ULTIMI POST

Pubblicato il 13/11/21e aggiornato il

Vinadio in camper: terra di Giganti, montagne e Fortezze difensive

Vinadio in camper

In Valle Stura, in provincia di Cuneo, si trova un borgo montano, terra di Giganti, dalle caratteristiche case in pietra, avvolto da montagne adatte ad escursioni per tutta la famiglia e protetto dall'imponente Forte Albertino, una delle fortezze militari più grandi del Piemonte. Cosa vedere e dove sostare se siete in camper.


Terra di Giganti, Montagne e fortezze difensive, per i piemontesi può essere un perfetto weekend fuori porta mentre, per chi arriva da lontano, una delle mete da non perdere se ci si appresta ad un tour tra le Valli del Cuneese.

Stiamo parlando della cittadina di Vinadio, in Valle Stura, lungo la strada che porta al Colle della Maddalena, uno dei valichi tra Italia e Francia.

Ebbene sì, questo borgo montano saprà stupirvi non solo per le splendide montagne che lo circondano, e che ben si prestano a tantissime escursioni con qualsiasi grado di difficoltà, ma anche per le caratteristiche case in pietra, gli archi, i numerosi lavatoi e fontane ma soprattutto per il suo imponente Forte.

Lo avrete capito: Vinadio è una località perfetta per tutta la famiglia, per trascorrere un weekend o anche qualche giorno in più.
Il Forte Albertino rappresenta infatti una delle strutture difensive più grandi del Piemonte insieme al Forte di Fenestrelle e al Forte di Exilles

A completare il vostro soggiorno a Vinadio, troverete un piccolo laghetto artificiale dove poter trascorrere qualche ora di relax.

Se volete scoprire qualche informazione in più sul paese, conoscere la storia dei Giganti Ugo, saper dove sostare con il camper e cosa vedere, allora non vi resta che proseguire nella lettura di questo articolo.

Visuale di Vinadio e delle fortificazioni di notte



INDICE DELL'ARTICOLO


Cenni storici di Vinadio

Il Comune di Vinadio è il secondo più esteso del Piemonte e fa parte dei Comuni Occitani.

Sembrerebbe infatti derivare dall'Occitano l'etimologia del nome, che significherebbe "Vin aigre" ossia Vino Aspro.

Una seconda motivazione per questo nome potrebbe invece derivare dai Galli Veneni che abitavano la zona.

La cittadina attuale risale all'XI secolo, quando la vallata era divisa in Valle Soprana (con Vinadio appunto) e Valle Sottana.

Nel XIII secolo viene eretto un castello che sarà però distrutto nel 1542.
A sua testimonianza si trova ancora, vicino alla Chiesa di San Fiorenzo, la Pietra della Berlina: usata nel medioevo per chi violava la legge.

Oggi l'edificio più noto ed imponente è il Forte Albertino che, insieme a quelli di Fenestrelle ed Exilles, è tra le strutture difensive più grandi ed importanti del Piemonte.

Dedito al turismo sia estivo che invernale, Vinadio vanta numerosi sentieri escursionistici di diversi livelli di difficoltà mentre la sua ottima acqua è ormai nota in tutto il territorio nazionale e non solo.

I Fratelli Ugo, i Giganti di Vinadio


Sono pochi coloro che conoscono la storia dei Giganti di Vinadio.

Dovete sapere che quella che vi stiamo per raccontare, non è una leggenda ma realtà.
Tra l'Ottocento e il Novecento, e per la precisione nel 1876 e 1887, nascono a Vinadio Battista e Paolo Ugo, due di sette fratelli con una particolarità assoluta: sono letteralmente due giganti.

Battista raggiungerà i 265 cm. e Paolo qualche centimetro in meno.

Ben presto le vicende dei due fratelli sono sulla bocca di tutti; dopo vari lavori saltuari, Battista viene mandato dal padre a lavorare in Francia, a Barcellonette, dove viene notato dal proprietario di un circo itinerante.

All'epoca, persone come Battista, erano definiti Freaks, ossia scherzi della natura, e ben si prestavano a diventare fenomeni da baraccone.

La proposta di lavoro viene accettata e Battista inizia a girare la Francia con il suo circo; in breve tempo diventa una vera e propria attrazione, capace di richiamare curiosi da ogni parte del paese.

Il fratello Paolo si aggrega a Battista, diventano i Fratelli "Hugo" la cui fama cresce di giorno in giorno.

Paolo morirà a soli 26 anni, Battista, dopo aver lavorato anche in uno dei circhi più famosi degli Stati Uniti, a 40.

Ora sapete che le due statue colorate, disposte lungo la Statale, nei pressi del Forte Albertino, sono l'omaggio di Vinadio ai suoi due illustri cittadini. 

Storia del Forte Albertino

Il Forte Albertino di Vinadio, come abbiamo già anticipato, è una delle strutture difensive più imponenti non solo del Piemonte ma di tutte le Alpi.

Edificato tra il 1834 e il 1847 per volere del Re Carlo Alberto, misura 1200 metri in linea d'aria per un totale di circa 10 Km di camminamenti interni ed è suddiviso nel Fronte Superiore, Fronte d'Attacco e Fronte Inferiore.

Una delle porte di accesso al Forte Albertino

Al Forte Albertino verranno integrati forti più piccoli: il Sources, il Piroat, il Serziera ed il Neghino.

La batteria Serziera è uno dei piccoli forti annessi al Forte Albertino di Vinadio
Vinadio - Batteria Serziera

Non è mai stato protagonista di importanti combattimenti e durante la Prima Guerra Mondiale viene usato prevalentemente come deposito. 

La sua importanza migliora gli anni successivi entrando a far parte del Vallo Alpino e diventando colombaia militare, fino alla completa dismissione con la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Oggi il Forte di Vinadio, dopo essere rimasto in stato di abbandono per un lungo periodo, ha ripreso vita con progressivi restauri attuati negli anni 2000.

Una parte della struttura è ora sede espositiva 
Una porzione di muro del Forte Albertino di Vinadio

Una porzione del Forte Albertino di Vinadio


Visitare il Forte Albertino

L'area espositiva si sviluppa dal Fronte d'Attacco fino alla Roccia. 

All'interno sono ospitate la Mostra "Messaggeri Alati", il percorso multimediale "Montagna in Movimento" e postazioni di realtà virtuale.

Sono possibili visite libere e visite guidate.
L'ingresso dello spazio espositivo al Forte Albertino di Vinadio

MOSTRA MESSAGGERI ALATI

Il Forte Albertino è stato colombaia militare fino al 1944.

In questa mostra, presente in tre spazi espositivi, si vogliono ripercorrere quegli anni e raccontarne la storia attraverso informazioni e documenti.

Si inizia con la proiezione di due video degli anni 30' dell'Istituto Luce e successivamente si passa nel secondo ambiente, in cui sono raccolti materiali inerenti questa attività: gabbie, trasportini, mangiatoie, foto e quanto si poteva trovare nella colombaia.

L'ultimo ambiente è dedicato a video-installazioni moderne in cui si può vivere l'esperienza multimediale di trovarsi in una colombaia.

MONTAGNA IN MOVIMENTO

Questo percorso multimediale si sviluppa all'interno dei corridoi del Forte e vuol raccontare la storia delle montagne, di come esse abbiano assistito all'arrivo e alla partenza di popoli, di come siano state protagoniste di epoche, di morti e di rinascite.

La montagna, e nel nostro caso le Alpi Marittime, sono state spesso il fulcro della vita delle persone, di commerci e passaggi e attraverso questo spazio è possibile approfondirne la conoscenza e la scoperta.

SPAZI MULTIMEDIALI PER FAMIGLIE

Il Forte Albertino ospita infine due esperienze di realtà virtuale per famiglie.

La prima consente di sperimentare l'ebbrezza di trovarsi in volo sul Forte e attorno a Vinadio, mentre si ascoltano le storie e le leggende narrate dalla gente del posto.

La seconda esperienza permette di vivere una vera e propria Spy Story: il Giallo Forte.
La storia tra ispirazione dalla scoperta di alcune foto, legate al Forte di Vinadio, nel castello Parigino di Vincennes.  

BIGLIETTI ED ORARI DI ACCESSO

Il Forte Albertino di Vinadio è aperto da Maggio a Ottobre con i seguenti orari indicativi:

MAGGIO: domenica 10:00-19:00
GIUGNO: sabato 14:30-19:00 - domenica e festivi 10:00-19:00
LUGLIO: da giovedì a sabato 14:30-19:00 - domenica 10:00-19:00
AGOSTO: da lunedì a sabato 14:30-19:00 - domenica 10:00-19:00
SETTEMBRE: sabato 14:30-19:00 - domenica e festivi 10:00-19:00
OTTOBRE: sabato 30 14:30-19:00 - domenica 10 e 31 10:00-19:00

Vi consigliamo in ogni caso di consultare il sito ufficiale per orari e tariffe aggiornate: https://www.fortedivinadio.com/
Le Tariffe di ingresso sono invece le seguenti (sono sempre possibili eventuali variazioni):
VISITA GUIDATA: 
- € 6,00 adulti
- € 4,00 ridotto

VISITA A MONTAGNA IN MOVIMENTO E MESSAGGERI ALATI:
- € 7,00 adulti
- € 5,00 ridotti

REALTA' VIRTUALE
- € 3,00 tariffa unica

BIGLIETTO CUMULATIVO (visita al forte, mostre e realtà vituale)
- € 10,00 adulti
- € 8,00 ridotto

Cosa vedere a Vinadio

Il centro di Vinadio si presenta come un tipico borgo montano dai viottoli in pendenza, sui cui si affacciano case in pietra, curate e arricchite da fiori ai balconi e alle finestre. 

Passeggiando tra le strette strade non potrete fare a meno di ammirare gli archi in pietra che collegano gli edifici da un lato all'altro della via, i lavatoi e le numerose fontane da cui sgorga la fresca acqua della vallata.
Il caratteristico borgo di Vinadio alle luci della sera

Una delle vie del centro storico di Vinadio

Degna di nota la Chiesa di San Fiorenzo ed il suo campanile; risalenti al 300 rappresentano uno dei più begli esempi di stile romanico-gotico della zona.
Gli interni, rimaneggiati in seguito, si avvicinano ad uno stile barocco.
Il bel campanile romanico della Chiesa di Vinadio

La facciata della Chiesa di San Fiorenzo a Vinadio

L'edificio di culto avrebbe dovuto essere abbattuto per la realizzazione del Forte Albertino ma venne risparmiato da Carlo Alberto, grazie all'intercessione del sindaco e del prete dell'epoca. 
Il Forte verrà così costruito deviando il suo progetto iniziale.

In prossimità della parte bassa del Forte Albertino, si trova infine il piccolo laghetto artificiale, preso d'assalto in estate dai tanti avventori alla ricerca di fresco e relax.

Il lago artificiale di Vinadio


Dove sostare con il camper a Vinadio

La soluzione più comoda per sostare con il camper a Vinadio, soprattutto se si decide di fermarsi per più di un giorno, è il Camping dei Forti, proprio in prossimità del centro.
Sono altresì presenti alcuni parcheggi auto, lungo la Statale che conduce al Forte della Maddalena, ed un ampio piazzale accanto all'ingresso del campeggio, in cui è consentita la sosta dei camper. 

Il campeggio è molto ampio e si protende fino al Fiume Stura che scorre nella parte bassa dell'abitato, mentre da un lato è affiancato dal Forte Albertino e dal Lago.
Le piazzole sono ampie, di diversa ombreggiatura e molte dotate di allaccio elettrico.
Il tutto è completato da blocchi sanitari, alcuni dei quali di recentissima costruzione.

Il campeggio è molto frequentato in estate, anche da tanti stagionali ed è pertanto fortemente consigliata la prenotazione.
Segnaliamo altresì la disponibilità e simpatia dei gestori che rappresenta la ciliegina sulla torta.
- Camping dei Forti, Piazza d'Armi - 12010 VINADIO (CN) (GPS 44.305487, 7.170698) Tel. 333 384 8164
L'ingresso al Campeggio dei Forti di Vinadio

L'interno del Campeggio dei Forti di Vinadio

Cosa Vedere nei dintorni di Vinadio

Senza andare troppo lontano, oltre ai numerosi sentieri che potete intraprendere sin dall'abitato di Vinadio, vi segnaliamo un paio di proposte davvero interessanti.
Lo sapete che nella frazione di Sant'Anna, sulla strada che conduce al Colle della Lombarda, si trova il Santuario cattolico più alto d'Europa?
Eh si, questo edificio di culto, meta di pellegrinaggio nei mesi estivi, è ubicato a ben 2035 metri s.l.m.
Le prime notizie di una Chiesa Ospizio devota a Sant'Anna risalgono al XI-XIII secolo anche se l'edificio come appare ai giorni nostri, è degli inizi del 1800. 
Ovviamente tutta la zona attorno al Colle della Lombarda è meta di escursionisti grazie alla splendida vallata e ai numerosi sentieri.
Se cercate invece una fonte di relax, allora recatevi nella frazione Bagni di Vinadio, dove sono presenti le Terme.



Come Arrivare a Vinadio

Per raggiungere Vinadio, da Cuneo dirigersi verso Borgo San Dalmazzo e da qui imboccare la SS21 del Colle della Maddalena.



Per Bambini

- Visitare il forte Albertino 
- Divertirsi al laghetto di Vinadio e nel Fiume Stura


Porzione del Forte Albertino di Vinadio


Indirizzi Utili




Ti potrebbero anche interessare

 
Visitare Cuneo
Cuneo in camper
   
    Visitare Entraque
         Entracque e i Lupi in camper      
 
Valichi e Trafori
Valichi e Trafori Alpini







Nessun commento:

Ti è piaciuto questo articolo?

LASCIACI UN COMMENTO