ULTIMI POST

martedì 24 dicembre 2019

Visitare GRAZZANO VISCONTI: il borgo Medievale dei giorni nostri



Cosa vedere a Grazzano Visconti: guida al borgo, gioiello medievale, del Piacentino uscito direttamente da un libro di fiabe.



Immaginatevi un borgo Medievale dei giorni nostri, dove nulla è lasciato al caso con le botteghe artigiane e le loro insegne in ferro battuto, edifici in pietra sulle cui facciate spiccano splendidi affreschi o immagini sacre, piazze, colonne e statue.
Ci troviamo a Grazzano Visconti, un piccolo paese del Piacentino, in Emilia Romagna, al cui Castello del 1395 si aggiunse nel '900 la ricostruzione del borgo, ad opera di Giuseppe Visconti, secondo il tipico stile Medievale.
Per i detrattori ci troviamo di fronte ad un falso d'epoca ma secondo noi è un luogo che vale la pena di scoprire per lasciarsi cullare dalla fantasia e far sognare i più piccoli.


Storia di Grazzano Visconti


La storia del borgo, così come lo conosciamo oggi, è abbastanza recente. 
L'edificio più antico è il Castello che risale al 1395 quando venne eretto per volere di Giovanni Anguisola marito di Beatrice Visconti; all'epoca attorno al castello si sviluppavano soltanto alcune case di campagna ed edifici annessi ad esso e così nel '900 Giuseppe Visconti si occupò della progettazione di un borgo in stile tre-quattrocentesco con tanto di botteghe e dimore medievali.
Oggi Grazzano Visconti è uno dei borghi più visitati con turisti da ogni parte del mondo.  





Da Vedere


Il Castello:
costruito nel 1395 su ordine di Giovanni Anguisola, è l'unico edificio originario rimasto intatto. 
E' formato da una corte quadrata circondata da porticati, da quattro torri di cui due quadrate e due a base rotonda e da uno splendido parco con giardini all'italiana impreziosito da fontane e statue.
E' visitabile (ingresso € 16,00 adulti, € 8,00 bambini tariffe 2018) anche se noi ci siamo limitati all'osservazione dall'esterno. 
Come ogni castello che si rispetti, anche qui non può mancare un fantasma: la paffuta Aloisa, morta per le sofferenze d'amore.


Museo delle Cere:

è il terzo per ordine di importanza in Italia nonché unico del Nord Italia e ripercorre la storia, attraverso i secoli fino ai giorni nostri. Le ambientazioni sono arricchite da riproduzioni di oggetti del tempo e dall'ascolto di aneddoti.


Museo Internazionale delle Torture: 
è ubicato nel Palazzo dell'Istituzione ed espone alcuni strumenti di tortura all'epoca dell'inquisizione con alcune  notizie storiche. Seppur può apparire un po' macabro noi lo abbiamo trovato interessante offrendo uno spaccato di quanto è purtroppo accaduto in passato.


Borgo Medievale: 
la parte migliore è indubbiamente quella di girovagare tra le sue viuzze, visitare le botteghe artigiane dove si lavorano ancora il legno ed il ferro battuto seguendo i metodi tradizionali, osservare le belle insegne come quella dell'Albergo del biscione, raggiungere la Cortevecchia e soffermarsi ad ammirare i pittoreschi edifici tra cui la Torre Merlata e la Chiesetta Gotica.









Miti e Leggende


Fantasma di Aloisa:
nel castello ancora vaga il fantasma di Aloisa, paffuta sposa di un capitano di Milizia, perita di gelosia in seguito al tradimento del marito. "Io sono Aloisa e porto amore e profumo alle belle che donano il loro sorriso a Grazzano Visconti".



Manifestazioni a Grazzano





Il Natale di Grazzano:
nel periodo natalizio il borgo ospita i Mercatini di Natale e la casa di Babbo Natale attirando numerosi turisti. Ogni anno l'evento si arricchisce di nuove offerte come la ruota panoramica, la Renna di Babbo Natale....



Il Corteo Storico:
è il primo e storico evento ormai da anni in calendario. L'ultima domenica di maggio Grazzano rivive la l'avvenimento di fine 1300 che vide Valentina signora d'Asti far visita a Giovanni Anguissola, durante il suo viaggio per raggiungere il futuro marito duca d'Orleans. La rievocazione storica ha in calendario il Corteo e il torneo d'Armi tra cavalieri mentre l'intero borgo è animato da accampamenti militari, spettacoli di falconeria, laboratori di arti e antichi mestieri e allestimenti di vita medievale.



La notte di Aloisa:
in onore di Aloisa il borgo assume vesti piratesche in una serata alla presenza di Nobili inglesi, del Governatore, di sua maestà e naturalmente dei pirati.



Halloween:
durante la serata più "paurosa" dell'anno, il borgo accoglierà streghe, maschere grottesche e mostri, mentre si potrà passeggiare tra zucche, ragnatele e scheletri.



Per Bambini


Borgo Medievale:
l'intero Borgo sarà in grado di affascinare anche i più piccoli, soprattutto in occasioni delle numerose manifestazioni che vengono ospitate durante tutto l'anno.


Come Arrivare


Grazzano Visconti si trova in Emilia Romagna, in provincia di Piacenza, a pochi chilometri dal Capoluogo. Provenendo dall'A21 uscita Piacenza Ovest (se si arriva da ovest), uscita Piacenza-Bettola (se si arriva da est o da Milano); provenendo da A1 uscita Piacenza-Bettola. Da qualsiasi direzione immettersi sulla SP645R.




I Nostri Diari su GRAZZANO VISCONTI







Indirizzi Utili



 SOSTARE 

- Parcheggio Grazzano Visconti, Str. del Cantone 66 - 29020 GRAZZANO VISCONTI  (GPS 44.993591, 9.673538) A PAGAMENTO, NO SERVIZI, GIORNO/NOTTE






28 commenti:

  1. Questo borgo lo adoro nonno è lontano da me ci andai fa ragazza e spesso ci torno mi sento in pace in questo luogo. Poi fanno tanti eventi e ora è addobbato per Natale

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace tantissimo, ogni volta che ci vado è come entrare in un mondo un po' fantastico.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo questo borgo. E' in lista da almeno 3 anni, spero proprio di riuscire ad andarci il prossimo anno. Chissà che bello in questi giorni, con le luminarie di Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel periodo natalizio è molto carino ma a me era ancora piaciuto di più in occasione del corteo storico.

      Elimina
  4. Girovagare per il borgo e visitare il Castello sarebbero le mie priorità se visitassi Grazzano Visconti, non conoscevo questo paese dell'Emilia Romagna ma è davvero un gioiellino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero carino da visitare, anche se in realtà è stato realizzato molto più avanti rispetto all'epoca che rappresenta. Ma entrare in questo borgo è un po' come entrare in un libro di fiabe.

      Elimina
  5. Non avevo mai sentito parlare di questo borgo ma ora l'ho inserito nei posti da vedere. Oltre alla bellezza del posto che mi ispira molto, mi piacciono molto le storie di fantasmi per cui non mi dispiacerebbe partecipare alla notte di Aloisa, anche se so già che poi avrò una paura da morire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il borgo è davvero carino nonostante i detrattori lo considerino un falso in quanto costruito più avanti con caratteristiche medievali. Io lo trovo semplicemente incantevole e piacevole da visitare, soprattutto quando c'è qualche manifestazione.

      Elimina
  6. Ci sono stata da piccola con la scuola e mi è sempre rimasto nel cuore. Poi, da grande, quando ho scoperto che era della famiglia del regista Luchino Visconti la cosa mi è piaciuta ancora di più e ci sono tornata cercando di capire se ci era mai stato, e se questo luogo lo aveva in qualche modo ispirato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io anche ero rimasta affascinata dal borgo essendoci stata da piccola (non con la scuola) e più avanti sono ritornata altre volte apprezzandolo allo stesso modo anche se ho poi appurato la vera storia del luogo.

      Elimina
  7. Non ho mai esplorato l'Emilia Romagna come si deve, anche se mi piacerebbe visitare i luoghi di Don Camillo, potrei aggiungere anche Grazzano Visconti al tour.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti consiglio di aggiungerlo perché è molto grazioso e particolare.

      Elimina
  8. Sono stata in questo castello proprio per Halloween! Posto splendido e divertimento assicurato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad Halloween mi manca ma mi piacerebbe prima o poi visitare l'intero borgo.

      Elimina
  9. Il motivo per cui mi piace leggere i Blog di viaggi è per scoprire posti a me sconosciuti come questo borgo, mi piacerebbe molto visitarlo... Mi hanno sempre affascinata i borghi medioevali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è un borgo non così conosciuto seppure la sua particolarità dell'essere stato costruito in tempi più recenti è peculiare. Ti consiglio assolutamente la visita.

      Elimina
  10. Ho sempre sentito parlare di questo borgo, ma non ho ancora avuto occasione di andarci di persona! Molto affascinante e ricco di cose da vedere e da fare, mi ispirano tantissimo il borgo medievale e il museo delle Torture!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bellissima meta che sicuramente, se ami i borghi medievali, non ti deluderà.

      Elimina
  11. Avevo visto un breve filmato in TV riguardo questo borgo, e mi aveva molto incuriosito. Adesso che vedo anche le tue foto e leggo il tuo racconto mi è venuta molta voglia di scoprirlo... penso che faccia davvero parte del patrimonio nazionale che vale la pena non solo conoscere ma anche valorizzare e divulgare.
    Spero di riuscire ad organizzare una visita uno dei prossimi weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche secondo me merita una visita fosse solo per la sua particolarità di essere stato costruito su stile diverso da quello dei lavori. Passeggiare nel borgo sembra di essere quasi proiettati in un libro di fiabe.

      Elimina
  12. Lo trovo molto bello e sempre affascinante anche quando non ci sono manifestazioni e sembra pressoché deserto.Soprattutto se fuori stagione e negli orari di pranzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, credo sia bellissimo visitarlo in entrambe le occasioni e coglierne le differenze.

      Elimina
  13. Sono stata qualche anno fa a Grazzano Visconti ed ho avuto l'impressione che si trattasse di un luogo carino e simpatico dove trascorrere una domenica in famiglia. Forse un po' troppo ricostruito ma molto piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto che sia ricostruito è indubbio, perché è stato realizzato solo su stile medievale ma in epoca molto più recente. Credo sia comunque bello vederne le caratteristiche anche perché da lì gli artigiani hanno aperto botteghe e continuano a produrre gli oggetti come un tempo, oltre ad esserci una scuola apposita.

      Elimina
  14. Che bello che è questo paesino, io poi sono un'appassionata di location "fantasy", e questo sembra proprio uscito da un libro. Bellina la storia del fantasma di Aloisa! Mi piace moltissimo conoscere miti e leggende dei luoghi che visito :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si il paese sembra davvero uscito da un libro di fiabe ma potrebbe essere ideale anche come Fantasy. Secondo me vale la pena visitarlo dopo averne conosciuto la storia.

      Elimina
  15. Questo borgo è un piccolo gioiello! E' sempre ricco di vita e iniziative. Perfetto per una gita fuori porta o un pranzo domenicale, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo, io ci sono stata in varie occasioni e mi è sempre piaciuto tantissimo. Perfetto se si è in compagnia di bambini ma non solo.

      Elimina

LASCIACI UN COMMENTO