ULTIMI POST

Pubblicato il 02/02/21e aggiornato il

In camper ad Aigues Mortes: visitare la città e le sue Saline

 

Aigues Mortes e le sue Saline


Visitare la città fortificata di Aigues Mortes e le Saline du Midi in camper. Ci troviamo tra Camargue ed Occitania in uno dei luoghi più suggestivi ed affascinanti della Francia del Sud, caratterizzata da canali e paludi che si estendono fino al Mar Mediterraneo.  


Siamo in Occitania, nel Sud della Francia tra Arles e Montpellier, in quella zona che viene definita la Camargue Gardoise, fatta di saline, canali e stagni dai tratti unici.

L'area meravigliosa di cui stiamo parlando è formata dalla cittadella fortificata di Aigues Mortes e dalle Saline circostanti: qui il connubio tra natura e storia riesce a stupire chiunque vi transiti.

Noi abbiamo avuto modo di ammirarle ed apprezzarle in un paio di occasioni ed in modo più approfondito durante un nostro tour in camper di qualche giorno tra Pont du Gard, Saline e Fenicotteri, di cui se volete potete leggerne il diario di viaggio. 

In questo articolo invece vi parleremo di cosa vedere e non perdervi ad Aigues Mortes e di come visitare le Saline du Midi.   

INDICE DELL'ARTICOLO


Cenni storici di Aigues Mortes

Il nome della città Aigues Mortes, ossia acque morte, deriva dai tanti stagni e paludi che vi si trovano intorno mentre si presume che un tempo essa avesse uno sbocco diretto al mare.

Le sue origini si perdono nella notte dei tempi: colonia greca e poi romana con la produzione ed esportazione di sale.

Nel Medioevo tutta la zona è sotto il dominio dei Monaci dell'Abbazia di Psalmodie.

Con l'avvento di Luigi IX nel 1240, l'importanza di Aigues Mortes subisce un'improvvisa impennata.
Il Re è alla ricerca di uno sbocco sul Mediterraneo e trova in quest'area il punto ideale con la creazione di un porto interno collegato al mare dal canale Viel, effettua uno scambio con i monaci ai quali offre terre coltivabili per il villaggio.
Fa erigere dapprima la Tour Carbonniere con funzioni di vedetta sull'accesso al sito e successivamente la Tour Constance, decisamente più alta ed importante, ed un castello ormai scomparso.
Sempre Luigi IX proprio da Aigues Mortes si imbarca nel 1248 per la settima crociata e nel 1270 per l'ottava. 
Il figlio di Luigi IX, Filippo, nel 1272 si occupa di far costruire la cinta fortificata attorno alla città, che verrà ultimata circa 20 anni dopo.
Durante il regno di Filippo Aigues Mortes diventa un centro di scambio di primo piano: tutto deve passare dal porto e la merce tassata.

Con l'annessione della Provenza al Regno di Francia avvenuta nel 1481, Aigues Mortes inizia a perdere di importanza a vantaggio di Marsiglia che diventa il porto principale del Mediterraneo.
Alla fine del 1600 le torri e la cinta muraria sono una grande prigione per gli ugonotti.

Oggi l'economia di Aigues Mortes si basa sul turismo, sull'industria di produzione del sale marino e sulla coltivazione di asparagi e della vite. I bastioni sono nel frattempo classificati monumento Storico.

La cinta muraria della cittadella fortificata di Aigues Mortes



Cosa Vedere ad Aigues Mortes

Aigues Mortes, ancora circondata interamente dalla sua cinta muraria, può essere visitata tranquillamente in mezza giornata ma potete estendere la vostra permanenza anche ad un giorno optando per qualche escursione nei dintorni. 

L'Ufficio del Turismo si trova tra le mura cittadine e saprà indicarvi le varie opzioni di tour tra cui scegliere; sarà inoltre in grado di offrirvi tutte le informazioni aggiuntive di cui necessitate per organizzare al meglio la giornata ad Aigues Mortes (safari in 4x4, mini crociera, tour in trenino, calesse, cavallo ecc...).

Il centro cittadino è caratterizzato da una struttura a scacchiera fatta di vie perpendicolari tra di loro, le cui principali sono 5 in linea orizzontale e 5 verticale.

VISITA DELLE MURA, DEI BASTIONI E TORRI

La cinta Muraria di Aigues Mortes risale al XIII secolo anche se la sua costruzione si è protratta per svariati anni. Ad essa si alternano 6 torri e 10 porte per un totale di 1600 metri di circonferenza.

La visita ha inizio dalla Torre di Costanza, un edificio circolare in muratura del diametro di 22 mt. a due piani.
La Tour de Constance presenta delle scale nelle spesse mura per raggiungere i due piani che la costituiscono e nel XVII secolo ha avuto anche funzione di prigione per gli Ugonotti, imprigionati per la loro confessione calvinista. 

Successivamente si possono percorrere i camminamenti per l'intero perimetro ed osservare dall'alto la città, che si svela dalle diverse angolature con altrettanto diversi panorami.


L'ingresso al camminamento è a pagamento e la tariffa comprende anche la visita alla Torre di Costanza.
Tariffe: € 8,00 interi, gratuito -26 anni
Orari (chiusura biglietteria 45 min. prima):
aperto tutto l'anno tranne il 1/01, 1/05, 1/11, 11/11 e 25/12.
- dal 1/09 al 30/04 dalle 10:00-13:00 14:00-17:30
- dal 2/5 al 31/08 dalle 10:00-19:00
Tour de Constance di Aigues Mortes

Porzione delle Mura cittadine di Aigues Mortes

CHIESE

Tre sono gli edifici di culto del centro di Aigues Mortes che meritano una visita.

La Chiesa di Notre Dame de Sablons si affaccia sulla Piazza Principale "Place Saint Louis" ed è la più antica della città. 
Il nome della Chiesa deriva proprio dalla tipologia di terreno della zona; la costruzione originale risale al 1183 in canne e legno ma è stata successivamente riedificata in stile gotico nel 1246.
Negli anni Notre Dame de Sablons ha subito numerosi restauri, il crollo del campanile ed è stata adibita, durante la Rivoluzione Francese, a deposito di sale e caserma.
La facciata della Chiesa di Notre Dame de Sablons di Aigues Mortes
Chiesa di Notre Dame de Sablons

Gli interni di Notre Dame de Sablons di Aigues Mortes
Chiesa di Notre Dame de Sablons - Interni

All'angolo tra Rue de la République e Rue Louis-Blanc si trova la Chapelle des Penitents Blanc, una delle più antiche cappelle del Gard e di tutta la Camargue.
Viene eretta nel 1668 per ordine della Confraternita, da cui prende il nome, in calcare e pietra da taglio ed è stata inserita a inizi '900 tra i Monumenti storici. 
Al suo interno si possono ammirare un museo, diverse reliquie e la copia della Pala d'Altare di Gerusalemme.
La facciata della Chapelle des Penitents Blanc di Aigues Mortes
Chapelle des Penitents Blanc


La Chapelle des Penitents Gris è anch'essa una delle più antiche della regione e si erge in Place Paul Bert.
L'edificio che possiamo oggi ammirare risale al 1605 ed ha sostituito una precedente chiesa degli inizi del XV secolo. 
Durante il primo periodo della sua vita era dedicata a luogo di sepoltura dei membri della Confraternita, che si occupa di aiutare malati e poveri.
Con la Rivoluzione Francese la Cappella viene adibita a granaio; il mobilio interno è andato quasi tutto distrutto ad eccezione dell'altare maggiore della pala.

VIE DEL CENTRO E PIAZZA SAINT LOUIS

Quando si raggiunge Aigues Mortes, ci si accorge ben presto che una delle cose più piacevoli da fare in centro è quella di passeggiare senza una meta precisa, tra le vie del centro storico.

L'impressione che si ha, sin da subito, è quella di una rilassata cittadina dal tipico sapore di cittadina del Sud della Francia, per molti versi simile a quelle Provenzali.
Casette dalle facciate bianche o in pietra chiara, con persiane dalle delicate tonalità pastello, si susseguono una ad una, ospitando locali tipici o colorati negozietti di souvenir. 

Qualunque sia la strada che si percorre, prima o poi si raggiungerà la piazza principale, l'anima frizzante di Aigues Mortes: Place Saint Louis.

Se poi arriverete nella piazza all'ora di pranzo, sarà impossibile resistere dal fermarsi in uno dei tanti locali e ordinare un tradizionale menù del posto.

La Piazza Saint Louis di Aigues Mortes con la statua del Re
Una delle vie del centro storico di Aigues Mortes


Bella via del centro di Aigues Mortes

Cosa Fare ad Aigues Mortes

Esistono numerose attività che è possibile fare ad Aigues Mortes in base al tempo a propria disposizione.
L'ufficio del Turismo che si trova in Place Saint Luis è in grado di offrire tutte le informazioni a riguardo.

Un Petit Train effettua un tour della città vecchia in 25 minuti e attraverso l'audioguida si può ascoltare la rievocazione di crociate, della storia della città e di Luigi IX.

La partenza del Tour avviene dall'ingresso principale "Porte de la Gardette"
Tariffe: € 5,00 adulti, € 3,00 bambini 5-13 anni
In alternativa perché non optare per un tour in barca?Le Crociere fluviali a bordo dei tipici "Bateau" hanno varie formule e durate che possono variare da h. 1:30 a h. 3:45 in base al percorso scelto oppure offrono il tour serale.
I prezzi variano da € 5,00 a € 39,00 e per tutti i dettagli è possibile consultare il sito ufficiale.  

Per escursioni in famiglia tra le terre di Camargue potete scegliere per una gita a cavallo, un safari in 4x4 o addirittura una gita in calesse che farà felice i più piccoli.
Anche in questo caso le tariffe variano e sono consultabili dal sito ufficiale del turismo o presso l'Ufficio Turistico.
 

Storia delle Saline di Aigues Mortes

Le Saline di Aigues Mortes, con i loro 9.800 ettari, risultano le più grandi del Mediterraneo; si estendono su due dipartimenti, quello del Gard e quello di Bouches-du-Rhone, interessando i comuni di Aigues Mortes, le Grau-du-Roi, St. Laurent d'Aigouze e Les Saintes Maries de la Mer..

L'origine delle Saline di Aigues Mortes risale addirittura al IV secolo a.C. in quanto la zona è da sempre ideale per la coltivazione del sale. La produzione del sale viene realizzata per la prima volta dai Romani, con a capo l'ingegnere Peccius.

Successivamente le Saline di Aigues Mortes rimangono per anni sotto la proprietà di abbazie, prima, e dei re dopo; con Filippo il Bello, figlio di Luigi IX, viene addirittura inventata la Gabella: imposta derivante dalla vendita del sale.

Più tardi le saline dell'area chiamata "Peccais" sono divise in piccoli lotti e coltivate da vari proprietari ma con le alluvioni del 1842, gli stessi coltivatori decidono di associarsi e fondare la Compagnia des Salins du Midi.

Il panorama sulle Saline di Aigues Mortes


La continua attività produttiva delle Saline ha consentito di preservare l'intera zona, mantenendo un ecosistema incredibile che ospita oggi una fauna ed una flora unici.
Non solo si possono trovare i fenicotteri rosa, che si stimano nel 15/20% del totale nazionale, ma sono state censite circa 200 specie di cui 157 protette che qui possono venire a nidificare in assoluta tranquillità.

Anche la Flora, grazie alla presenza del sale, vanta una vasta varietà di specie non indifferente: sono 200 e molte di esse preservate direttamente dai salinari. 
Fenicotteri nelle Saline di Aigues Mortes

Le saline di Aigues Mortes e il tipico paesaggio



La produzione del Sale di Aigues Mortes

La produzione del Sale nelle Saline avviene grazie alla figura del Salinaio che ha il compito di far circolare l'acqua da un bacino all'altro, in base al tempo e alla tipologia della vasca: evaporante, salante e cristallizzante
Ogni vasca ha infatti una densità di sale differente che determina, tra l'altro, la tipologia di flora e fauna che vi si trova.

Man mano che il sale si addensa, anche il colore dell'acqua cambia a causa della Dunaliella Salina, una microalga.
Quest'alga viene consumata dall'Artemia Salina, il gamberetto rosa di cui si ciba il fenicottero e che gli conferisce il tipico colore.
Quando il sale aumenta, il gamberetto scompare e l'acqua inizia a tingersi di un color rosa sempre più intenso.
I colori delle vasche delle Saline di Aigues Mortes

Il lavoro del Salinaio inizia in primavera con l'immissione dell'acqua nella salina, attraverso vari canali che collegano direttamente l'acqua del mare alle vasche.

Successivamente si convogliano le acque nelle vasche salanti, che si saturano di sale evaporando quasi totalmente.

La cristallizzazione, ossia il sale che si addensa, avviene da aprile a settembre, grazie all'intervento del sole e del vento.

A settembre, infine, si raccoglie il sale che viene ammassato in vere e proprie montagne.
Montagne di sale delle Saline di Aigues Mortes


Il pregiato FIORE DI SALE (FLEUR DE SEL) è ricavato da milioni di cristalli che si formano sulla superficie dell'acqua durante l'estate, quando c'è poco vento.
Il processo di raccolta, secondo la tradizione, avviene rigorosamente a mano dai salinai ed è uno dei sali più pregiati che si possano trovare in commercio.

Visitare le Saline di Aigues Mortes

Le Saline du Midi di Aigues Mortes si trovano a circa 3 Km dal centro cittadino e possono essere visitate scegliendo tra diverse opzioni: a piedi con o senza guida, con bici proprie o con noleggio e accompagnatore, con trenino o in 4x4.
L'ingresso alle saline è a pagamento, con prezzi che variano in base alla tipologia di visita scelta.
 

TARIFFE E ORARI

Il tour in Trenino ha partenze ogni mezz'ora (gli orari di apertura e chiusura variano in base alle stagioni) mentre il costo è di:
€ 10,80 adulti
€ 8,50 bambini 5-13 anni

Il tour guidato in bicicletta ha durata di circa 3 h. con orari che variano in base al periodo dell'anno mentre la tariffa è di:
€ 31 con noleggio bici
€ 26 con bici propria

Il tour in bicicletta senza guida è previsto soltanto in alcuni periodi dell'anno e con un'età minima di 8 anni. E' obbligatorio un giubbotto catarifrangente mentre la tariffa è di:
€ 20 adulti
€ 15 bambini 8-13 anni

Il tour a piedi ha durata di circa 1:30 h. con orari che variano in base al periodo dell'anno e un'età minima di 10 anni; la tariffa è di:
€ 19 adulti
€ 13 ragazzi 10-13 anni

Il tour a piedi senza guida è previsto soltanto in alcuni periodi dell'anno. E' obbligatorio un giubbotto catarifrangente e sono ammessi i tricicli e passeggini; la tariffa è di:
€ 8,50 adulti
€ 5 bambini 7-13 anni
gratuito bambini fino ai 6 anni

Sul sito ufficiale che trovate a fondo articolo è possibile prenotare le visite e documentarsi sugli attuali orari e tariffe. 


Il trenino è una delle alternative alla visita delle Saline di Aigues Mortes


VISITA IN TRENINO DELLE SALINE

Per la visita delle Saline du Midi abbiamo scelto il tour sul Petit Train che ha una durata di circa h. 1:15 e dispone di audioguida; le tariffe sono quelle indicate nel paragrafo sopra.

L'itinerario si articola tra le saline, qui possiamo ammirare la diversa flora e fauna che le abita e le variazioni di colori tra le vasche di evaporazione.

Il panorama che ci si presenta di fronte è unico: distese e distese di bianco alternato all'azzurro dell'acqua e al rosa; uccelli di diverse specie, tra cui spiccano i fenicotteri rosa, che sostano tranquilli mentre il silenzio attorno è quasi surreale.
Sullo sfondo, la cittadella e le mura di Aigues Mortes completano il quadro.
Il rosa acceso nelle saline di Aigues Mortes

La prima tappa del nostro tour è ad una delle famose colline costituite da sale, che vengono chiamate "Camelle".
Vere e proprie montagne di sale alte in media oltre i 20 m. e lunghe 400 m. servono per raccogliere la materia prima e conservarla.
Una di esse è accessibile al pubblico: dopo la scalata possiamo ammirare dall'alto e a 360° il magnifico panorama.  
Le dune di sale dette Camelle alla Salina di Aigues Mortes

Ultima fermata prima della conclusione del percorso è quella al piccolo Museo del Sale.
In questo edificio viene raccontata la storia della produzione del sale  dalle origini, sono esposti gli attrezzi utilizzati in passato e quelli attuali ed indicata la fauna e la flora residente in questo habitat.
Annesso al Museo uno shop dove è possibile qualche acquisto; tra i tanti prodotti anche il pregiato Fleur du Sel (Fior di Sale).
Il sale nel Museo del Sale di Aigues Mortes

Interno del Museo del Sale delle Saline di Aigues Mortes



Dove sostare con il camper ad Aigues Mortes e alle Saline

Le Saline du Midi hanno un ampio parcheggio dove è possibile sostare anche con il camper per il tempo necessario alla visita del sito.
Per la sosta anche notturna ad Aigues Mortes e dintorni vi proponiamo alcune possibilità:

1. Il Parcheggio P4 fuori dalle mura è dedicato ai camper ed è perfetto per la visita della città in quanto vicinissimo. E' a pagamento ma con wc gratuito. 
Lo consigliamo e lo abbiamo scelto per la visita di Aigues Mortes in quanto il più comodo e vicino alla città.  
- Parking P4, Bulevard Diderot - 30220 AIGUES MORTES (GPS 43.565762, 4.195944)
2. Per chi preferisce il Campeggio, il più vicino, con tutte le comodità tra cui la piscina, è il Camping La Petit Camargue Yellow.
Il campeggio dista circa 3,5 Km dal centro di Aigues Mortes che può essere raggiunto anche con le bici.
Ottima soluzione se si ha intenzione di pernottare in campeggio anche per più notti e andare alla scoperta dei dintorni
- Camping la Petit Camargue Yellow, D62 - 30220 AIGUES MORTES (GPS 43.562840, 4.158524) Tel. +33 4 66 53 98 98
3. Se invece si preferisce una vera e propria Area Camper, a circa 4 Km in direzione Grau du Roi si trova Les Poissons d'Argent. L'area a pagamento si trova vicino ad uno stagno dove è possibile pescare, dispone di servizi di C/S, allaccio elettrico, ristorante.  
Ideale se si sceglie di pernottare in Area Camper
- Area Camper Les Poissons d'Argent, D62 - 30220 AIGUES MORTES (GPS 43.562091, 4.165716) Tel. +33 6 77 92 32 60

Per Bambini

- La camminata sui bastioni.
- Tour sul Petit Train delle Saline
- Giro in bici, in barca, i 4x4 o sul calesse nella Petit Camargue




Cosa Vedere nei dintorni di Aigues Mortes

L'intero territorio della Camargue e tutto da esplorare e se si hanno più giorni a disposizione è possibile effettuare splendide escursioni.
Tra le località che meritano una visita troviamo a poco più di 6 Km. Le Grau du Roi mentre a 12 Km. La Grand Motte.
Distante 30 Km. Les Saintes Maries de la Mer è da tutti considerata la capitale della Camargue.



Come Arrivare ad Aigues Mortes

Aigues Mortes si trova nella Regione Occitania, dipartimento del Gard. 
Se si proviene da Arles, imboccare prima la N572 quindi la D572N direzione Saint Gilles, da qui prendere la D6572 fino ad Aimargues e infine la D979.
Se si arriva da Nimes imboccare la Rue National N113 e proseguire verso sud fino al bivio che porterà prima D6313 e quindi D979.
Per chi arriva da Montpellier, seguire la N113 direzione Nimes e al bivio imboccare la D6572 e quindi D979.
Se volete maggiori indicazioni su come arrivare in Francia dall'Italia, vi rimandiamo al nostro articolo sui Valichi e Trafori  


I Nostri Diari di viaggio su Aigues Mortes


Indirizzi Utili


MANGIARE

- Brasserie La Citadelle, Place Saint Louis 10 - 30220 AIGUES MORTES (GPS 43.566738, 4.189649)
- Restaurant La Gardiane, Place Saint Louis 6 - 30220 AIGUES MORTES (GPS 43.566532, 4.189901)



SITI UTILI

Ti potrebbero anche interessare

 
Visitare Arles
Arles in Camper
   
Visitare Les Saintes Maries de la Mer
       Les Saintes Marie de la Mer e la Camargue      
 
Visitare Carcassonne
Carcassonne in camper












Nessun commento:

Ti è piaciuto questo articolo?

LASCIACI UN COMMENTO