è quella di stupore. Andandone a scoprire il centro, le migliori aspettative troveranno conferma nella presenza di un notevole patrimonio ancora intatto, fatto di chiese, torri, ville ed edifici di pregio. 
Ma quali sono le mete assolutamente da non perdere? Seguiteci nel nostro tour della città. 


LE MURA, I BASTIONI E LE PORTE

Lo abbiamo anticipato, le mura di Lucca oltre ad essere sorprendenti, sono la degna presentazione della città: tra le meglio conservate d'Europa, rappresentano uno dei simboli nonché orgoglio dei residenti. Da qui possiamo iniziare la nostra visita, o possiamo concluderla: a voi la scelta.
Le mura giunte sino a noi hanno 500 anni e risalgono al Rinascimento, si compongono di 11 bastioni6 porte e sono lunghe esattamente 4 Km e 223 metri, ma non bisogna dimenticare che non sono state le uniche.
In epoca romana una prima cinta muraria circondava una porzione più piccola del centro e di questa non sono rimasti che pochi reperti;
 
Resti delle antiche mura romane che rappresentavano la prima cinta muraria della città

successivamente nel Medioevo, una nuova cinta più esterna andava a proteggere la città e ne abbiamo ancora testimonianza prevalentemente con la Porta San Gervasio e Via del Fosso, gli edifici perfettamente allineati delineano la zona in cui erano presenti le mura.
La Porta San Gervasio di Lucca è di epoca Medievale
Lucca - Porta San Gervasio
Nell'800 le attuali mura Rinascimentali perdono la loro funzione difensiva per diventare passeggiata pedonale e fu probabilmente Elisa Bonaparte a decidere l'installazione delle numerose piante che creano il magnifico viale alberato che possiamo oggi ammirare.
Le antiche costruzioni militari quali casermette e piccoli castelli sono state riconvertite in bar, locali o circoli.
Delle 6 porte di accesso alla città, tre sono le più antiche: Porta Santa Maria, Porta San Pietro e Porta San Donato mentre Porta Sant'Anna, Porta San Jacopo e Porta Elisa sono state aperte successivamente. Quest'ultima gode poi di una particolarità in quanto è l'unica in marmo bianco; si narra infatti che Elisa Bonaparte, giunta a Lucca, giudicò che le Chiese presenti in città erano troppe e ne fece abbattere alcune, recuperando il marmo che venne poi utilizzato  per la porta a lei dedicata.

Come percorrere le mura?
Non avrete che l'imbarazzo della scelta: a piedi, in bici oppure come abbiamo fatto noi in questa occasione, sul calesse trainati da un cavallo e di cui vi parleremo nel dettaglio in fondo all'articolo. In base al tempo che avrete a disposizione o che vorrete dedicarvi, potrete percorrerle per intero o solo in parte.
Le Mura oggi pedonali di Lucca con il meraviglioso viale alberato

LE CHIESE

Lucca è anche chiamata la Città delle Cento Chiese per il gran numero di edifici di culto presenti nel centro storico.  Alcune di esse vennero distrutte nei secoli per lasciare spazio a piazze (come nel caso di Piazza Napoleone) o alle nuove mura, altre riconvertite a sedi espositive e spazi culturali ma molte sono ancora quelle attive.
Da qualsiasi porta si decida di entrare nel centro storico, non sarà difficile scorgerne qualcuna nelle immediate vicinanze. 
Ma quali non dovete perdervi se avete un solo giorno a disposizione?
Noi ve ne consigliamo 3.  

LA CATTEDRALE DI SAN MARTINO
Il Duomo o Cattedrale di San Martino è anche uno degli edifici di culto più antichi in città e, secondo tradizione, venne fondato nel VI da San Frediano seppur successivamente rimaneggiato a partire dal XI secolo.
Già nell'VIII secolo diventa Duomo al posto dell'antica Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata.
La facciata si presenta asimmetrica e in stile romanico con un campanile costruito in due fasi, XII secolo e successivamente alla fine del XIII secolo con l'utilizzo di calcare bianco che ne ha determinato la differenza di colore.
Gli interni sono a croce latina a tre navate con elementi in stile gotico e racchiudono dei veri e propri capolavori come il Monumento Funebre a Ilaria del Carretto di Jacopo della Quercia con un pregevole sarcofago in marmo, l'Ultima Cena del Tintoretto e il Volto Santo di Lucca, un crocifisso ligneo custodito dentro il Tempietto del Volto Santo.
L'accesso alle opere museali è a pagamento €3,00 intero, gratis bambini -6 anni.
Il biglietto combinato con campanile+museo+battistero+chiesa dei SS Giovanni e Reparata € 9,00 intero, € 6,00 ridotto, gratis bambini -6 anni.

Scorcio della Cattedrale di San Martino di Lucca
Campanile e scorcio del Duomo

LA BASILICA DI SAN FREDIANO
Questa Basilica in stile romanico, situata nella piazza omonima, è una delle più antiche.
Edificata a partire dal 1112 su una chiesa precedente del 560, è stata successivamente rialzata nel XII secolo e ora presenta una facciata con uno splendido mosaico e tre portali ed un campanile realizzato in più epoche.
Gli interni conservano uno stile medievale a tre navate ed ospitano un pregevole fonte battesimale del XII secolo, affreschi del XVI secolo, la tomba di San Frediano e due Cappelle.
La Basilica di San Frediano di Lucca con lo splendido mosaico
Basilica di San Frediano

LA CHIESA DI SAN MICHELE IN FORO
La chiesa che probabilmente spicca maggiormente in città è quella di San Michele in foro, così chiamata perché venne eretta nel VIII secolo sul sito dell'antico foro romano.
La sua ristrutturazione inizia nel 1070 per volere di Papa Alessandro II e si protrae fino al XIV secolo.
Secondo la tradizione, il suo campanile venne ridotto di un piano per volere del Doge di Pisa Giovanni dell'Agnello in quanto il suono delle campane arrivava fino a Pisa.
La facciata in stile romanico-pisano è sormontata da una statua dell'Arcangelo Michele che, leggenda narra, avrebbe incastonato al suo interno una pietra preziosa che provocherebbe uno scintillio in condizioni particolari di luce.
Gli interni a tre navate conservano una tela raffigurante I Quattro Santi e La Madonna con Bambino di Andrea della Robbia. 
   
La Chiesa di San Michele è tra le più scenografiche di Lucca
Chiesa di San Michele in Foro
Se il tempo a vostra disposizione è maggiore di una giornata, allora perché non prendere in considerazione la Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata, primo Duomo di Lucca e ritornata luogo di culto solo nel 1828, la Chiesa di San Giusto del XII secolo con una facciata dalla bella bicromia, la Basilica di San Paolino e Donato in stile rinascimentale o la Chiesa di Santa Maria Forisportam, chiamata così perché si trovava al di fuori della prima cinta muraria, che risale al XII secolo e conserva importanti dipinti 

VIA FILLUNGO

Quando si visita Lucca, sarà impossibile non ritrovarsi improvvisamente in una delle vie più animate della cittadina, nonché la principale: Via Fillungo.
Qui si trovano le maggiori attività commerciali e artigianali, alcuni dei palazzi più importanti e sempre da qui si possono raggiungere alcune delle principali attrazioni quali la Torre delle Ore e Piazza Anfiteatro
Via Fillungo è una delle principali vie di Lucca
 
 

PIAZZA ANFITEATRO

Uno dei simboli di Lucca, insieme a Torre Guinigi, è senza dubbio Piazza Anfiteatro che con la sua forma ellittica è stata costruita nell' '800 dall'architetto Nottolini sui resti dell'antico anfiteatro romano. 
Quattro sono le piccole porte che conducono alla piazza su cui si affacciano edifici dai colori pastello, mentre i tavolini all'aperto la rendono animata a qualsiasi ora. 
Ogni volta che torniamo in questa piazza, veniamo rapiti da un fascino particolare che tanto ricorda la pura atmosfera toscana. Provare per credere.
Il nostro consiglio? Scegliere questo luogo per il pranzo.

Una parte della splendida Piazza Anfiteatro di Lucca
Piazza Anfiteatro



LE TORRI

Nel Medioevo, uno dei vanti per ogni famiglia nobile era la propria torre, e Lucca ne vantava oltre 250. Ora le maggiori rimaste sono soltanto due: Torre delle Ore e Torre Guinigi.
La Torre delle Ore o Torre Civica, è sormontata da un orologio sin dal 1390 che oggi è rimasto uno tra i pochi a carica manuale ancora funzionanti in Europa.
E' possibile ammirare l'orologio e una splendida vista sui tetti, salendo i 207 gradini.
Il biglietto singolo è di € 4,00 intero e € 3,00 ridotti. Il biglietto combinato con Torre Guinigi +orto botanico è di € 9,00 intero e € 4,00 ridotto.
La Torre delle Ore o Torre Civica di Lucca
Torre delle Ore


La Torre Guinigi, grazie agli alberi che svettano in cima, è il secondo simbolo di Lucca ed è possibile ammirarla da vari punti della città.
Costruita in pietra e mattoni in stile romanico-gotico nel 1384, rappresentava una delle più ricche famiglie dell'epoca i Guinigi; uno di loro, Paolo Guinigi, fu signore di Lucca dal 1400 al 1430. Il giardino pensile che si trova sulla cima è caratterizzato dalla presenza di 7 alberi di leccio; non si ha notizia certa sul perché vennero piantati, se come ornamento o come ricerca di maggior prestigio per la famiglia, ma leggenda narra che l'albero più alto, voluto proprio da Paolo Guinigi, annunciò la morte del signore, dopo la  sua cattura e l'imprigionamento, perdendo tutte le foglie. 
Oggi è possibile raggiungere i suoi 45 m. di altezza salendo i 230 gradini; dalla cima la vista sensazionale ripagherà della fatica.
La Torre Guinigi è uno dei simboli di Lucca
Torre  Guinigi

I PALAZZI

Lucca è stata dimora per molte famiglie nobili che hanno contribuito all'arricchimento del centro, con ville e palazzi di pregio ancor oggi visitabili e sedi di musei o esposizioni.
Anche in questo caso, in un giorno di visita, si dovrà fare una scelta, se siete amanti della musica, perché non andare a Casa di Giacomo Puccini?
Se i dipinti sono la vostra passione, allora il nostro consiglio è di unire la bellezza di Villa Mansi, alla sua Pinacoteca
Volete invece godere appieno degli sfarzi di una villa con tanto di giardino? Allora non perdetevi Palazzo Pfanner.


CASA DI GIACOMO PUCCINI
Al numero 9 di Corte San Lorenzo si erge la casa natale del  grande compositore Giacomo Puccini, oggi trasformata in Casa Museo.
Al suo interno sono conservati i suoi ricordi e oggetti quali costumi di scena, pagelle, abiti e il pianoforte più importante dell'artista.  

Le tariffe sono di € 9,00 intero, € 7,00 ridotto e gratuito bambini -10 anni.  
Possibili ulteriori formule e visite guidate.
Orari:
marzo-ottobre 10:00-18:00 (marzo chiuso il martedì)
aprile/settembre 10:00-19:00
novembre/24 dicembre lun-ven 10:00-13:00/15:00-17:00 sab-dom 10:00-17:00 (chiuso martedi)
26 dicembre/febbraio 10:00-17:00 (chiuso martedi)
La Casa natale di Giacomo Puccini ora adibita a Museo
Casa Giacomo Puccini




PALAZZO MANSI E PINACOTECA
Uno dei vari palazzi trasformati con sfarzo nel XVII secolo dalla nobile famiglia di mercanti dei Mansi è oggi diventato Museo Nazionale.
Nell'edificio imperversa lo stile barocco e, oltre a poter ammirare pregevoli arazzi ed arredi originali, è custodita la Pinacoteca con opere che vanno dal XVI al XVIII secolo.
 


Le tariffe sono di € 4,00 intero, € 2,00 ridotto e gratuito ragazzi -18 anni.  
Orari (si consiglia la consultazione del sito ufficiale per variazioni):
da martedi a sabato visite guidate ogni ora 12:00-18:00

PALAZZO PFANNER
Quasi ai margini delle mura, questo palazzo barocco risale al 1660 su commissione della famiglia di Mercanti Moriconi che dopo soli 20 anni furono costretti a cederlo ad un'altra famiglia di mercanti di seta, i Controni.
A questi ultimi si devono alcune realizzazioni tra cui il grande scalone ed il meraviglioso giardino all'italiana realizzato da Filippo Juvarra. 
L'attuale nome del palazzo si deve attribuire al venditore di birra austriaco Felix Phanner che, verso la metà dell'800, lo acquistò e vi insediò il suo birrificio, uno dei primi in italia; l'edificio è tutt'oggi proprietà della famiglia. 
All'interno si possono apprezzare splendidi affreschi originali e mobili antichi mentre nel giardino godere della bellezza di camelie, limoni e rose, nonché di statue allegoriche. 
Lo splendido palazzo Pfanner ed il suo giardino all'italiana
Palazzo Pfanner

Le tariffe sono di € 6,50 intero, € 5,50 ridotto ragazzi 12-16 anni. Possibilità di visita solo del giardino o solo della villa.
Orari:
tutti i giorni 10:00-18:00
Con più tempo a disposizione altre Ville sono meritevoli di visita tra cui Villa Guinigi con una raccolta della storia di Lucca dagli etruschi al 1700, Villa Bottini aperta solitamente in occasioni di mostre e Palazzo Bocella che ospita il Lucca Center Contemporary Art.


Lucca in Calesse o in bici

Tra le soluzioni migliori e più divertenti per percorrere le mura di Lucca ma anche il centro storico è quello di un tour in calesse o il noleggio di bici.

TOUR IN CALESSE
La prima proposta vi offrirà un giro a scelta sulle mura o tra le vie del centro e potrete scegliere quello più lungo di 40 minuti o quello più breve.
Il costo  è di € 40 per il più lungo e di € 25 per il più corto; sono solo due in città le persone che vi offrono questo tipo di mezzo e, se verrete trainati da Luigi, aspettatevi una sosta al bar per lo spuntino rigeneratore.
Se avete bambini, state pur certi che si divertiranno un mondo.

NOLEGGIO BICICLETTE
La seconda proposta è quella del noleggio biciclette, un'ottima soluzione per girare la città tutta la giornata. In centro sono molti coloro che si affidano a questo mezzo di locomozione perché Lucca è anche la città delle bici.
Molti sono gli esercizi che noleggiano bici e noi, non avendoli sperimentati di persona, non ci sentiamo di segnalarvene uno in particolare. 
A spasso per la mura cittadine di Lucca in Calesse


Sostare con il camper a Lucca

Seppure in questa occasione non abbiamo utilizzato il camper, vi segnaliamo alcune opzioni di sosta per visitare la città.

1. A circa 1 km. dalle mura e dal centro storico si trova l'Area Attrezzata al Serchio che dispone tra l'altro di area giochi bimbi, piscina e navetta gratuita. 
Ideale se si vuole visitare la città anche in più giorni e sostare la notte. 
- Area Attrezzata il Serchio, Via del Tiro a segno 704 - 55100 LUCCA (GPS 43.850092, 10.485933)

2. A 800 m da Porta Sant'Anna Il Parking Luporini è a pagamento con servizio di C/S-
Ideale per visitare la città e pernottare se non si cercano troppi servizi
- Parcheggio Luporini, Viale Luporini - 55100 LUCCA (GPS 43.839838, 10.488088)

3. A 500 m. da Porta Santa Maria il Parcheggio del Borgo dispone anche di un piazzale per camper. A pagamento offre acqua potabile e allaccio elettrico.
Ideale per visitare la città anche pernottando.
- Parcheggio del Borgo, Via Passaglia 318 - 55100 LUCCA (GPS 43.850602, 10.504968)

4. Una soluzione di parcheggio gratuito è quello in Piazza Don Franco Baroni, a 600 m. dalle mura, su parcheggio misto. 
Ideale per visitare la città alcune ore
- Parcheggio Piazza Don Franco Baroni - 55100 LUCCA (GPS 43.850924, 10.500813)

I Dintorni di Lucca

I dintorni di Lucca offrono una vasta gamma di possibilità secondo tutte le esigenze; saranno ad esempio sufficienti 20 Km per raggiungere Pisa e la sua Piazza dei Miracoli con la Torre Pendente.
Percorrendo invece la SS12 a nord di Lucca si raggiunge la Garfagnana e ci si potrà immergere tra la natura dei suoi monti e dei suoi borghi: il primo che si incontra dopo circa 20 Km è Borgo a Mozzano, con il suo famoso Ponte del Diavolo, a 37 l'abitato di Barga, classificato tra i più bei Borghi d'Italia e successivamente a 46 Km. Castelnuovo di Garfagnana.
Se avete bambini potrete invece optare per Collodi, a 17 Km ad est di Lucca, in cui è ospitato il Parco di Pinocchio.
Spostandosi invece ad ovest, si potrà raggiungere il Lago di Massaciuccoli con Torre Puccini oppure la Versilia con le note cittadine di Viareggio e Forte dei Marmi.
Il famoso Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano
Borgo a Mozzano - Ponte del Diavolo


Come Arrivare


Lucca è una cittadina che si trova a Nord Ovest della Toscana ed è facilmente raggiungibile grazie all'autostrada l'attraversa.
Se si proviene da nord ovest o sud ovest, dopo aver percorso la A12, immettersi sulla A11 in prossimità di Viareggio e uscire a Lucca Est, se si proviene da Nord Est percorrere la A13 ed immettersi sulla A11 in zona Prato, seguendo le indicazioni.
Se si proviene da centro sud, percorrere la A1 fin dopo Firenze e quindi immettersi sulla A11 mentre da sud est percorrere la A14 e successivamente o da Ancona o da Civitanova Marche dirigersi verso Perugia e quindi attraverso il Raccordo immettersi sulla A1 direzione Firenze.
Per chi arriva in treno, la stazione ferroviaria di Lucca è subito fuori le mura mentre l'Aeroporto più vicino è quello di Firenze.

Indirizzi Utili

MANGIARE
- Osteria Parlascio, Piazza dell'Anfiteatro 44 - 55100 LUCCA (GPS 43.845101, 10.505963)




SITI UTILI




Articoli correlati
Tra Siena e San Gimignano
Weekend in Toscana
 
Articolo su Lucca Comics
Visitare Lucca in occasione dei Comics













39 commenti:

  1. Lucca è una di quelle città che non mi stanco mai di vedere e rivedere, mi fa stare bene. Non so che cosa scateni in me questa sensazione: forse la sua dimensione a misura d'uomo, il suo grazioso centro storico, il senso di quiete che provo nel passeggiare sui bastioni. E' stato bello rivederla attraverso il tuo piacevole racconto, questa volta mi basta averla visitata in questo modo. Buon fine settimana
    R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. Anche io trovo Lucca una città in cui tornare sempre volentieri; ha un qualcosa che non so descrivere ma che mi rilassa tantissimo.

      Elimina
  2. Sono stata vicino Lucca qualche giorno fa; peccato non essermi riuscita a ritagliare un po’ di tempo per visitarla. Magari mi organizzo per un futuro week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio davvero tanto. Una delle città più belle d'Italia a parer mio.

      Elimina
  3. Lucca è bellissima, ho avuto modo di visitarla un paio di volte. L'ultima in occasione di Murabilia: in quei giorni si veste di fiori ed è una meraviglia. Se devo essere sincera, non ho visto proprio tutto ciò che hai descritto. Mi serve sicuramente un altro giro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io trovo Lucca bellissima e ci torno sempre molto volentieri. Io stessa ho una serie di cose che vorrei ancora vedere in città e mi rifarò sicuramente.

      Elimina
  4. Ho visitato Lucca almeno 15 anni fa e non ricordo di aver visto tutto questo! Mi toccherà tornare prendendo spunto dal tuo itinerario che mi ha particolarmente colpita! Aggiungerei solo Palazzo Bocella per l'arte contemporanea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei tornare perché una serie di cose mi mancano ancora all'appello e oltretutto la città mi rilassa sempre. Non amo particolarmente l'arte contemporanea ma ho letto che quella ospitata al Palazzo Bocella dev'essere davvero interessante.

      Elimina
  5. Ottima guida! Questa è una zona della Toscana che conosco poco

    RispondiElimina
  6. Una città dove sono stata solo di sfuggita per lavoro e dove voglio assolutamente programmare un weekend! Terrò conto di tutti i tuoi consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio veramente, è una delle mie cittadine italiane preferite.

      Elimina
  7. Sono stata a Lucca secoli fa e infatti ricoro solo Piazza Anfiteatro. Del resto, nulla! Mi piace molto l'idea di associare la visita a una tappa a Pisa, dove invece non sono mai stata.
    Chissà se riuscirò a vincere la pigrizia e a girarla in bici ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucca è davvero una chicca toscana. Anche se conosco Pisa, avrei voluto rivederla nel nostro ultimo weekend toscano ma il tempo brutto ci ha fatto proseguire verso la Liguria.

      Elimina
  8. Ho visitato Lucca sempre di sfuggita, in particolare sono stata a Luccacomics. Merita di trascorrere un weekend :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucca Comics credo di averlo visto per 15 anni di fila ma avevo voglia di tornare a Lucca in un periodo più calmo e tranquillo. E' sempre una città meravigliosa.

      Elimina
    2. Interessante la tua guida, ho visto Lucca qualche anno fa e l'ho trovata molto bella. Conto di tornare e fermamici un po' di più per scoprire tutte le altre cose che mi son persa.

      Elimina
  9. Sono stata a Lucca tanti anni fa in occasione del Lucca Comics e già allora devo dire che mi aveva affascinata. Tuttavia mi piacerebbe vederla in circostanze più "normali" per visitare tutto ciò che hai raccontato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho visitata più volte sia in occasione dei Comics che in altri momenti ed effettivamente cambia molto anche se il suo fascino è sempre vivo, anche quando ci sono tantissimi turisti.

      Elimina
  10. Mi avete fatto venire la voglia di visitarla, fra poco avrò delle ferie. probabilmente ci andrò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucca secondo me è assolutamente da visitare, un gioiello e vanto italiano

      Elimina
  11. Mi vergogno moltissimo a dirlo, ma Lucca la conosco proprio pochino; ho visitato praticamente tutte le grandi città d'arte della Toscana, ma Lucca mi manca. Devo provvedere al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne ho visitate alcune (non ancora tutte) e Lucca è forse la mia preferita.

      Elimina
  12. tantissimo tempo ho voglia di andare a Lucca! Proprio il cuore della toscana con le sue bellezze artistiche e le sue diatribe tra città... mi ha fatto proprio ridere la campana che si sentiva fino a Pisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sembrano così strane tutte queste diatribe tra città ed invece, non solo sono esistite in passato, ma perseverano tutt'ora, seppur in altre forme.

      Elimina
  13. Lucca è una di quelle città italiane dove dico sempre di voler andare e poi non visito mai. Mi piacerebbe moltissimo vederla sia durante il Lucca Comics, che subito dopo, quando si svuota di turisti e rest la bellezza e la vera essenza della città.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucca è davvero una città che a parer mio merita una visita per la sua bellezza e ricchezza artistica. Con i Comics è molto particolare, più caotica ma da vedere almeno una volta.

      Elimina
  14. Chissà come mai, ho sempre l'impressione che tutti siano andati a Lucca con la scuola. Almeno una volta. Tornarci da adulta, lo confesso, mi piacerebbe proprio. Chi lo sa? Magari in futuro riuscirò a godermela come si deve..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io con la scuola non l'avevo mai visitata, mio marito si e tornarci dopo parecchi anni è stato un po' strano per lui ma finalmente l'ha potuta apprezzare appieno.

      Elimina
  15. L'ho trovata una città davvero particolare quando ci sono stata un paio di anni fa. Le mura le ho percorse prima camminando e poi correndo: un luogo ideale per allenarsi 😃

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo anche io che le mura sono davvero un luogo ideale per correre, il contesto e la bellezza rendono la fatica molto più accettabile.

      Elimina
  16. Lucca l‘ho visitata da quando sono piccola. Questa estate ci sono tornata. Adoro questa città e consiglio tutti a visitarla. Mi piacciono molto le Foto e l‘articolo è molto informativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Lucca è una delle nostre città preferite e ci torniamo sempre volentieri.

      Elimina
  17. C'è ancora moltissimo della Toscana che ancora non conosco e Lucca rientra tra questi luoghi. Ma prima o poi arriverò anche lì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio vivamente, è una delle cittadine Toscane a parer mio più belle.

      Elimina
  18. Ho adorato Lucca! I bastioni soprattutto, che ho percorso in risciò. Ne hai fatto una descrizione perfetta ed emozionale 💜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Io anche sono particolarmente affezionata a questa città e ogni volta che torno è un'emozione sempre maggiore.

      Elimina
  19. Mi hai fatto riscoprire Lucca! :) ci sono stata tanti anni fa (più di 10) e me la ricordo davvero pochissimo. Ora che l'ho rivista penso di dover tornarci, merita tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci torno sempre volentieri; Lucca è una di quelle città che non mi stanca mai.

      Elimina

LASCIACI UN COMMENTO