ULTIMI POST

venerdì 27 dicembre 2019

Visitare RONCOLE VERDI: il piccolo borgo di Verdi e Guareschi


Sulla strada del Culatello, a circa 5 Km da Busseto nella pianura Parmense, si trova un piccolo villaggio, famoso per aver dato i natali a Giuseppe Verdi e ospitato, per buona parte della sua vita, Giovannino Guareschi.
Parliamo di Roncole Verdi che, per essere precisi, anche noi non conoscevamo prima di questo viaggio ed è sicuramente ancor poco noto ai più. Ma se siete di passaggio è una tappa che vi consigliamo, non fosse altro per una pausa gastronomica.



Storia
Il territorio parrebbe abitato fin dall'età del bronzo seppure notizie certe si hanno a partire dall'epoca Romana; qui infatti sono stati ritrovati numerosi reperti archeologici.
Con l'avvento dello Stato Pallavicino, Roncole diventò frazione del più grande paese di Busseto.  




Da Vedere

Casa Natale di Giuseppe Verdi:
in passato questa era una modesta abitazione adibita anche a posteria, dove il padre gestiva un'osteria ed un negozio di generi alimentari e la madre era filatrice. 
Oggi è stata adibita a sede museale multimediale ed è possibile visitare in autonomia, mediante il supporto di un tablet, i vari ambienti che la compongono.
Vi consigliamo di informarvi sugli orari di apertura in quanto nel periodo invernale il museo è aperto solo nei giorni festivi e fine settimana, mentre da Marzo ai primi di Novembre dal martedì alla domenica (orientativamente 9:30-12.10 e  14:30-16.30/17:10).
http://www.casanataleverdi.it/


Chiesa di San Michele:
risalente al XVI e XVII secolo ma più volte rifatta, è degna di nota per essere stata sede del battesimo di Giuseppe Verdi e per ospitare ancora l'organo in cui Verdi bambino iniziava ad esercitarsi, sotto la guida del sacerdote di allora Don Pietro Baistrocchi.


Mostra permanente Giovanni Guareschi: 
Chi non conosce Giovannino Guareschi attore delle storie di Peppone e Don Camillo?
Non tutti sanno però che è proprio qui che lo scrittore trascorse molti anni della sua vita. Nella sua casa di un tempo si trova ora una mostra antologica permanente in cui sarà possibile curiosare tra documenti e fotografie, sotto la guida esperta del figlio; sarà anche possibile assistere alla visione di un piacevole filmato in cui Giovanni Guareschi racconta brevemente la sua vita, con il tipico stile autoironico che lo contraddistinse nei suoi scritti (costo € 1 a persona per la visione del filmato, mostra gratuita).





Suggerimenti

Tour Gastronomico:
lo abbiamo accennato all'inizio del nostro articolo: siamo sulla strada del Culatello di Zibello. Allora perché non fermarsi per qualche acquisto o una degustazione in loco?
Numerosi sono gli esercizi che lo vendono o i ristoranti che lo propongono. 




Per Bambini


Casa Natale Giuseppe Verdi e Mostra Guareschi:
entrambe le mostre sono adatte anche per i bambini non troppo piccoli.


Dormire

- Parcheggio Roncole Verdi, Via Carlo Verdi 117, 43011 RONCOLE VERDI  (GPS 44.953010, 10.072247) FREE
- Locanda alle Roncole, Strada Processione 179 - 43011 RONCOLE VERDI (GPS 44.951147, 10.071494)



Mangiare

- Locanda alle Roncole, Strada Processione 179 - 43011 RONCOLE VERDI (GPS 44.951147, 10.071494)


Indirizzi Utili



I Nostri Diari su RONCOLE VERDI





Continua a leggere...

martedì 24 dicembre 2019

Visitare GRAZZANO VISCONTI: il borgo Medievale dei giorni nostri


Immaginatevi un borgo Medievale dei giorni nostri, dove nulla è lasciato al caso con le botteghe artigiane e le loro insegne in ferro battuto,  edifici in pietra sulle cui facciate spiccano splendidi affreschi o immagini sacre, piazze, colonne e statue.
Ci troviamo a Grazzano Visconti, un piccolo paese del Piacentino, in Emilia Romagna, al cui Castello del 1395 si aggiunse nel '900 la ricostruzione del borgo, ad opera di Giuseppe Visconti, secondo il tipico stile Medievale.
Per i detrattori ci troviamo di fronte ad un falso d'epoca ma secondo noi è un luogo che vale la pena di scoprire per lasciarsi cullare dalla fantasia e far sognare i più piccoli.


Storia

La storia del borgo, così come lo conosciamo oggi, è abbastanza recente. 
L'edificio più antico è il Castello che risale al 1395 quando venne eretto per volere di Giovanni Anguisola marito di Beatrice Visconti; all'epoca attorno al castello si sviluppavano soltanto alcune case di campagna ed edifici annessi ad esso e così nel '900 Giuseppe Visconti si occupò della progettazione di un borgo in stile tre-quattrocentesco con tanto di botteghe e dimore medievali.
Oggi Grazzano Visconti è uno dei borghi più visitati con turisti da ogni parte del mondo.  





Da Vedere

Il Castello:
costruito nel 1395 su ordine di Giovanni Anguisola, è l'unico edificio originario rimasto intatto. 
E' formato da una corte quadrata circondata da porticati, da quattro torri di cui due quadrate e due a base rotonda e da uno splendido parco con giardini all'italiana impreziosito da fontane e statue.
E' visitabile (ingresso € 16,00 adulti, € 8,00 bambini tariffe 2018) anche se noi ci siamo limitati all'osservazione dall'esterno. 
Come ogni castello che si rispetti, anche qui non può mancare un fantasma: la paffuta Aloisa, morta per le sofferenze d'amore.



Museo delle Cere:

è il terzo per ordine di importanza in Italia nonché unico del Nord Italia e ripercorre la storia, attraverso i secoli fino ai giorni nostri. Le ambientazioni sono arricchite da riproduzioni di oggetti del tempo e dall'ascolto di aneddoti.


Museo Internazionale delle Torture: 
è ubicato nel Palazzo dell'Istituzione ed espone alcuni strumenti di tortura all'epoca dell'inquisizione con alcune  notizie storiche. Seppur può apparire un po' macabro noi lo abbiamo trovato interessante offrendo uno spaccato di quanto è purtroppo accaduto in passato.




Borgo Medievale: 
la parte migliore è indubbiamente quella di girovagare tra le sue viuzze, visitare le botteghe artigiane dove si lavorano ancora il legno ed il ferro battuto seguendo i metodi tradizionali, osservare le belle insegne come quella dell'Albergo del biscione, raggiungere la Cortevecchia e soffermarsi ad ammirare i pittoreschi edifici tra cui la Torre Merlata e la Chiesetta Gotica.







Miti e Leggende

Fantasma di Aloisa:
nel castello ancora vaga il fantasma di Aloisa, paffuta sposa di un capitano di Milizia, perita di gelosia in seguito al tradimento del marito. "Io sono Aloisa e porto amore e profumo alle belle che donano il loro sorriso a Grazzano Visconti".



Manifestazioni




Il Natale di Grazzano:
nel periodo natalizio il borgo ospita i Mercatini di Natale e la casa di Babbo Natale attirando numerosi turisti. Ogni anno l'evento si arricchisce di nuove offerte come la ruota panoramica, la Renna di Babbo Natale....





Il Corteo Storico:
è il primo e storico evento ormai da anni in calendario. L'ultima domenica di maggio Grazzano rivive la l'avvenimento di fine 1300 che vide Valentina signora d'Asti far visita a Giovanni Anguissola, durante il suo viaggio per raggiungere il futuro marito duca d'Orleans. La rievocazione storica ha in calendario il Corteo e il torneo d'Armi tra cavalieri mentre l'intero borgo è animato da accampamenti militari, spettacoli di falconeria, laboratori di arti e antichi mestieri e allestimenti di vita medievale.



La notte di Aloisa:
in onore di Aloisa il borgo assume vesti piratesche in una serata alla presenza di Nobili inglesi, del Governatore di sua maestà e naturalmente dei pirati.



Halloween:
durante la serata più "paurosa" dell'anno, il borgo accoglierà streghe, maschere grottesche e mostri, mentre si potrà passeggiare tra zucche, ragnatele e scheletri.



Per Bambini


Borgo Medievale:
l'intero Borgo sarà in grado di affascinare anche i più piccoli, soprattutto in occasioni delle numerose manifestazioni che vengono ospitate durante tutto l'anno.


Sostare

- Parcheggio Grazzano Visconti, Str. del Cantone 66 - 29020 GRAZZANO VISCONTI  (GPS 44.993591, 9.673538) A PAGAMENTO, NO SERVIZI, GIORNO/NOTTE



Indirizzi Utili



I Nostri Diari su GRAZZANO VISCONTI





Continua a leggere...

venerdì 20 dicembre 2019

Visitare FONTANELLATO: una delle Bandiere Arancioni del Parmense


Siamo in Emilia Romagna e precisamente in provincia di Parma dove si trova Fontanellato insignito della Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano nonché dei titoli di Città d'Arte e Cultura e di Città del Buon vivere e della Buona Tavola. 
Notoriamente conosciuto per la sua Rocca circondata da un fossato, che troneggia nel centro del paese, rappresenta altresì un ottimo punto di riferimento per un turismo enogastronomico: ci troviamo infatti nel territorio del Parmigiano Reggiano e del Culatello.
Se volete pianificare un viaggio nelle zone del Ducato di Parma e Piacenza, non potrete dimenticare di inserire nel vostro itinerario questa località; la nostra è stata solo una toccata e fuga per giunta nella nebbia ma avremo sicuramente occasione di fare una visita più approfondita in futuro.

Storia

Abitato sin dall'età del Bronzo, Fontanellato venne successivamente colonizzato dai Romani.
Il suo nome deriverebbe dal latino "Fontana Lata" ossia Fonte Estesa per indicare la vasta presenza di fontanili: eventi sorgivi di pianura, come le stesse acque del fossato che circonda la Rocca, un tempo ricche di pesci usati per imbandire le tavola di nobili e paesani. 



Da Vedere

Rocca Sanvitale:
l'opera più conosciuta, venne ceduta al Comune solo nel 1948 da Giovanni Sanvitale. 
Eretta nel 1124 dalla famiglia Pallavicino, venne successivamente concessa in beneficio e completata dai Conti Sanvitale.
Come tutti i castelli degni di questo nome, non poteva non essere circondato da un fossato; ancora oggi il suo ampio fossato di 4 metri è ancora pieno d'acqua, restando uno dei pochi in Italia con questa caratteristica.
Come avevamo anticipato in precedenza, si trova al centro del paese; racchiuso da una cinta merlata, ha una pianta quadrangolare con al centro un cortile interno. Completano il tutto le torri quadrate, l'imponente mastio posto sopra l'ingresso principale, una loggia sul lato settentrionale, tre torrioni rotondi e uno quadrato sulla cinta.   
La Rocca è visitabile e conserva splendide sale tra cui lo "studiolo" con il famoso dipinto del Parmigianino di Diana e Atteone.
Unica nel suo genere è la Camera Ottica, creata per volere di Giovanni Sanvitale, amante della fotografia, che consente per mezzo di un gioco di prismi, di vedere ciò che si svolge nella piazza antistante la Rocca, senza essere visti.



Chiesa di Santa Croce:

risale al quattrocento seppure ha subito nei secoli diverse ristrutturazioni; conserva una sagrestia con pregevoli mobili barocchi.


Oratorio dell'Assunta: 
rifatto nel settecento conserva bei mobili intagliati in stile barocchetto.


Centro storico: 
altrettanto piacevole è percorrere il perimetro della Rocca sul cui lato opposto si affacciano case porticate e poi inoltrarsi nelle vie del centro, con gli edifici dalle facciate color pastello e i tanti negozi di prodotti tipici tra cui il già citato Parmigiano Reggiano, il culatello, la spalla cotta e lo strolghino.




Santuario Beata Vergine Maria del Santo Rosario: 
è il secondo gioiello del paese seppure un po' fuori dal centro abitato.
Il Santuario in stile Barocco venne eretto nel 1514 dai monaci domenicani; conserva al suo interno pregevoli tele e la statua della Vergine del Rosario realizzata a seguito di un miracolo ufficialmente riconosciuto dalla Diocesi di Parma. 




Miti e Leggende

Rocca Sanvitale:
poco chiare sono le motivazioni per cui venne ordinato al Parmigianino il dipinto legato a Diana e Atteone; una delle possibili cause della committenza potrebbe essere attribuibile al dramma che colpì il Conte Galeazzo Sanvitale e la moglie Paola Gonzaga, con la morte prematura del loro figlioletto



Per Bambini


Rocca Sanvitale:
l'intrigante fossato e la particolarità della camera ottica sapranno sicuramente interessare ed incuriosire i più piccoli. 


Sostare

- Area Camper Fontanellato, Via XXIV Maggio, 43012 FONTANELLATO  (GPS 44.877634, 10.171568) A PAGAMENTO, SERVIZI C/S, WC, GIORNO/NOTTE



Indirizzi Utili



I Nostri Diari su FONTANELLATO





Continua a leggere...

domenica 15 dicembre 2019

Alla scoperta di Gardaland: Il Parco divertimenti più grande d'Italia


Gardaland è il parco di divertimenti più grande e conosciuto d'Italia, nato sulle rive del Lago di Garda nel 1975.
Se avete figli o per un giorno volete tornare bambini, allora questo è il posto che fa per voi; una volta varcati i cancelli d'ingresso vi ritroverete in un mondo fatto di magia e divertimento dove anche i sogni possono diventare realtà.
Il parco, in continua evoluzione, è suddiviso in varie aree tematiche, rinnovandosi di anno in anno con attrazioni sempre nuove che possono essere suddivise in tre tipologie: adrenaliniche per i più coraggiosi, adventure per tutte le età e fantasy adatte anche ai più piccoli.



Storia
Venne inaugurato a Castelnuovo del Garda il 19 luglio del 1975 grazie all'idea di Livio Furini, imprenditore Veronese rimasto colpito dalla visita al parco Disneyland in California. Aveva all'epoca 21 attrazioni ed il primo anno ricevette circa 100.000 visitatori. 
Il successo arrivò sin da subito perché, un po' come il sopracitato Disneyland, era stato in grado di amalgamare le attrazioni a meravigliose e dettagliate scenografie, che non lo rendevano solo un parco giochi ma un "Mondo fantastico" vero e proprio. 
Nei primi anni ottanta il Parco vantava oltre il milione di visitatori l'anno, accrescendo il numero di attrazioni, rimodernando le più vecchie o sostituendole con proposte innovative.
Nel 2004 diventa il primo parco italiano a dotarsi di un hotel a tema interno Il Gardaland Hotel, che verrà affiancato nel 2016 dall'Adventure Hotel e nel 2019 anche dal Magic Hotel.
Il 2008 sarà l'anno dell'inaugurazione del Gardaland Sea Life, l'aquario tematizzato che andrà ad unirsi alla famiglia di Gardaland mentre il prossimo 2020 sarà l'anno del 1° Legoland Water Park in Europa.


Spettacoli di benvenuto
Cinque minuti prima dell'apertura dei cancelli è possibile assistere ad un breve spettacolo con ballerini in costume che fa da incipit a quello che ci attende.


Entrati nel parco si da il via al divertimento, lasciandosi trasportare dalla magia del tornare bambini.


Le Attrazioni
Tra le Attrazioni Fantasy troviamo:
  • L'Albero di Prezzemolo: storica attrazione
  • Prezzemolo Land: tanti scivoli e giochi d'acqua
  • Prezzemolo Magic Village: area dedicata ai più piccoli 
  • Peppa Pig Land: area dedicata al famoso cartone con la casa di Peppa, il trenino di nonno Pig, la nave dei pirati e le mongolfiere
  • Doremifarm: alla scoperta della fattoria a bordo di trattorini
  • Kung Fu Panda Academy: area tematizzata con attrazioni adatte anche ai più grandi.
  • Baby Pilota
  • Baby Corsaro
  • Baby Canoe
  • Baby Cavalli
  • Funny Express: un trenino che accompagnerà nel regno della fantasia
  • Giostra Cavalli
  • Flying Island: ascensore panoramico rotante che arriva a 50 mt di altezza
  • Transgardaland Express: il trenino storico che attraversa parte del parco
  • Monorotaia: il trenino panoramico
  • Ortobruco tour: le montagne russe per i più piccoli
  • Superbaby
  • Peter Pan
  • Foresta incantata: la nuova attrazione del 2019; un percorso nella foresta per combattere la strega malvagia grazie all'aiuto di una pietra magica.





Le Attrazioni Adventure un po' per tutte le età sono:
  • I Corsari: una delle nostre preferite; un viaggio senza ritorno alla scoperta del mondo dei pirati, alla ricerca del tesoro.
  • San Andreas 4D: teatro in 4D con spettacolari effetti speciali
  • Mammut: divertentissime montagne russe adatte anche ai bambini sopra il metro di altezza
  • Fuga da Atlantide: alla ricerca della civiltà perduta su una barca che effettuerà una discesa in picchiata di 16 mt.
  • Jungle Rapids: la nostra preferita in assoluto; una discesa in gommone tra le rapide. Quest'anno abbiamo dovuto rinunciarvi, non essendo adatta a bambini sotto 1,20 mt
  • Colorado Boat: l'attrazione più conosciuta; un divertente viaggio a bordo di un tronco galleggiante 
  • Ramses il Risveglio: un viaggio nell'antico Egitto armati di pistole laser



Mentre le Attrazioni Adrenaline dedicate ai più coraggiosi sono:
  • Sequoia Magic Loop: un percorso che raggiunge l'altezza massima di 30 metri e compie inversioni a 360°
  • Shaman: Montagne Russe con doppio giro della morte nel mondo degli indiani d'America
  • Oblivion: Montagne Russe a caduta in picchiata verticale
  • Raptor: Montagne Russe sospesi nel vuoto
  • Blue Tornado: Montagne Russe a bordo di un jet supersonico
  • Space Vertigo: torre di lancio di 40 mt. con discesa nel vuoto
  • Magic House: l'illusione nella casa di Prezzemolo.


Le Aree Tematiche
Uno degli aspetti che rende magico il parco è la presenza di aree tematizzate in cui, oltre ad alcune delle attrazioni sopracitate, si trovano negozi di souvenir, ristoranti, bar e chioschi; ci si può trovare nell'antico Far West e subito dopo  in un covo di bucanieri, passeggiare nell'incanto delle Mille e una Notte e terminare nella Cina di Kung Fu Panda o tra i cavalieri in un Castello Medievale.



Gli Spettacoli
Se le attrazioni non fossero sufficienti, ci si può rilassare assistendo ad uno degli spettacoli proposti ogni giorno, in orari prestabiliti. 
Quest'anno sono in programma: Magic Element Show, La Fata delle Bolle, Gardaland on Broadway 2. 



Punti Ristoro
Per placare i morsi della fame o soddisfare ogni golosità, sono presenti nel parco numerosi locali ristoro tra fast food, bar, ristoranti, chioschi di cui ne citiamo alcuni:
  • Cotoletteria Atlantide: Novità del 2019
  • T-Rex Restaurant: con carne alla brace
  • Covo dei Bucanieri: fast food
  • Blue Tornado: fast food
  • Buffalo Ranch: salsicce, pollo e costine grigliate
  • Locanda del Corsaro Nero
  • Pizzeria Saloon
  • Ristorante Aladino: il ristorante Self Service più antico di Gardaland
  • Merlino Stube: birreria
  • Hacienda Miguel: tutti i sapori del Messico

Informazioni Utili
PARCHEGGIO:
Vi sono ampi parcheggi per il parco, in cui non è possibile sostare la notte ma soltanto negli orari di apertura (apertura parcheggio 1 ora prima dei cancelli del parco). 
I parcheggi sono a pagamento al costo di € 6,00 giornalieri sia per auto che per camper, per le moto il parcheggio è gratuito. 

Noi abbiamo scelto l'opzione bus non ricordando se l'area adibita al parcheggio biciclette fosse sufficientemente sorvegliata ma appureremo successivamente che è possibile raggiungere il parco con le bici, in tutta tranquillità.
Per il bus è possibile acquistare il biglietto direttamente sul mezzo con sovrapprezzo di € 0,80 oppure all'ufficio turistico, come abbiamo fatto noi il giorno precedente, (i prezzi variano a seconda delle tratte; quella per Gardaland ha un costo di € 2,00 sola andata). 

BIGLIETTI:
Ricordiamo che è possibile trovare varie offerte e sconti sui biglietti ed è pertanto consigliabile informarsi precedentemente su quali siano le tariffe migliori (acquisto online, acquisto online a giorno stabilito, sconti groupon o varie associazioni, 3x2...), i bambini al di sotto del metro di altezza entrano gratis mentre pagano tariffa ridotta quelli al di sotto di m. 1,20; noi abbiamo usufruito di un coupon che consentiva, con l'acquisto di due biglietti a tariffa intera, un terzo biglietto omaggio.


Indirizzi Utili
Continua a leggere...

giovedì 12 dicembre 2019

Venezia insolita... in camper - 31 Ottobre/3 Novembre 2019




Visitare Venezia in un Weekeend lungo, alla scoperta di percorsi insoliti ed alternativi; perché la serenissima è in grado di regalare ogni volta qualcosa di nuovo, anche a chi la conosce e la ama da tempo...

Continua a leggere...