ULTIMI POST

Pubblicato il 12/11/21e aggiornato il

In camper con il cane: tutto quello che devi sapere e cosa serve per viaggiare

Viaggiare in camper con i cani

Viaggiare in camper con il cane: informazioni utili, indicazioni e oggetti indispensabili da portare in vacanza, per il nostro amico a quattro zampe.  


Il camper non solo è un mezzo adatto per viaggiare con i cani ma anzi è spesso la scelta di chi vuole portare sempre con sé il proprio amico a quattro zampe, anche in vacanza.

Ma quali sono le cose da sapere prima di partire?

In questo articolo vi forniremo le informazioni necessarie per viaggiare in tutta serenità e senza pensieri, sia per voi che per il vostro animale.
Vi indicheremo le regole da seguire, gli obblighi di viaggio, le cose indispensabili da portare in camper e quelle che si riveleranno molto utili nel corso della vacanza.



INDICE DELL'ARTICOLO




Tutti i cani sono adatti per viaggiare in camper?

Iniziamo questo articolo con una piccola premessa.
In linea di massima i cani si adattano molto velocemente al camper e ai nuovi ritmi di vita che esso comporta, sono anzi ben felici di poter andare in giro con il proprio padrone e condividere con lui anche questo momento di vita.

Ma, se i cani si adattano a voi, alla stessa stregua voi dovrete adattarvi a loro e rispettarne le esigenze, soprattutto in viaggio.

Dovrete innanzitutto stabilire se il vostro cane non patisca il "mal d'auto" perché in tal caso sarà opportuno consultare il veterinario e valutare il da farsi.

Successivamente bisognerà modulare il viaggio e le soste in base alle abitudini dell'animale: valutate se il cane è abituato a fare lunghi percorsi e se sia opportuno frammentarli con soste più o meno frequenti.

Una volta stabilite queste prime e basi siete pronti per organizzare la vacanza. 


Documenti sanitari del cane

Prima di partire in viaggio con il vostro cane, occorre mettersi in regola con tutti gli obblighi vaccinali e munirsi dei documenti necessari.

Se il cane è in cura per alcune patologie e necessita di medicinali abituali, è sempre buona norma portarli da casa, almeno per i primi giorni per non rischiare di non trovarli nelle farmacie del posto.

VIAGGIARE IN ITALIA

Se si viaggia in Italia è sufficiente avere con sé il LIBRETTO SANITARIO in cui oltre all'anagrafica del cane e al suo microchip, sono annotate le vaccinazioni effettuate che dovranno sempre essere in corso di validità.

Se si viaggia in alcune zone del nord est è necessaria anche la vaccinazione antirabbica.
Le vaccinazioni obbligatorie hanno generalmente valenza annuale e devono essere presenti sul Libretto Sanitario.

VIAGGIARE ALL'ESTERO

Se decidete di recarvi all'estero con il vostro cane, è obbligatorio il PASSAPORTO, un documento che ha valore legale e in cui sono annotati i dati anagrafici, il microchip e ha anche valore sanitario con la registrazione dei vaccini effettuati.

Oltre ai vaccini obbligatori è necessario effettuare il vaccino antirabbico che dev'essere somministrato almeno 21 giorni prima di recarsi all'estero.   
In paesi come la Gran Bretagna, l'Irlanda, la Svezia e Malta occorre in aggiunta un test degli anticorpi per il virus della rabbia, da fare alcuni giorni dopo l'antirabbica.

Il vaccino contro la tosse canina non è obbligatorio ma è consigliato.

In base alla destinazione, per cui occorre sempre informarsi preventivamente con il proprio veterinario, potrebbero essere richiesti ulteriori vaccini come quelli contro l'epatite o il cimurro.

Per alcuni paesi del nord Europa è necessario effettuare la profilassi contro l'echinococco e le zecche.

La vaccinazione antirabbica ha validità che può variare da uno a tre anni in base alla casa farmaceutica di appartenenza del vaccino.
Il passaporto per cani serve per viaggiare all'estero

Infine, oltre al passaporto, per l'espatrio è necessario munirsi di un certificato di salute internazionale, rilasciato dal veterinario e che ha validità di 30 giorni.

Il certificato di salute non è quasi mai citato ma, dalle ricerche che abbiamo effettuato, risulta obbligatorio. 

Regole e norme di trasporto durante il viaggio

Il cane durante il viaggio, sia in auto che in camper, non dev'essere di intralcio o di potenziale pericolo per il guidatore.

In aggiunta è opportuno avere sempre con sé un buon rifornimento di acqua e di effettuare soste periodiche per consentire all'animale una breve passeggiata. 

TRASPORTINI, GABBIE E GUINZAGLI

Al fine di viaggiare in totale sicurezza e secondo le regole vigenti, il cane dev'essere alloggiato in trasportini o gabbie oppure fissato alle cinture di sicurezza attraverso appositi guinzagli con agganci dedicati; in ogni caso sempre a distanza dal guidatore, per evitare possibili intralci.

Per la nostra cagnolina Luna, non abituata alle gabbie, abbiamo optato per il guinzaglio da agganciare all'alloggiamento della cintura di sicurezza.
Questa soluzione è comoda, consente una certa libertà di movimento senza creare intralcio o possibili pericoli.
Il guinzaglio per auto ha attacco per la cintura di sicurezza


In alternativa sono presenti in commercio degli appositi seggiolini per cani di taglia piccola o medio/piccola, che vengono posizionati sul sedile e fissati con cinghie regolabili in dotazione.
A questo, per un'ulteriore sicurezza, il guinzaglio del cane dev'essere collegato all'alloggiamento delle cinture di sicurezza.

Seggiolino per il trasporto in auto e in camper di cani



Troviamo poi i classici trasportini che possono essere essere di tipo morbido e pieghevole come quello qui sotto. 
Si può scegliere tra vari colori e misure, in base alla taglia del cane.

Trasportino di vari colori e misure per cani, in tessuto morbido
  


Questo è invece un trasportino di tipo rigido.
Anche in tal caso può essere di varie dimensioni in base alla grandezza del cane.
Lo svantaggio può essere dato dal peso del trasportino superiore a quelli precedenti e da un ingombro maggiore anche da vuoto, in quanto non può essere ripiegato.


Un ultima alternativa che ci sentiamo di segnalarvi è questo trasportino/gabbia completamente in metallo, che può essere richiuso in caso di non utilizzo. 

Una gabbia in metallo che si smonta, per il trasporto cani in camper


CIOTOLE

Lo abbiamo anticipato poco fa: durante il viaggio occorre avere sempre a disposizione acqua fresca in modo che, ad ogni sosta, il cane possa abbeverarsi in modo adeguato.

Noi abbiamo acquistato delle ciotole antiscivolo, perfette sia per il viaggio, perché non rischiamo di versare acqua sul pavimento del camper, e adattissime anche durante la vacanza per l'acqua e il cibo.


Il consiglio è quello di dotarsi di due ciotole distinte: una sarà sempre con acqua pulita e l'altra dedicata al mangiare.
Le ciotole antiscivolo perfette per il camper



La vita del cane sul camper

Una volta risolto il problema del viaggio, occorre pensare a quali potrebbero essere le esigenze o gli oggetti necessari al cane durante la vacanza.

Innanzitutto non si deve pensare ad un cane come un soprammobile ma ad un elemento della famiglia a tutti gli effetti che, a parte alcune occasioni, uscirà per passeggiate ed escursioni con voi.

Sarebbe pertanto consigliabile pianificare una vacanza adatta anche alle sue esigenze, località non troppo calde, natura o paesi non troppo affollati ed eventualmente organizzarsi per effettuare le visite a turno, in quei luoghi non accessibili agli animali.
Se il cane non è abituato a stare solo o è alle prime esperienze in camper, non pensate di lasciarlo ore al chiuso mentre voi sarete in giro.
Va da sé che ci saranno sicuramente alcuni momenti in cui il cane sarà ben felice di restare per un po' a riposo, magari mentre fate la spesa o durante una breve visita in qualche luogo in cui non può entrare.
 
-> ATTENZIONE <-
Ricordatevi che il cane non dovrà mai e poi mai essere lasciato all'interno del camper sotto il sole o senza le dovute aperture di ricircolo dell'aria (anche all'ombra). 
Se per meteo avverso o altre ragioni, avete deciso di trascorrere la giornata, o buona parte di essa, in camper ricordatevi che il cane necessita comunque di una breve passeggiata per espletare quanto meno i suoi bisogni (che dovrete accuratamente rimuovere) e sgranchirsi.

Ricapitoliamo le regole base da attuare nei giorni di vacanza in camper con il cane:
  • non lasciarlo in camper da solo troppo a lungo
  • portarlo fuori per brevi passeggiate anche quando avete deciso di restare la giornata in camper 
  • non lasciarlo in camper sotto il sole, anche se per brevi periodi
  • verificare che il camper sia sufficiente areato, anche se all'ombra, qualora il cane dovesse stare per qualche tempo solo in camper

CIOTOLE E CUCCE

Augurandoci che le buone norme di cui sopra, siano già a conoscenza di ogni padrone, vi forniamo ora alcuni oggetti che dovrete tenere il camper durante il soggiorno con il cane. 

Le ciotole per cibo e acqua, di cui vi abbiamo già parlato nel capitolo precedente, sono fondamentali.
Le migliori, a nostro avviso, sono quelle antiscivolo perché evitano di vuotare il contenuto anche in viaggio.

Un altro elemento importante è la cuccia dove il cane dormirà.
Alcuni scelgono dei semplici tappeti oppure coperte da sistemare sui sedili come protezione.

Noi abbiamo deciso di acquistare una cuccia morbida, tipo cuscino, da dedicare unicamente al camper.
In commercio ne esistono di molteplici misure, forme, materiali e colori e, ovviamente, di tutti i prezzi.

La cuccia morbida per cani è adatta anche sul camper




Escursioni e visite con il cane

Durante le escursioni, le passeggiate e le visite con il cane, sarà opportuno ricordarsi di alcune semplici regole e di qualche oggetto che può davvero risultare utile.

Tenete presente che molto spesso gli interni dei castelli, i musei e le attrazioni al chiuso sono vietate ai cani.
In tal caso nel pianificare il proprio itinerario occorrerà valutare se inserire questi siti e fare a turno la visita, oppure tralasciarli.


In molti castelli e ville però, l'accesso ai cani è consentito nei giardini, restando ovviamente sul sentiero. 
Potrete pertanto alternare la visita: uno effettuerà l'accesso agli interni e l'altro visiterà i giardini con il cane, e poi ci si darà il cambio.
Durante le passeggiate all'esterno del camper è sempre obbligatorio che il cane sia assicurato al guinzaglio e occorre portare con sé un sufficiente numero di sacchetti per la raccolta delle feci.

Anche in questo caso esistono in commercio un'infinità di guinzagli e di collari o pettorine.
Noi abbiamo acquistato una pettorina classica, che troviamo più comoda per la nostra cagnolina rispetto al collare, e un guinzaglio non allungabile. 

Pettorina e Guinzaglio per cani


Il Guinzaglio può essere a lunghezza fissa o di quelli allungabili e, come per la pettorina, dev'essere scelto in base alla taglia del cane. 
Prima di ogni uscita accertatevi sempre che sia in perfette condizioni e non presenti segni di morsicatura o usura; sarebbe un bel problema dovesse spezzarsi proprio nel bel mezzo di un'escursione.



Un altro elemento da prendere in considerazione è quello di portarvi dietro una ciotola pieghevole.
Ne esistono in silicone, comode, leggere e facilmente richiudibili.
Noi abbiamo acquistato un modello con cerniera che, una volta aperto, presenta due ciotole distinte.
Possono essere reperite nei negozi per animali, nei supermercati ben forniti, ma potete trovarle anche online COME QUESTA.


Vi consigliamo di portar sempre con voi una borraccia o bottiglietta d'acqua, nel caso in cui non riusciate a reperire acqua sul posto. 
Per non farvi cogliere impreparati in caso di pioggia ma anche per poter passeggiare con il mal tempo, potrebbe rivelarsi utile una mantellina.
Con la mantellina sarà anche più semplice asciugare il cane una volta rientrati in camper.

La mantella antipioggia è indispensabile anche sul camper




TRASPORTI PUBBLICI

La nostra cagnolina è di taglia medio/piccola (circa 12 Kg) e non abbiamo mai avuto problema ad utilizzare i mezzi pubblici, che di solito permettono l'accesso agli animali.
 
Il nostro consiglio è quello di informarvi in anticipo, soprattutto se l'utilizzo del mezzo gioca un ruolo decisivo sulla scelta di una determinata tappa o escursione.
I Battelli per i trasferimenti o per brevi escursioni su laghi o fiumi, solitamente non mettono restrizioni all'accesso dei cani, che sono ben accetti di qualsiasi grandezza.
Eventualmente, superata una certa taglia, può essere richiesto il pagamento di un biglietto.
Noi lo abbiamo potuto sperimentare sia sul Lago di Garda durante la visita a Salò da Lazise, durante il Weekend sul Lago Maggiore, e nella mini crociera a Chanaz in Savoia,sul Bac de Passage a Concarneau in Bretagna e nella barchetta del tour dei Lavatoi a Pontrieux.

I cani sono ben accetti sui battelli

I Bus invece possono avere regole diverse in base alle compagnie: alcuni accettano cani di tutte le taglie, alcuni solo di quelli medio/piccola purché in braccio, dentro apposita borsa o trasportino e altre ancora in base alla taglia fanno pagare il biglietto oppure potrebbero non accettare a bordo nessun tipo di animale.
Abbiamo sperimentato il servizio pullmann a Venezia, ma anche durante il nostro Tour di Tre Settimane in Bretagna: a a Vannes, a Carnac sulla navetta,  sul RoscoBus di Roscoff e Saint Malo.

I Trenini turistici che noi troviamo spesso in Francia accettano sempre (non abbiamo mai trovato qualcuno che non lo facesse) i cani senza far pagare loro il biglietto.
Volete un esempio?
Abbiamo preso numerosi Petit Train durante il nostro Tour di Tre settimane in Bretagna: a Dinan, sull'Ile de Noirmoutier, a Vannes, a Quimper, a Fougeres e sulla Loira a Saumur.   
 
E' opportuno dotarsi di museruola, indipendentemente dalla grandezza del cane.
Per salire su alcuni mezzi di traporto è richiesto ed è sempre meglio averla con sé.
Se avete cani di taglia piccola o medio/piccola, come nel nostro caso, vi consigliamo di acquistare anche una borsa o zainetto.
La borsa per i cani piccoli potrete usarla anche durante le passeggiate mentre lo zainetto potrebbe essere richiesto per salire a bordo di alcuni mezzi.

Con i cani di piccola taglia la scelta è vasta e trovate numerose tipologie di borse e zainetti anche nei negozi per animali.

Una pratica borsa per portare a spasso i cani di taglia piccola


Per i cani superiori ai 10 Kg. la scelta si riduce un po'.
Dopo varie ricerche noi abbiamo acquistato questo zaino che si è rivelato prezioso in alcuni momenti di viaggio. 
Lo zaino è dotato di tasche in cui riporre alcuni oggetti del cane, ha una cerniera e ulteriori ganci di sicurezza, due apertura per le zampe nella parte alta ed è facilmente richiudibile quando non lo si usa.

Uno zaino adatto anche a cani sopra i 10 Kg.



BICICLETTA

La bicicletta è spesso associata ai camperisti, molti ne fanno uso e la portano in vacanza per potersi muovere agevolmente dopo aver parcheggiato il camper.
Non sempre infatti il parcheggio, campeggio o area si trovano vicinissimi al centro, e la bici può essere davvero utile, come lo è altrettanto per fare alcune escursioni.

Se avete anche il cane come potete fare?
Semplicissimo: potete optare per dei cestini da fissare alla bicicletta oppure se, avete cani di taglia grande, per carrellini concettualmente simili a quelli usati per i bambini.

Se siete orientati al cestino, in fase di acquisto dovete sempre fare attenzione al peso supportato.
Solitamente quelli che si posizionano sul davanti sono adatti a cani di taglia piccola mentre quelli che si fissano al portapacchi, tollerano pesi maggiori.

Cestino bici anteriore per cani di taglia piccola


Anche in questo caso, per i cani di peso superiore ai 10 Kg. è più difficile trovare cestini adatti.
Noi dopo un po' di ricerche abbiamo trovato e acquistato questo modello in vimini con chiusura superiore a gabbietta.
Il cestino è già dotato di staffa per essere fissato al portapacchi.

Il cestino bici per cane


Se non volete rinunciare alla bicicletta ma avete uno o più cani di taglia medio grande, potete optare per un carrellino rimorchio da attaccare al retro.
Il carrello è coperto ed è dotato di zanzariera, può essere acquistato online o nei negozi per animali più forniti.


Cani nei campeggi e nelle aree sosta

Solitamente i cani sono accettati sia nei campeggi che nelle aree di sosta.

In queste ultime, se sono a pagamento, la tariffa è relativa alla sosta e pertanto i cani non pagano.

I campeggi applicano quasi sempre una tariffa per il cane, che varia da campeggio a campeggio, mentre sono pochi quelli in cui il cane è gratuito. 
Talvolta il cane è gratis nei periodi di bassa stagione.
 
In ogni caso vi consigliamo sempre di verificare se i campeggi accettano i cani perché, seppur pochi, ne abbiamo trovati alcuni su internet in cui il nostro amico a quattro zampe non era gradito.
Ricordatevi che sia nell'area che nel campeggio il cane dev'essere tenuto al guinzaglio e i suoi "bisogni" raccolti.
Verificate che il campeggio non disponga di una zona apposita in cui poter portare il cane a passeggiare.

Esistono campeggi al mare che non solo hanno spiaggia privata ma che dedicano una parte di essa anche ai cani, oppure consentono l'accesso ai cani con il loro padrone.

Se fate una vacanza più stanziale o comunque in qualche occasione trascorrete più giorni nello stesso campeggio, potreste anche valutare l'acquisto di un recinto portatile da posizionare in piazzola che consentirà al cane di essere più libero rispetto al guinzaglio.

Il recinto per i cani può anche essere usato nei campeggi




Cani in spiaggia

Se volete portare in spiaggia il vostro cane è sempre bene documentarsi in anticipo e caoure se in quella da voi scelta non viga il divieto di animali.

Soprattutto in alta stagione potrebbe non essere facile trovare spiagge che accettano cani a parte quelle "pet frendly" appositamente studiate per "Fido".
 
Ricordate che nelle ore più calde è comunque sempre raccomandato non portare i cani in spiaggia, potrebbero surriscaldare e disidratarsi rapidamente.
In bassa stagione è invece molto più semplice frequentarle anche con il cane.

Se invece, come noi, non siete da vacanza in spiaggia ma più da viaggi itineranti, sappiate che alcune località lambite dal mare e dall'oceano, sono meno restrittive.

Durante il nostro Tour in Normandia in camper abbiamo potuto appurare che molti erano i litorali in cui i cani erano ammessi o perlomeno tollerati anche in alta stagione, in orari meno frequentati come la mattina o al tramonto.

Durante il viaggio di Tre settimane in camper in Bretagna, nelle spiagge più note e frequentate vigeva il divieto di accesso ai cani ma in altre era possibile passeggiare. 
Come per la Normandia, in alcune i cani sono tollerati al mattino o alla sera quando si svuotano dai tanti bagnanti.

Luna in spiaggia a Meneham

Insomma, leggendo questo articolo avrete capito come sia fattibile viaggiare con i cani: l'importante è seguire alcune norme, dotarsi di buon senso e portarsi dietro alcuni oggetti indispensabili e altri utili.



Ti potrebbero anche interessare

 
Francia in camper
Guida alla Francia in camper
   
    Bollini Ambientali
         Bollini ambientali per viaggiare in Europa      
 
Autostrade in Europa
Vignette e pedaggi in Europa







Nessun commento:

Ti è piaciuto questo articolo?

LASCIACI UN COMMENTO