Itinerario Insolito sul Lago d’Iseo con il Treno dei Sapori

Tour insolito sul Lago d’Iseo con il Treno dei Sapori attraverso la scoperta della sponda Bresciana del Lago e la degustazione dei prodotti del territorio. Tutte le informazioni utili per organizzare il viaggio: biglietti, itinerario e degustazione.


Avete mai sentito parlare del Treno dei Sapori del Lago d’Iseo?

Se siete alla ricerca di un’attività insolita per andare alla scoperta del Lago d’Iseo e delle sue tipicità enogastronomiche non potete perdervi la lettura di questo articolo.

Vi accompagneremo in un tour molto particolare sul Treno dei Sapori tra alcuni dei borghi più belli della sponda Bresciana del lago, unito alla degustazione di prodotti d’élite del territorio.

Siamo sempre affascinati dalle cose un po’ particolari e, avendo scoperto questa realtà qualche mese fa grazie alla disponibilità degli organizzatori, abbiamo deciso di provare il Treno dei Sapori durante un weekend sul Lago d’Iseo in camper.

Ma di cosa si tratta esattamente?
Non vogliamo anticiparvi troppo ma lasciare che la lettura risponda poco per volta alla vostra curiosità.
Quello che possiamo dirvi è che si tratta di un’intera giornata in cui ci sarà un treno, un ottimo pasto a bordo del treno stesso, un battello privato e una guida tutta per noi che ci porterà alla scoperta di alcune chicche del Lago.

Nell’articolo vi forniremo tutte le informazioni per organizzare il tour: percorso, degustazione, prezzo dei biglietti e periodo in cui il Treno è operativo.

Treno dei Sapori
Treno dei Sapori

Che cos’è il Treno dei Sapori del Lago d’Iseo

Il Treno dei Sapori è un progetto di Trenord che prevede un tour in giornata, a bordo di un treno arancione con due carrozze in puro stile ‘900.
Un viaggio dall’atmosfera d’antan che conduce alla scoperta di alcuni dei borghi più interessanti sulla sponda bresciana del Lago d’Iseo.

Durante il viaggio sono compresi un aperitivo e successivamente un pranzo completo con prodotti tipici del territorio, uniti alla degustazione di rinomati vini della Franciacorta.

Avete capito bene, un pranzo sul treno, un po’ come quelli che si vedono nei film d’epoca e che in minima parte ci ricordano quelle atmosfere da Orient Express che ci piacciono tanto.

Una guida affiancherà i viaggiatori per l’intero percorso, raccontando la storia dei luoghi interessati.
Sarà comunque possibile effettuare alcune visite in autonomia, fermo restando la puntualità da mantenere per le successive partenze.

Il Treno dei Sapori propone alcuni itinerari e il più noto, che è anche quello che vi consigliamo, prevede inoltre l’escursione a Montisola con un battello privato.

Per riassumere, in una giornata non solo è possibile scoprire alcune delle località principi del Lago d’Iseo o approfondire la conoscenza della zona con un’attività insolita, ma ci si ritroverà in un’esperienza a 360° con i sapori del territorio.

Programma del Treno dei Sapori sul Lago d’Iseo

Come abbiamo anticipato il Treno dei Sapori propone più di un itinerario, che potrete visionare sul loro sito ufficiale https://trenodeisapori.it/.

La nostra scelta è ricaduta sull’itinerario Lago con Gusto che, personalmente, è anche quello che vi consigliamo.

Il programma dettagliato che ci è stato comunicato con qualche giorno di anticipo è il seguente (tenete presente che nel corso del tempo potrebbero venir modificati alcuni orari):

  • ore 9:45 incontro con la guida presso la Stazione di Iseo (bar della Stazione Locanda Diana) e successiva visita della cittadina
  • ore 10:45 partenza del treno verso Pisogne con aperitivo a bordo
  • ore 11:30 arrivo a Pisogne, visita guidata della Chiesa di Santa Maria della Neve
  • ore 12:30 pranzo a bordo del treno
  • ore 14:00 discesa dal treno e breve momento libero per il tempo necessario alle manovre della locomotiva
  • ore 14:37 partenza del treno verso Sulzano
  • ore 14:55 trasferimento dall’imbarcadero di Sulzano a Montisola, tramite battello privato e visita guidata al borgo di Peschiera Miraglio
  • ore 16:45 partenza da Montisola in direzione Iseo
  • ore 17:15 arrivo a Iseo

Le visite guidate previste nel programma non sono obbligatorie e pertanto, se volete, potete procedere in autonomia.
L’importante è che rispettiate gli orari indicati di partenza del treno e del battello.

Iseo
Iseo

VISITA GUIDATA DI ISEO

La prima cittadina prevista nell’Itinerario del Treno dei Sapori sul Lago d’Iseo è la stessa Iseo, che rappresenta anche il punto di partenza di tutto il tour.

Con la guida, che ci terrà compagnia per l’intera giornata, lasciamo la stazione e ci immettiamo dapprima in via XX Settembre e quindi in Viale della Repubblica dove raggiungiamo il centro storico di Iseo.

Svoltando sulla nostra destra ci troviamo in Largo Zanardelli dove è possibile osservare una distinzione abbastanza netta tra il nucleo più recente rispetto a quello più antico.
Il lato che dà verso il lago è composto da edifici più nuovi mentre quello opposto dai palazzi più antichi, alcuni tra l’altro affrescati, testimoni di come un tempo fosse proprio in questa zona a trovarsi il porticciolo.

Visitiamo quindi la Chiesa di Santa Maria del Mercato, piccola ma con meravigliosi affreschi.
La Chiesa era appartenuta alla famiglia Oldofredi, proprietari anche dell’omonimo castello.

Santa Maria del Mercato
Chiesa di Santa Maria del Mercato

Successivamente, dopo aver percorso Via Pieve, incontriamo un altro meraviglioso edificio di culto, l’antica Pieve romanica di Sant’Andrea, risalente addirittura al V secolo.

Gli ultimi due siti che raggiungiamo sono prima il Castello Oldofredi, che ammiriamo solo dall’esterno, e infine il Santuario della Madonna della Neve risalente alla seconda metà del 1600.
Questo edificio è stato realizzato su una precedente villa romana, per salvare, a quanto pare, un affresco della Vergine, ritenuto miracoloso ed oggi utilizzato come pala d’altare.

TRENO DEI SAPORI LAGO D’ISEO: VISITA DELLA CHIESA DI SANTA MARIA DELLA NEVE – PISOGNE

Lasciamo Iseo e saliamo a bordo del Treno dei Sapori diretti verso la nostra seconda tappa: Pisogne.

Una volta partiti ci viene servito l’aperitivo costituito da snack salati e un calice di bollicine Franciacorta.

Il viaggio dura all’incirca 40 minuti durante il quale possiamo ammirare alcuni splendidi scorci sul Lago d’Iseo, tra cui Montisola e le due Isole minori: l’Isola di San Paolo a sud e l’Isola di Loreto a nord.
Durante il percorso la guida ci fornisce nozioni storiche sull’intero territorio ma anche sui paesi che attraversiamo e su quelli che possiamo osservare dal finestrino.

Raggiunto il borgo di Pisogne, ci dirigiamo verso uno dei siti più importanti di tutto il Lago d’Iseo.
Si tratta della Chiesa di Santa Maria della Neve, interamente affrescata dal Romanino.

Pisogne - Chiesa di Santa Maria della Neve
Chiesa di Santa Maria della Neve

Pisogne si trova sulla sponda bresciana dell’Alto Lago d’Iseo ed è considerato la porta della Valcamonica.
Abitato già in epoca preistorica, ha ricoperto ruoli importanti sia in epoca romana, attraversato da una strada consolare, che durante il Medioevo.

La Chiesa di Santa Maria della Neve si trova ad est del centro storico, sotto uno sperone di roccia ai margini dell’antica via Valeriana.
Realizzata nel XV secolo, per volere degli abitanti di Pisogne, presenta un esterno sobrio con una facciata semplice.
Lo stile è quello tardo quattrocentesco lombardo e in origine presentava due porticati di cui è rimasto però solo quello sul lato sinistro, sul quale si possono osservare ancora i resti di alcune decorazioni.

L’edificio posto alla destra, oggi casa di riposo, era un convento dei Frati Agostiniani che, una volta soppresso, è stato trasformato per alcuni anni in Ospedale.

L’interno a una navata con tre campate e volte a crociera, rappresenta il motivo di tanta notorietà: è stato infatti affrescato dal Romanino.
Il meraviglioso ciclo di affreschi, realizzato a partire dal 1533, raffigura la Passione di Cristo ed è considerato il momento più alto dell’espressione dell’artista.
Una volta entrati veniamo completamente catturati da figure quasi grottesche ma al contempo reali.

Oggi la Chiesa di Santa Maria della Neve è sconsacrata ed è stata soprannominata la Cappella Sistina dei Poveri.

Chiesa Santa Maria della Neve
Chiesa Santa Maria della Neve – Interni
Chiesa di Santa Maria della Neve - Interni
Chiesa di Santa Maria della Neve – Particolari

Conclusa la visita della Chiesa risaliamo sul treno per il pranzo che verrà servito a bordo e a treno fermo.
Il pasto, di cui approfondiremo fra poco, si compone di un antipasto, di un primo, di un secondo e di un dolce, accompagnati da due calici di vino rosso e si conclude con caffè e grappa.

Una breve discesa dal treno consente le operazioni di movimentazione della locomotiva.

TRENO DEI SAPORI LAGO D’ISEO: VISITA DI MONTISOLA E PESCHIERA MARAGLIO

Saliti nuovamente a bordo ripartiamo in direzione Sulzano, il borgo più vicino a Montisola, l’isolotto del Lago d’Iseo.

E’ infatti da Sulzano che prendiamo un battello privato per raggiungere la frazione di Peschiera Maraglio, la più a sud dell’Isola.

Sulzano nel 2016 è salito alla ribalta per aver ospitato la grandiosa opera d’arte The Floating Piers, di cui sono ancora visibili numerosi cartelloni.

Tale opera, realizzata da Christo e Jeanne-Claude consisteva in una sorte di ponte galleggiante di colore giallo che per qualche tempo ha unito Sulzano, Montisola e l’Isola di San Paolo, permettendo ai tanti avventori di raggiungere le isole a piedi.

The Floating Piers
The Floating Piers

Montisola non solo è il nome dell’isola ma è anche il nome del Borgo, che raggruppa varie località, considerato tra i Borghi più Belli d’Italia.
L’isola, la cui forma è proprio quella di un monte, è la più estesa isola lacustre d’Italia e la più popolata d’Europa.

Il suo skyline è caratterizzato dal Santuario della Madonna della Ceriola e dalla Rocca Martinengo, posti entrambi in prossimità della parte più alta.

Peschiera Maraglio è una piccola gemma sulla sponda sud del lago ed è anche la località più facilmente raggiungibile con il battello.

Peschiera Maraglio
Montisola – Peschiera Maraglio

La durata della traversata da Sulzano a Peschiera Maraglio è davvero breve e in meno di 10 minuti mettiamo piede sull’Isola.
Qui è possibile seguire la guida, dirigendosi verso la Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo o, come abbiamo fatto noi, passeggiare su lungolago curiosando tra i negozi di prodotti tipici.

Peschiera Maraglio oltre a essere il punto più vicino alla terraferma, quindi attraversato da molti battelli durante il giorno, è anche una delle località di pesca alla sardina più importanti.

Montisola - Sardine
Le sardine di Montisola

Ed è proprio grazie alla pesca che, oltre all’essicazione del pesce, si è sviluppata un’altra attività, quella delle reti.
Qui troviamo una bottega che oltre alla realizzazione delle reti nel suo uso comune, le trasforma in altri oggetti di arredamento o accessori, come le famose borse.

Borse
Montisola – Reti

Montisola annovera anche alcuni prodotti gastronomici di cui fare scorta, tra questi l’olio d’oliva e il salame di Cure, senza dimenticare ovviamente le note sardine essiccate ora Presidio Slow Food.

I nostri acquisti li abbiamo fatti presso il Punto Vendita del Salumificio Monte Isola

Con la conclusione della visita di Peschiera Maraglio siamo quasi giunti al termine di questa escursione.

Ci imbarchiamo nuovamente sul battello privato che ci porta direttamente ad Iseo con un tragitto di circa mezz’ora.

Salutiamo la nostra guida, ponendo di fatto fine a questo tour sul Lago d’Iseo con il Treno dei Sapori.

Degustazione Enograstronomica sul Treno dei Sapori

A bordo del Treno dei Sapori partecipiamo ad un vero e proprio viaggio nel gusto del territorio.

L’aperitivo che ci viene servito prevede patatine e stuzzichini salati abbinati ad un calice di Franciacorta Satèn Millesimato.

Il pranzo si compone di tre portate:

  • l’antipasto con salumi, formaggi, marmellate e torta salata con prodotti a km zero
  • il primo a base di gnocchi ripieni di Rosa Camuna e conditi con una salsa al basilico
  • il secondo con salamella, polenta e funghi trifolati
Treno dei sapori - Antipasto
Treno dei sapori – Antipasto
Treno dei sapori - secondo
Treno dei sapori – Secondo

Curiosità:
La Rosa Camuna è un tipico formaggio della Valcamonica P.A.T. di breve stagionatura e a pasta semidura.
La sua forma a fiore riprende le incisioni rupestri rinvenute nella valcamonica ed è anche il simbolo della Lombardia.

I due vini rossi abbinati alle portate principali sono il Dosso Curtefranca e il Dos dè le Pòrche.

Come degna conclusione del pasto ci vengono serviti un’ottima crostata e successivamente caffè e grappa sempre del territorio.

Prima di lasciare il Treno dei Sapori è possibile scegliere di acquistare alcune bottiglie del vino proposto in degustazione oppure la marmellata abbinata all’antipasto, a base di zucca e zenzero.
Ovviamente è una cosa facoltativa ma noi non potevamo tornare a casa senza portarci dietro un altro dei prodotti di questa splendida zona.

Vini Franciacorta
Vini Franciacorta


DEGUSTAZIONE PER BAMBINI

Ovviamente è possibile partecipare al Tour del Treno dei Sapori anche con i bambini e a loro è riservato un menù dedicato.

A Tommy, oltre agli stuzzichini dell’aperitivo, sono stati serviti un piatto di pasta al sugo e la cotoletta con polenta, oltre al dolce di fine pasto.

Da bere, oltre all’acqua, era prevista una bibita.

DEGUSTAZIONE PER ESIGENZE PARTICOLARI

Un’attenzione particolare è riservata non solo ai bambini ma anche a chi ha intolleranze alimentari o esigenze particolari.
In fase di prenotazione è possibile segnalare tali necessità.

Io (Helene) sono astemia e il vino è stato sostituito con una bibita mentre in altri casi abbiamo visto servire pranzi vegetariani.

Treno dei Sapori Lago d’Iseo: Modalità di Prenotazione e Biglietti

Il Tour sul Treno dei Sapori dev’essere obbligatoriamente prenotato in anticipo.

La prenotazione può essere effettuata tramite il sito ufficiale https://trenodeisapori.area3v.com/, inviando una mail a info@trenodeisapori.it oppure telefonando ai numeri 030-6854201/030-6854301.

Qualche giorno prima della partenza riceverete una mail con il voucher, il programma e un foglio di liberatoria da firmare e consegnare a inizio giornata.

Sempre sul sito è possibile scegliere la tipologia di tour e verificare le date disponibili per quell’itinerario.
Indicativamente le partenze avvengono durante il weekend o nei giorni festivi.

I prezzi, attualmente sono di € 70,00 a persona (€ 60,00 bambini) che comprendono il trasporto in treno, in battello, le visite guidate e l’intera degustazione.

Considerazioni e Informazioni Finali sul Treno dei Sapori del Lago d’Iseo

In ultimo ci teniamo a fornirvi queste ultime indicazioni per questo tour insolito sul Lago d’Iseo.

Tenete presente che il Treno dei Sapori circola sui binari della Ferrovia tradizionale e pertanto è soggetto a regole ed eventuali piccoli intoppi legati al traffico su rotaia.

Durante il nostro Tour abbiamo subito un ritardo non dipendente dall’organizzazione ma da un problema momentaneo su un passaggio a livello.

Ci teniamo a segnalarvi che anche in questa circostanza l’agenzia, che gestisce il Treno dei Sapori, e le sue guide si sono dimostrate competenti e preparate a sopperire a questo tipo di inconvenienti.
Il programma è stato lievemente modificato permettendoci di fare tutto quanto era stato preventivato con la soddisfazione di tutti i viaggiatori.

Dove Sostare in Camper

Siete camperisti come noi e volete partecipare al Tour sul Treno dei Sapori?

Dovete sapere che Iseo ha vari campeggi rappresentando il modo migliore per essere comodi alla stazione.

Il campeggio più vicino è il Camping Punta d’Oro, che è stata tra l’altro la nostra scelta.
Si trova a circa 500 mt. dal centro, è posto direttamente a bordo lago, dispone di un bar con piccolo market e ha ottimi blocchi sanitari di nuova realizzazione.

Camping Punta D’Oro – Via Ippolito Antonioli 51/53 – 25049 Iseo (GPS 45.66386, 10.05631)

Subito dopo questo primo campeggio, sulla stessa strada si trova il Camping Iseo, anch’esso sul lago.

Camping Iseo – Via Ippolito Antonioli 57 – 25049 Iseo (GPS 45.66423, 10.05734)

Sulla stessa strada, poco più distante, si trova un terzo campeggio il Camping Quai.

Camping Quai – Via Ippolito Antonioli 73 – 25049 Iseo (GPS 45.666126, 10.062944)

Sul lato opposto di Iseo, ecco che potete trovare altri due campeggi, più grandi e con più servizi ma un po’ più distanti dal centro.

Il primo è il Camping del Sole Village, di dimensioni decisamente più grandi dei primi e con piscina.

Camping del Sole Village – Via per Rovato 26 – 25049 Iseo (GPS 45.657809, 10.039175)

Il secondo è il Camping Lido Sassabanek, anch’esso molto più grande e con piscina interna.

Camping Lido Sassabanek – Via Colombera 2 – 25049 Iseo (GPS 45.65716, 10.03478)

4 comments

  1. MI avete fatto venire una gran voglia di fare lo stesso giro che avete fatto voi e soprattutto di assaggiare tutte queste cose buone! Mi hanno stupito anche la bellezza degli affreschi nelle 2 chiese.

    1. Confermiamo che questo tour è stato davvero interessante, permettendoci in una giornata di visitare le bellezze e assaporare le specialità del posto. Le due chiese sono state una vera chicca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

ViaggiamoHG

Travel Blog in cui si trovano destinazioni, guide e diari di viaggio dettagliati dei nostri viaggi in camper ma non solo.

ViaggiamoHGt © Copyright 2023. All rights reserved.
Close