Cosa vedere a Casale Monferrato: non solo krumiri

Visitare Casale Monferrato in un giorno. Guida di cosa vedere nella città Piemontese, a due passi dalle colline del Monferrato Patrimonio Unesco, e quali le sue specialità culinarie da provare.


Non conoscete Casale Monferrato e volete scoprire cosa vedere?
Siamo andati alla scoperta del Monferrato e della sua città regina durante un weekend d’inverno e vogliamo raccontarvi la nostra esperienza.

Nonostante la sua relativa vicinanza a casa nostra, non avevamo mai avuto modo di visitarla e ci ha piacevolmente stupito, grazie al suo ricco patrimonio storico.
Casale Monferrato vede infatti la presenza di edifici che vanno dal Medioevo al Novecento grazie all’importanza ricoperta nel corso dei secoli.
A due passi dalle Colline del Monferrato, oggi classificate Patrimonio Unesco insieme a Langhe e Roero, rappresenta un’ottimo punto di partenza per andare alla scoperta del territorio.

Proseguendo nella lettura di questo articolo scoprirete cosa abbiamo visitato e dove siamo stati per il pranzo e per qualche acquisto assolutamente tipico.
Vi segnaleremo inoltre quali luoghi nei dintorni di Casale Monferrato meritano una sosta.

Visitare Casale Monferrato

Cosa vedere a Casale Monferrato: brevi cenni storici

Casale Monferrato si trova sulla riva destra del Po vicino alle colline del Monferrato.
I primi abitanti del territorio sono state le tribù liguri e quindi quelle celto-galliche. Successivamente la zona è diventata Municipium Romano con il nome di Vardacate.

E’ nell’anno 1000 che il borgo compare nei primi documenti anche se viene distrutto nel 1215 ad opera dei Vercellesi.
La sua ricostruzione avviene in pochi anni e da qui inizia la sua crescita sotto la famiglia Paleologi e quindi sotto i Visconti prima e i Gonzaga dopo.
La città viene ingrandita e aumentate le sue fortificazioni.

Il XVII secolo è periodo di assedi spagnoli e francesi mentre con il 1713 avviene l’annessione a casa Savoia.
Nel XIX secolo vengono demolite gran parte delle strutture militari e in città si sviluppa la produzione della calce che culminerà nel XX secolo con l’insediamento di numerose industrie.
Una fra tutte sarà quella dell’Eternit divenuta tristemente nota per aver causato numerose morti legate ad una malattia provocata dal contatto con l’amianto non lavorato.

Cosa vedere a Casale Monferrato in un giorno

Casale Monferrato è una delle cittadine più interessanti del Piemonte da un punto di vista architettonico.
Il suo nucleo storico si articola nell’area un tempo racchiusa dalla cinta muraria, ormai andata distrutta, e presenta numerosi stili di costruzione.

Passeggiando per la città si possono incontrare monumenti Medievali in stile romanico e gotico ma anche edifici del XV, XVI secolo e settecenteschi.
Il centro relativamente piccolo e compatto può essere visitato a piedi e con meno di un giorno avrete modo di vedere tutte le cose principali.

Iniziamo la nostra visita percorrendo Via Roma, l’arteria principale, con tanti negozi perfetti per lo shopping.

PIAZZA MAZZINI

Al termine di Via Roma raggiungiamo Piazza Mazzini che rappresenta un po’ il fulcro centrale di Casale Monferrato.
Da qui infatti dipartono le altre vie più importanti come Via Saffi, Via Lanza e Via Duomo.
Le sue origini sono probabilmente romane e, durante il Medioevo ricopriva un ruolo commerciale e politico primario.
La presenza di una Statua Equestre raffigurante Carlo Alberto ha fatto sì che venga più comunemente chiamata dai cittadini Piazza Cavallo.
E’ inoltre caratterizzata dai portici che la circondano totalmente e dalla Porta rinascimentale.
All’angolo tra Via Roma e la Piazza abbiamo scoperto una delle botteghe più storiche della città, di cui vi parleremo più avanti.

Piazza Mazzini a Casale Monferrato
Piazza Mazzini

CATTEDRALE DI SANT’EVASIO

Lasciata Piazza Mazzini, imbocchiamo Via Dumo per raggiungere il Duomo o Cattedrale di Sant’Evasio, uno degli edifici più belli della città ma anche una delle più interessanti Cattedrali del Piemonte.
Realizzata in stile gotico-romanico nel VIII secolo è stata consacrata nel 1108 ed è dedicata al Patrono Sant’Evasio.

Nonostante sia stata più volte danneggiata e restaurata ha mantenuto i tratti tipicamente medievali.
Presenta una facciata a capanna e due campanili laterali mentre l’elemento principale è il nartece, praticamente unico, per tipologia, in Italia.
L’interno ha una struttura a cinque navate nel quale spiccano il crocifisso ligneo e la Cappella di Sant’Evasio che custodisce le reliquie del Santo.
Curioso il monogramma di Cristo presente su una delle colonne; la leggenda dice infatti che appoggiando un orecchio alla colonna si possa sentire scorrere il sangue del patrono.

Ricordiamo infine il Museo posto sulla parte posteriore del Duomo e il Percorso dei Sottotetti, un percorso archeologico organizzato durante la seconda domenica del mese.

Facciata della Cattedrale di Casale Monferrato
Cattedrale
Nartece della Cattedrale di Casale
Cattedrale interno

Tariffe Museo:
– offerta libera

Orari Museo (chiuso gennaio, febbraio e agosto):
– sabato e domenica: 15:00-18:00

Tariffe Percorso dei Sottotetti
– € 5,00

Orari Percorso dei Sottotetti:
– seconda domenica del mese 15:00, 16:00, 17:00

TORRE CIVICA

Conclusa la visita del Duomo torniamo sui nostri passi fino a raggiungere nuovamente Piazza Mazzini.
Proseguiamo in Via Saffi dove si innalza un altro edificio medievale: la Torre Civica.
Alta 60 m. è stata edificata nell’XI secolo a scopo difensivo ma è stata successivamente restaurata nel XVI secolo con l’aggiunta della parte sopra l’orologio.

L’attuale aspetto è quello derivante da un ultimo restauro avvenuto nella prima metà del 1900.
Si può salire in cima alla Torre durante l’evento Casale Città Aperta che si tiene ogni seconda domenica del mese e sabato precedente.

Torre Civica di Casale
Torre Civica e Chiesa di Santo Stefano

CASTELLO DEI PALEOLOGI

Proseguendo in Via Saffi si raggiunge uno dei simboli di Casale Monferrato, il Castello dei Paleologi.
L’edificio che sorge su Piazza Castello è stato realizzato nel 1357 su volere di Giovanni II Paleologo ma ha subito successive modifiche nella seconda metà del 1400 con relativi rafforzamenti delle mura.
Con il passaggio di Casale Monferrato a Casa Savoia, a inizi del ‘700, il Castello va incontro ad un graduale declino e alla trasformazione in caserma mentre nel corso del XIX secolo vengono demoliti i rivellini.

Oggi il Castello dei Paleologi ospita l’ufficio del Turismo ed è sede di mostre temporanee.
L’accesso al camminamento e ai torrioni, così come ai cortili interni è libero e gratuito mentre le sale delle mostre possono essere a pagamento o gratuite anch’esse (in base all’evento del momento).

Orari apertura Mostre:
– sabato e domenica 10:00-13:00 e 15:00-19:00

Casale Monferrato - Castello
Cortile Castello

COMPLESSO MUSEALE EBRAICO

Lasciato il Castello dei Paleologi si può ritornare verso Via Roma per poi dirigersi a Sud e imboccare Via Balbo e quindi Vicolo Salomone.
Qui si trova il complesso Museale Ebraico di Casale Monferrato, costituito dalla Sinagoga, dal Museo degli Argenti, dal Museo dei Lumi e dall’Archivio, tutti visitabili.
Il luogo è quello dell’antico Ghetto Ebraico dove dimoravano gli Ebrei, inizialmente per propria volontà, e successivamente in modo forzato dal 1724.

Lo sapevate che a Casale Monferrato vivono attualmente solo più 2 famiglie ebree?

Visitando la città di sabato troviamo purtroppo il complesso chiuso.

La Sinagoga risale alla fine del 1500 e presenta uno stile tipicamente rococò-piemontese con restauri di epoca successiva.
L’ultima riqualificazione è del 1969 dopo un lungo periodo di abbandono dovuto alla Seconda Guerra Mondiale.
La facciata è anonima e non farebbe pensare a splendidi interni, ma questo è normale perché fino a metà del 1800 era vietato che tali edifici fossero visibili o avessero un ingresso direttamente sulla via.
I suoi preziosi interni fatti di strucchi, legni preziosi e ori la rendono una delle più belle Sinagoghe d’Europa.
Tra gli elementi di spicco ci sono il pavimento in mosaico Veneziano e la cantoria in legno.

Nell’atrio di accesso alla Sinagoga si trova il Memoriale della Shoah, opera di Antonio Recalcati.

Il Museo degli Argenti, anche chiamato Museo di arte e storia antica ebraica, è ospitato nel vecchio matroneo, la galleria delle donne, e su due piani di altri due edifici annessi.
Al suo interno è raccolta una ricca collezione, tra le più importanti d’Europa, di oggetti di arte e storia Ebraica tra cui oggetti rituali e cerimoniali.
Si possono ammirare argenti, tessuti, costumi, ritratti e libri della legge.

Il Museo dei Lumi si trova nel luogo in cui era ubicata la Vasca della Purificazione e ospita un’interessante e importante collezione di Chanukkiot.
Questi non è nient’altro che il candelabro usato per la Festa delle Luci e si compone di otto lumi più un nono che dev’essere differente dagli altri.

Il cortile interno, infine, è uno spazio che oggi ospita numerosi eventi.

Tariffe Complesso Museale Ebraico (aggiornate anno 2024):
– € 10,00 intero
– gratis bambini fino a 6 anni

Orari orientativi:
– da lunedì a venerdì 8:30-12:30 su prenotazione
– domenica 10:00-12:00 e 15:00-17:30

MUSEO CIVICO E GIPSOTECA

A poco più di 200 m. dal Complesso Museale Ebraico si trova il Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi.

Il Complesso Museale è ubicato all’interno dell’ex-convento agostiniano di Santa Croce.

Al piano terra è posta la Gipsoteca Bistolfi che raccoglie più di 170 opere utili a conoscere il processo artistico di Leonardo Bistolfi, uno dei maggiori esponenti del simbolismo.
Al primo piano, e attraverso diciotto sale, è articolata la Pinacoteca nata inizialmente dalla collezione della Contessa Clara Leardi.
Tale raccolta si è poi arricchita dalla seconda metà dell’800 con nuovi elementi, principalmente tele ma anche argenti, sculture lignee, arazzi e ceramiche.

Facciata del Museo Civico
Museo Civico

Tariffe Museo Civico e Gipsoteca (aggiornate anno 2024):
– € 8,00 intero
– € 5,00 ridotto +60 anni, studenti -29 anni
– gratis bambini fino a 16 anni

Orari orientativi (chiuso il 01/01, 24/12, 25/12 e 31/12):
– giovedì: 8:30-12:30 e 14:30-16:30
– da venerdì a domenica e festivi: 10:00-13:00 e 15:00-18:30

PALAZZI STORICI

Vista la ricca storia di Casale Monferrato non poteva mancare una nutrita presenza di Palazzi Storici prevalentemente privati.

Il Palazzo d’Anna d’Alencon in stile gotico, si trova in Via Alessandria, tra il Castello e il Ghetto Ebraico, ed è stato la residenza della Contessa d’Alencon.
Realizzato tra il XV e XVI secolo ha un pregevole cortile interno rinascimentale.

Di stile Barocco si può ammirare il Palazzo San Giorgio ora sede del Comune, il cui aspetto attuale risale alla seconda metà del 1700.
Il cortile è visitabile liberamente durante l’apertura degli uffici Comunali e vanta la presenza di alcuni busti e di una lapide commemorativa.
Gli interni, ancora affrescati, sono accessibili solo ai gruppi o durante particolari eventi organizzati.

Accanto al Palazzo San Giorgio si trova il Palazzo Magnocavalli, anch’esso sede degli Uffici Comunali. Riedificato a partire dal 1732 presenta una facciata in cui spicca un pregevole portale in pietra.
Anche in questo caso il cortile è visitabile negli orari di apertura degli uffici.

Sempre in Via Mameli, dove si trovano i precedenti due palazzi del Comune, si erge uno dei più begli esempi di palazzo del settecento.
Il Palazzo Gozzani Treville nasce nel XVIII secolo come dimora nobiliare e oggi accoglie l’Accademia Filarmonica.
Fiori all’occhiello sono l’atrio affrescato, il cortile con statue e torrette e il piano nobile con soffitti impreziositi da pregevoli affreschi.

Tariffe Palazzo Gozzani treville (aggiornate anno 2024), previa prenotazione:
– € 2,00 visita
– € 10,00 visita guidata

Orari orientativi (chiuso il mercoledì)

Per prenotazioni e ulteriori informazioni: https://www.accademia-filarmonica.it/

L’ultimo palazzo che vogliamo citare è una proprietà privata e non visitabile, ma trovandosi anch’esso in Via Mameli, vale una sosta per soffermarsi ad osservarne la facciata.
Si tratta del Palazzo Sannazzaro del XVIII secolo, considerato uno dei più begli esempi di barocco-piemontese. Interessante il balconcino in ferro battuto posto proprio sopra il portale d’ingresso.

ALTRE CHIESE

Oltre allo splendido Duomo, Casale Monferrato vanta altre interessanti Chiese da vedere.
In Piazza Castello, incontriamo la Chiesa di Santa Caterina, edificata nella prima metà del 1700. Questo edificio barocco vanta degli interni splendidamente affrescati.

Risalendo Piazza Castello e imboccando Via Saffi, poco prima della Torre Civica si erge la Chiesa di Santo Stefano.
Edificata la prima volta nel XII secolo, è stata ricostruita nel XVII secolo.

In stile gotico è invece la Chiesa di San Domenico, posta sull’omonima piazza, a nord del centro storico.
Realizzata tra la fine del 1400 e i primissimi anni del 1500, possiede un portale rinascimentale e interni a tre navate con volte a crociera.
Degni di nota sono l’organo, un dipinto di scuola fiamminga e il monumento funebre dedicato allo storico Sangiorgio.

A sud della Cattedrale, si trova infine la piccola Chiesetta di San Michele che rappresenta un vero e proprio gioiello grazie agli interni affrescati.
L’edificio è però solo visitabile in occasione dell’evento Casale Città Aperta.

Cosa vedere a Casale Monferrato: Prodotti Tipici

Quando visitiamo una località, ormai lo sapete, non disdegniamo provare i prodotti tipici del territorio.
E anche Casale Monferrato annovera alcune eccellenze: prime fra tutte i Krumiri e la Muletta.

Ovviamente entrambi possono essere sia degustati nei locali cittadini ma anche essere acquistati; vi racconteremo la nostra esperienza e dove li abbiamo assaggiati.

I KRUMIRI, IL RE E DOVE TROVARLI

I Krumiri, semplici ma deliziosi biscotti, sono il prodotto più conosciuto di Casale Monferrato.

Gli ingredienti necessari alla loro realizzazione sono pochi ma di primissima qualità: uova, farina, zucchero, vaniglia e burro.
Nascono nel 1878 dal pasticcere Domenico Rossi, probabilmente in onore al Re Vittorio Emanuele II morto proprio quell’anno.

Sapevate che la forma del krumiro richiamerebbe proprio i baffi del Re Vittorio Emanuele II?

Oggi questa prelibatezza la si può trovare nella sua ricetta più tradizionale ma anche in molte varianti sia dolci che salate.
Volete qualche anticipazione?
Noi abbiamo avuto modo di assaggiare i krumiri alle nocciole, al caffé, all’arancia ma anche all’acciuga di Sicilia, al Parmigiano e alle Barbabietole e Gorgonzola.

Passeggiando per Casale Monferrato non sarà difficile imbattersi in qualche negozio che vende tale specialità ma noi vogliamo segnalarvene due.

Casale Monferrato - Krumireria Corino
Krumireria Corino

Il primo è quello in cui siamo stati noi e dove, dopo aver fatto qualche assaggio, abbiamo fatto una buona scorta da portarci a casa.
E’ la Krumireria Corino ubicata in un delizioso locale d’altri tempi, che è anche una delle più antiche drogherie d’Italia.
Qui è possibile assaporarli insieme ad una tazza di caffé o di zabaglione oppure acquistarli direttamente nelle scatole di vari formati, dopo ovviamente aver appreso qualche nozione storica dai gentili e competenti titolari.

Siete amanti della storia del calcio?
Dovete allora sapere che all’interno del krumirificio corino si trova un piccolo museo privato dedicato alla storica squadra del Casale Calcio.

Il Museo Casale Calcio a Casale Monferrato
Museo Casale Calcio

Il secondo locale che vi segnaliamo è la storica bottega Krumiri Rossi che vanta la paternità e il brevetto del krumiro.
Si trova in Via Lanza a circa 100 mt. a nord di Piazza Mazzini ed è anch’essa un’ottima occasione per fare scorta di biscotti.

Krumireria Corino – Via Roma, 197 – 15033 CASALE MONFERRATO – https://krumirimonferrato.it/

Krumiri Rossi – Via G. Lanza, 17 – 15033 CASALE MONFERRATO – http://www.krumirirossi.it/

LA MULETTA: IL SALAME DEL MONFERRATO

Altro prodotto tipico di Casale Monferrato, che abbiamo avuto modo di conoscere durante la nostra visita, è la Muletta.
Si tratta di un salame crudo realizzato con parti pregiate del maiale, insaporito con una miscela di spezie e insaccato in un budello cieco di maiale che gli conferisce la caratteristica forma irregolare.

Vista la difficoltà nel reperire alcune materie prime e i costi elevati, la Muletta è un prodotto non così conosciuto al di fuori del territorio Monferrino e a rischio di scomparsa.
Dal canto nostro, pur essendo piemontesi, non ne conoscevamo l’esistenza ma ci ha piacevolmente sorpreso tanto da consigliarvi di provarlo.

E’ possibile gustare questo salume nei locali di Casale Monferrato o acquistarlo direttamente nelle macellerie della zona.

Noi abbiamo avuto modo di mangiarlo presso BeerHouse, un locale informale che abbiamo scelto per un pranzo veloce.
A pranzo il menù è più ristretto rispetto alla cena ma i prodotti sono di ottima qualità.

BeerHouse – Via Bruna Carlo Giuseppe, 25 – 15033 CASALE MONFERRATO – https://www.beerhousemonferrato.it/

Il locale BeerHouse di Casale
BeerHouse

Dove sostare in camper a Casale Monferrato

Anche se in quest’occasione abbiamo raggiunto Casale Monferrato in auto, vogliamo però segnalarvi alcune possibilità di sosta camper per poter visitare la città.

L’Area Camper Comunale con servizi di C/S si trova nei pressi del Palazzetto dello Sport a circa 2 Km. dal centro.
Il luogo non è molto consigliato per sostare la notte ma ottimo per i servizi di carico e scarico.

Area Comunale Casale Monferrato – Via Giovanni Paolo II – 15033 CASALE MONFERRATO (GPS 45.125265, 8.462131)

Per parcheggiare e visitare la città, ma eventualmente anche per dormire, si può utilizzare l’ampio piazzale di Piazza Castello che è praticamente in centro.

Parcheggio Piazza Castello – Piazza Castello – 15033 CASALE MONFERRATO (GPS 45.136859, 8.447156)

Altro comodo parcheggio per pernottare, anch’esso vicino al centro, si trova nei pressi del Mc. Donald.

Parcheggio pressi McDonald – Via Beato Mons. Luigi Novarese – 15033 CASALE MONFERRATO (GPS 45.134311, 8.444448)

Cosa vedere nei dintorni di Casale Monferrato: gli infernot e i borghi

Se avete a disposizione un po’ di tempo e non sapete cosa vedere nei dintorni di Casale Monferrato non vi resta che leggere i nostri suggerimenti.

Dovete innanzitutto sapere che la cittadina si trova a due passi dalle colline del Monferrato, il cui paesaggio vitivinicolo, insieme a Langhe e Roero, è iscritto dal 2014 nel Patrimonio Mondiale Unesco.

I borghi abbarbicati su queste colline, diventati celebri per gli Infernot, sono deliziosi e alcuni meritano davvero una sosta.

Gli INFERNOT sono delle camere sotterranee scavate nella pietra da cantoni, senza luce ed areazione, le cui condizioni climatiche sono ideali per conservare il vino.
Tali strutture rientrano nella classificazione Unesco e sono diventate meta turistica.

Le località del Monferrato più vicine a Casale sono quelle che si trovano idealmente nel triangolo tra Asti, Alessandria e Casale.

A soli 5 Km. da Casale si trova San Giorgio Monferrato che merita una sosta per il suo Castello, considerato uno dei più belli del Monferrato nonché il più antico.
Il Castello è privato e abitato ma oltre ad ospitare un B&B ed essere utilizzato per eventi, prevede la possibilità di visite guidate su prenotazione.
-> Per tutte le informazioni e organizzare la visita, potete consultare il SITO UFFICIALE

Percorrendo altri 5 Km. si raggiunge Ozzano, antico borgo che ha saputo mantenere alcuni edifici storici e che merita la sosta.
Del XV e XVI secolo sono alcuni edifici, tra cui una casa, la Torre e i resti delle antiche mura. Altre strutture sono da attribuirsi al barocco e all’ottocento.
Da segnalare il Castello di Ozzano oggi di proprietà della famiglia Visconti e visitabile dall’esterno, alcune Chiese e ricchi palazzi e ville dagli splendidi giardini.
-> PARCHEGGIO SENZA SERVIZI – Via Perbocca, 7 – 15039 OZZANO – (GPS 45.101456, 8.374571)

Il borgo Medievale di Rosignano Monferrato dista appena 9 Km. da Casale e annovera numerosi palazzi storici, la Torre Civica e le Chiese di Sant’Antonio e di San Vittore. Fiore all’occhiello è il Castello di Uviglie, nel quale è possibile durante la visita guidata, ammirare uno degli Infernot.
-> Per le date di apertura consultare il SITO UFFICIALE
-> PARCHEGGIO SENZA SERVIZI – Piazza Enrico Faletti, 2 – 15030 ROSIGNANO MONFERRATO – (GPS 45.081388, 8.398181)

Cella Monte si trova ad appena 1,5 Km. da Rosignano ed è considerato uno dei Borghi più Belli d’Italia.
Anch’esso patria degli Infernot, regala splendidi scorci mentre si passeggia tra le sue vie acciottolate, su cui si affacciano case realizzate in pietra da cantoni.
Merita una visita l’Ecomuseo della Pietra Cantoni in cui è possibile conoscere la storia di questa pietra e quella degli infernot.
E’ inoltre comune trovare impronte di fossili marini proprio in queste zone di pietra.
-> Apertura la domenica o su prenotazione. Vi consigliamo di consultare il SITO UFFICIALE

Scorcio di Cella Monte
Cella Monte

A meno di 20 Km. si trova un altro interessante Borgo, quello di Vignale Monferrato che annovera a sua volta vari Infernot tra cui quello del Belvedere.
Altrettanto degni di nota sono il panorama spettacolare che si può ammirare dal borgo e alcuni palazzi storici tra cui la Casa del Serpentello e Palazzo Callori, sede dell’Enoteca Regionale del Monferrato.
-> PARCHEGGIO SENZA SERVIZI – Strada Provinciale 68 – 15049 VIGNALE MONFERRATO – (GPS 45.011676, 8.398984)

Nel Monferrato Astigiano vale la pena soffermarsi nel Borgo medievale di Montemagno.
Qui spicca l’imponente Castello restaurato tra il XIII e XIV secolo, che essendo privato è possibile visitare solo in alcune occasioni.
Interessante è la Piazza San Martino su cui si affaccia la barocca Chiesa dei Santi Martino e Stefano a cui si accede tramite una scenografica scalinata.

Altro Borgo dell’Astigiano che vi consigliamo assolutamente di visitare è la piccola Moncalvo, dalla storia antica.
Dell’antico Castello del XII secolo si possono ancora ammirare i bastioni presenti in Piazza Carlo Alberto che offrono uno splendido belvedere.
Sempre su questa piazza si affaccia la Sinagoga, unica in Europa a trovarsi direttamente in una piazza principale mentre nella vicina Piazza Garibaldi si trova il Teatro Municipale.
Passeggiando per le vie del centro storico potrete infine ammirare gli antichi palazzi medievali del XV secolo, tradizionali insegne d’altri tempi, gradevoli chiese e un’enoteca posta all’interno di uno dei torrioni rimasti.
-> PARCHEGGIO SENZA SERVIZI – Piazza Castello – 14036 MONCALVO – (GPS 45.052329, 8.266538)

7 Km. a nord di Moncalvo si trova infine l’ultima località che vogliamo segnalarvi.
E’ il Sacro Monte di Crea fondato nel 1589 su esempio del Sacro Monte di Varallo è oggi inserito tra i Siti Patrimonio Unesco.
Oltre al Santuario si compone di 23 cappelle e 5 romitori con numerosi camminamenti per passeggiate in assoluta quiete e serenità.

Altro Borgo dell’Astigiano che vi consigliamo assolutamente di visitare è la piccola Moncalvo, dalla storia antica.
Dell’antico Castello del XII secolo si possono ancora ammirare i bastioni presenti in Piazza Carlo Alberto che offrono uno splendido belvedere.
Sempre su questa piazza si affaccia la Sinagoga, unica in Europa a trovarsi direttamente in una piazza principale mentre nella vicina Piazza Garibaldi si trova il Teatro Municipale.
Passeggiando per le vie del centro storico potrete infine ammirare gli antichi palazzi medievali del XV secolo, tradizionali insegne d’altri tempi, gradevoli chiese e un’enoteca posta all’interno di uno dei torrioni rimasti.
-> PARCHEGGIO SENZA SERVIZI – Strada Provinciale, 19 – 15020 SERRALUNGA DI CREA – (GPS 45.093671, 8.273747)

2 comments

  1. Per me questa zona è sempre sinonimo di buon cibo e buon vino! Ma ammetto che ignoravo che i krumiri, biscottini di cui sono ghiotta, fossero proprio tipici di Casale Monferrato.
    Occasione in più per venirci!
    Grazie per tutte queste info golose.

    1. Eh si anche noi inizialmente non sapevamo che i Krumiri fossero proprio di Casale Monferrato. Il bello del viaggio è scoprire anche queste deliziose specialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

ViaggiamoHG

Travel Blog in cui si trovano destinazioni, guide e diari di viaggio dettagliati dei nostri viaggi in camper ma non solo.

ViaggiamoHGt © Copyright 2023. All rights reserved.
Close