ULTIMI POST

Pubblicato il 13/05/21e aggiornato il

Weekend sul Lago Maggiore in camper: Baveno, Stresa e le Isole Borromee

 

Lago Maggiore in camper


Cosa vedere sul Lago Maggiore in camper in un weekend? Visita a Baveno, Stresa e alle meravigliose Isole che impreziosiscono il più grande Lago del Piemonte.


Il principale lago del Piemonte è il Lago Maggiore che è condiviso, per metà, con la Lombardia.
Numerose sono le località e attrazioni che il sito offre, regalando giorni di vacanza all'insegna del divertimento, della cultura ma anche del relax.

Ma cosa vedere sul Lago Maggiore se avete a disposizione solo un Weekend?
Il lago è perfetto anche per una gita di un paio di giorni e nel nostro articolo vi indicheremo quali sono le mete imperdibili da visitare, cosa fare e dove sostare in camper.

Come d'abitudine, per i nostri itinerari ci documentiamo su internet e prendiamo spunto dalle immancabili Guide Lonely Planet.

 
Andremo alla scoperta di paesi sul lungolago come Stresa e Baveno, località dal sapore antico, dove ancora si respira un fascino da bell'epoque, simbolo di un passato che le ha viste mete di un turismo benestante con palazzi e hotel di lusso; ci sposteremo con il battello per raggiungere le Isole Borromee, ciascuna con la propria identità ma tutte ricche di fascino e di una bellezza fuori dal tempo.


INDICE DELL'ARTICOLO



- 1° GIORNO: Bernezzo - Baveno  (253 Km)

Abitando in Piemonte raggiungiamo Baveno in meno di tre ore di viaggio e questo ci permette di partire il venerdì pomeriggio e di arrivare ancora in prima serata. 

Scegliamo come punto sosta il Camping Parisi, un bel campeggio in riva al lago e al contempo in centro al paese.
Consigliamo questa struttura ricettiva in quanto dispone di piazzole ampie ed in piano, un blocco sanitari recente e pulito e gestori disponibili e gentili. 

Il check-out è fissato per le 12:00 ma avrete comunque la possibilità di lasciare il campeggio subito dopo pranzo. Se preferite restare ancora nel pomeriggio, potete pagare un supplemento. 



Il Camping Parisi di Baveno sul Lago Maggiore
Lago Maggiore - Camping Parisi


La sera, stanchezza permettendo, vi consigliamo una passeggiata sul lungo-lago di Baveno che regala romantiche prospettive sul Lago Maggiore e sulle vicine Isole Borromee.

Il Lago Maggiore è un lago Prealpino che non solo si estende in territorio Italiano, e precisamente tra Piemonte e Lombardia, ma anche in Svizzera per la parte a nord.
Per dimensione è il secondo lago italiano, dopo il Lago di Garda ed è stato abitato fin dai tempi più antichi, da tribù nomadi.

Si sono poi succeduti Liguri, Celti, Galli e Romani.

Nel Medioevo, grazie alla costruzione di castelli e borghi, il Lago Maggiore vede un'epoca di splendore la cui casata dei Borromeo è sicuramente quella più nota e influente.
Ancora oggi ai Borromeo si deve il nome delle Isole, di Ville e Rocche.

Attorno al Lago sono numerosi i castelli, i parchi, le ville ed altre attrazioni degne di nota, in grado di garantire un perfetto mix tra cultura e natura.
Il lungo lago di Baveno con splendidi panorami sul Lago Maggiore



- 2° GIORNO: Stresa e Isole Borromee

Con un'intera giornata davanti, da dedicare alle visite, decidiamo di imbarcarci su uno dei tanti battelli che naviga sul Lago e garantisce il collegamento con i centri principali e le isole.

Ci dirigiamo all'imbarcadero, che dista 5 minuti a piedi dal campeggio.

E' possibile optare per il trasporto pubblico o quello di compagnie private che offrono prevalentemente un tour delle isole. 

Le tariffe variano in base al tratto da percorrere ma è possibile effettuare biglietti giornalieri e per famiglie.

Troverete maggiori informazioni nel box apposito a fine articolo.

L'imbarcadero di Baveno per raggiungere Stresa e le Isole Borromee

Il nostro itinerario giornaliero prevede la cittadina di Stresa e due delle tre Isole Borromee: l'Isola dei Pescatori o Superiore e l'Isola Bella.

STRESA

La prima località che raggiungiamo è Stresa, meno di 5 Km a sud. di Baveno e comodamente servita dai battelli.

Stresa si trova sulla sponda occidentale del Lago Maggiore ed è una cittadina dal fascino d'antan, in cui ancora si respira quell'atmosfera un po' chic e un po' snob che l'ha resa tra le mete preferite dalla nobiltà Europea.
Ancora oggi spiccano gli eleganti ed imponenti hotel extra lusso dove vi hanno soggiornato personaggi illustri e che, tutt'oggi, offrono ai clienti camere e ambienti da sogno.

Il lungo lago di Stresa e le eleganti ville

Le origini di Stesa sono da far risalire al 998, quando per la prima volta viene citata all'interno di una pergamena.
L'ubicazione della città, sulla strada romana che univa Milano al Lago Maggiore, ha notevolmente incrementato la sua fama ed è ancora una delle località più visitate, non solo del Lago, ma di tutta la regione.

Per prima cosa ci dirigiamo verso il centro storico: una piazzetta avvolta da una manciata di vie, su cui si affacciano bar e negozi ospitati in eleganti edifici. 
Non ci sono particolari cose da vedere ma il bello sta nel passeggiare senza una vera e propria meta, assaporando quel senso di pulito ed ordinato che emerge dinnanzi a noi.

La piazzetta nel centro di Stresa
Stresa - Centro

Ritorniamo sul lungolago e ci dirigiamo verso una delle maggiori attrattive di Stresa: la Villa e il Parco Pallavicino

PARCO PALLAVICINO

La Villa e il Parco Pallavicino si trovano sul Lungo Lago di Stresa e coprono un'area di circa 18 ettari.
La Villa viene realizzata nel 1855 per lo statista e letterato Ruggero Borghi ma passa dopo pochi anni nelle mani della famiglia Pallavicino.
Il parco viene ammodernato con la realizzazione di strade mentre l'edificio viene trasformato in una splendida dimora in stile neoclassico.
Nel 1952 la Marchesa Luisa decide di ospitare, all'interno del parco, animali provenienti da diversi territori e nel 1956 lo stesso viene aperto al pubblico come giardino faunistico.

Dal 2017 il Parco Pallavicino entra nel circuito delle terre Borromeo e ad esso viene dedicata un'importante opera di miglioria.

La Villa è tutt'ora dimora privata e non aperta al pubblico. 

La splendida Villa Pallavicino sul lungo lago di Stresa
Stresa - Villa Pallavicino


Raggiungiamo l'ingresso al parco dove è presente la biglietteria.

I biglietti possono essere acquistati in biglietteria o online sul sito ufficiale: https://www.isoleborromee.it/

Tariffe di ingresso:
- € 12,00 adulti
- € 8,00 ragazzi 6-15 anni
- € 4,00 bambini 3-6 anni

Orari di accesso:
dalle 10:00 - alle 17:30 fino al 30 giugno 2021 (gli altri orari verranno comunicati in seguito)

L'accesso è consentito anche ai cani purché al guinzaglio, ad eccezione dell'AREA FATTORIA.
Vi consigliamo sempre di consultare il sito ufficiale per eventuali aggiornamenti di orari e tariffe.

E' inoltre possibile l'acquisto di pacchetti combinati con l'Isola Bella, con l'Isola Madre e/o con la Rocca di Angera.
Da subito ci rendiamo conto di come il parco sia immenso e rappresenti il perfetto esempio di pace. 
Tra alberi secolari di alto fusto, cespugli, piante fiorite e cascatelle ci addentriamo lungo il percorso che ci conduce nelle varie zone in cui esso è idealmente suddiviso.

Lo splendore del Parco Pallavicino di Stresa con alberi secolari e fiori

L'Area Fattoria è il paradiso per i bambini, qui potranno entrare in contatto diretto con lama, caprette e cerbiatti, liberi di gironzolare in un ambiente a loro riservato.

Ricordiamo che nell'area Fattoria non è consentito l'accesso ai cani. 

L'area della Fattoria nel Parco Pallavicino di Stresa

Successivamente è il turno dell'area zoologica in cui ammiriamo alcune specie provenienti da varie parti del globo, tra cui: zebre, canguri, tartarughe, pappagalli.
Tutti gli animali ospitati non potrebbero più vivere nel loro habitat.

In più punti sono presenti spazi per il pic-nic con tavoli e/o panchine, una caffetteria e aree relax.

I sentieri si diramano per tutto il parco ed è divertente scoprire sempre nuovi angoli in cui poter osservare un albero raro o un fiore particolare, così come nello splendido giardino dei fiori, che delizia il visitatore con fiori stagionali, durante ogni mese dell'anno.

Il Giardino Fiorito all'interno del Parco Pallavicino di Stresa

Ci si potrebbe trascorrere un'intera giornata senza annoiarsi ma, ahimè, per noi il tempo è tiranno e dobbiamo lasciare il Parco e tornare verso l'Imbarcadero.

Siamo ormai all'ora di pranzo e ci imbarchiamo alla volta dell'Isola dei Pescatori.

ISOLA DEI PESCATORI

L'Isola dei Pescatori, o Isola Superiore, è una delle tre isole Borromee insieme all'Isola Bella e all'Isola Madre.
E' la più piccola tra le Isole ma è l'unica abitata durante tutto l'anno; deve il suo nome proprio all'attività svolta dai suoi abitanti ed è caratterizzata da case a più piani, adatte a sfruttare il poco spazio presente.

L'isola dei Pescatori, una delle tre isole Borromee

La sua storia risale a più di 700 anni fa ed è oggi conosciuta e frequentata dai turisti grazie, soprattutto, alle trattorie che offrono  ottimi piatti a base di pesce freschissimo.

Vista l'ora, ci fermiamo per il pranzo alla Trattoria Imbarcadero scelta da Tommy che, a quanto pare, ha ormai acquisito un ottimo istinto culinario.
Il locale si rivela infatti una piacevole scoperta con un ottimo rapporto qualità prezzo e ovviamente ci sentiamo di consigliarlo anche a voi.
 
Concluso il pranzo ci immergiamo nel piccolo centro, caratterizzato da un intersecarsi di vicoli con splendidi affacci sul lago. 
La Chiesa dell'Isola è dedicata a San Vittore e risale al XI secolo; successivamente ampliata in stile gotico, conserva al suo interno un altare con i 4 busti dei vescovi Sant'Ambrogio, San Gaudenzio, San Carlo Borromeo e San Francesco di Sales.  

Il piccolo centro dell'Isola dei Pescatori sul Lago Maggiore

La Chiesa di San Vittore sull'Isola dei Pescatori sul Lago Maggiore
Isola dei Pescatori - Chiesa di San Vittore

Altrettanto gradevole è la passeggiata lungolago che ci porta sulla punta settentrionale: qui è possibile ammirare il panorama in tutto relax seduti su una delle panchine presenti.

Il lungolago e la punta settentrionale dell'Isola dei Pescatori

Lasciamo l'Isola dei Pescatori per dirigerci verso l'ultima meta di giornata: l'Isola Bella.

ISOLA BELLA

L'Isola Bella è la seconda per dimensioni tra le tre Isole Borromee ed è per la maggior parte occupata dal famoso Palazzo Borromeo e dal suo immenso parco.

Va da sé che il Palazzo e il Giardino sono il principale motivo per cui si visita quest'isola.

Noi, purtroppo, avendo il cane, non vi possiamo accedere e ci limitiamo a passeggiare nella restante area libera a tutti.

L'Isola Bella è una delle tre Isole Borromee ed è la più nota

Il Palazzo Borromeo viene eretto a partire dal 1632 per volere di Carlo III Borromeo, che decide la realizzazione di un edificio per la moglie Isabella d'Adda.

La costruzione, anche a causa dell'avvento della peste, si prolunga fino alla fine del secolo con i figli di Carlo III: Gilberto III e Vitaliano VI.

Il Palazzo si erge dalla sponda settentrionale dell'isola con una facciata grandiosa che occupa tutto il lato nord; si estende quindi a forma di T per terminare con gli immensi e meravigliosi giardini.

Numerose le stanze visitabili a cui, purtroppo, per questa volta dobbiamo rinunciare.

Facciata del Palazzo Borromeo sull'Isola Bella

Il giardino in stile Italiano è probabilmente ancora più bello del Palazzo. 
E' formato da dieci terrazze sovrapposte a formare una piramide ed arricchito da fontane, statue e piante esotiche. 

La realizzazione del parco è successiva e la si deve a Carlo IV; non sarà difficile, mentre si passeggia tra le sue bellezze, incontrare pavoni, i padroni incontrastati.

Vista sul parco del Palazzo Borromeo dell'Isola Bella

I giardini del Palazzo Borromeo sull'Isola Bella

I biglietti possono essere acquistati sul posto  e online sul sito ufficiale https://www.isoleborromee.it/

Tariffe di ingresso:
- € 18,00 adulti
- € 11,00 ragazzi 6-15 anni

Orari di accesso:
dalle 10:00 - alle 17:30 fino al 30 giugno 2021 (gli altri orari verranno comunicati in seguito)

E' inoltre possibile l'acquisto di pacchetti combinati con il Parco Pallavicino , con l'Isola Madre e/o con la Rocca di Angera.
Percorriamo parte del lungo lago ed il viottolo accessibile senza biglietto prima di riprendere il battello e rientrare in campeggio.

La terza delle Isole Borromee è l'Isola Madre che non visitiamo in quanto, essendo prevalentemente formata dal Palazzo e dall'enorme Giardino Botanico, è vietata ai cani.

Il lungo lago sull'Isola Bella del Lago Maggiore


- 3° GIORNO: Baveno - Bernezzo  (253 Km)

Decidiamo di dedicare l'ultima mezza giornata a nostra disposizione alla visita del centro di Baveno. 

Baveno sorge nel centro del Golfo Borromeo e ha una splendida vista su Pallanza, proprio di fronte, e sulle isole.

Le sue origini sono romane ed proprio in quell'epoca che la città riveste notevole importanza, grazie al passaggio della strada consolare che collegava Milano con il Passo del Sempione.

Il piccolo centro storico conserva le sue principali attrattive in uno spazio ristretto: qui si riuniscono la Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso, il Battistero ed il Porticato della Via Crucis.

La Chiesa risale all'XI secolo, è in stile romanico ma è stata ristrutturata successivamente in più occasioni, tra il XVII e XVIII secolo.
La Chiesa ed il Battistero di Baveno

Il Battistero risale invece al V secolo con una pianta ottagonale ed una cupola affrescata. 

Accanto alla Chiesa e al Battistero sorge il Porticato della Via Crucis, realizzato nel 1839 a seguito del trasferimento del cimitero.
Il Porticato presenta arcate, affreschi e colonne in granito.

Il complesso di Baveno con Battistero e Porticato

Vicino ai tre edifici religiosi si innalza il Palazzo Pretorio che ospita il Museo GraNum, dedicato al granito rosa estratto dalle cave di Baveno e alla pietra del Verbano.

Visitiamo l'area rapidamente e ci dirigiamo verso il lungo lago; qui possiamo ammirare alcune delle ville più belle della cittadina, come la particolare Villa Henfrey Branca in stile gotico.
La maggior parte delle ville sono private e non visitabili ma è possibile ammirarne l'esterno ed i bellissimi giardini fioriti che solitamente le adornano.

Per concludere degnamente il nostro weekend sul Lago Maggiore, decidiamo di ritornare sull'Isola dei Pescatori per il pranzo.
Ovviamente la nostra scelta ricade nuovamente sulla Trattoria Imbarcadero che anche questa volta non ci delude.

Quale miglior modo per terminare questa mini-vacanza?

Ora non ci resta che rientrare verso casa e programmare il prossimo weekend.

Noi di ViaggiamoHG al Lago Maggiore


Navigazione sul Lago Maggiore

Uno dei modi alternativi e più affascinanti per muoversi tra le località più note del Lago Maggiore è quella di usare il battello.

Le principali località collegate sul versante Piemontese sono: Stresa, Baveno, le Isole Borromee, Pallanza e Intra. 

Oltre al Servizio Pubblico di Linea esistono anche compagnie private che effettuano perlopiù l'escursione delle Isole. 

Queste compagnie hanno il loro chiosco solitamente vicino alla biglietteria del servizio di linea.

Ci chiederete quale compagnia conviene?
Ebbene questo non possiamo dirvelo a priori perché i prezzi variano in base all'itinerario che sceglierete di fare e al numero delle persone.

Noi ci siamo sempre appoggiati al Servizio di Linea, il primo giorno abbiamo optato per un ticket giornaliero famiglia che comprendesse la possibilità di visitare Stresa, Isola Bella e Isola dei Pescatori.
Il secondo giorno abbiamo optato per un biglietto famiglia di A/R solo per l'Isola dei Pescatori.

Se scegliete di fare l'escursione unicamente a tutte e tre le isole, potrete valutare anche il Servizio Privato che propone questo tipo di escursione con le tariffe esposte. 

Sul sito ufficiale del Servizio di Linea https://www.navigazionelaghi.it/ trovate sia le tariffe aggiornate che gli orari.

La tabella con le tariffe elenca le possibili destinazioni e partenze; sarà sufficiente incrociare le due località per visualizzare la categoria della tratta e da lì il costo della tariffa singola.

Sono inoltre indicati i prezzi per le tariffe giornaliere sulla base della categoria della tratta.
Se scegliete durante il giorno di visitare più di una località appartenente alla stessa categoria, potrete valutare l'acquisto del ticket giornaliero per quella categoria.
Se vi trovate a Stresa e volete visitare tutte le isole Borromee, allora potete valutare l'acquisto di questo Tour Turistico che vi permetterà di scendere quando e dove vorrete tra le isole, nell'arco dell'intera giornata


Se vi trovate a Stresa ma volete solo visitare l'Isola Bella, allora ecco qui il Tour che fa per voi



Come Raggiungere il Lago Maggiore

Per raggiungere la sponda piemontese del Lago Maggiore occorre percorrere la A26 Gravellona Toce ed uscire a Baveno.
Se si proviene dalla A4 Torino-Milano, imboccare la A26 a Vicolungo.


Per Bambini

- Passeggiata lungo il lago 
- Raggiungere le isole con il Battello
- Visitare il Parco Pallavicino con gli animali della fattoria


Indirizzi Utili


DORMIRE

- Camping Village Parisi, Via Piave 50 - 28831 BAVENO (VB) (GPS 45.912444, 8.508188) Tel. +39 0323 924160

MANGIARE

Trattoria Imbarcadero, Via Lungo Lago 12, 28838 ISOLA DEI PESCATORI (VB) (GPS 45.90020, 8.52077) Tel. +39 0323 30329



SITI UTILI



Ti potrebbero anche interessare

 
Visitare il Lago d'Orta
Lago d'Orta in Camper
   
Visitare il lago di Como
       Lago di Como in camper      
 
Visitare Avigliana
Avigliana in camper







2 commenti:

  1. Un itinerario davvero ben fatto , grazie per i consigli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, mi fa piacere che ti sia piaciuto. Conosci questa zona? Quale sito descritto ti è piaciuto di più?

      Elimina

LASCIACI UN COMMENTO