ULTIMI POST

Pubblicato il 15/07/20e aggiornato il

Colmar in camper: cosa vedere e fare nella piccola Venezia d'Alsazia

Colmar in camper

Visitare Colmar è  come ritrovarsi improvvisamente in un libro di fiabe. Cosa vedere nella romantica cittadina, che si è guadagnata il titolo di Piccola Venezia d'Alsazia, tra incantevoli canali e pittoreschi edifici e dove sostare in camper. Perfetta per un weekend o come tappa di un tour itinerante lungo la Routes de Vins d'Alsace.


Colmar è una delle cittadine che abbiamo avuto il piacere di visitare durante il nostro viaggio itinerante in Alsazia in camper.
I graziosi canali su cui si affacciano antiche case a graticcio dai colori pastello, i ponti stracolmi di fiori che li attraversano, le strade acciottolate che si intersecano come fosse un labirinto in un centro dallo squisito stile medievale, fanno di questa località la più visitata d'Alsazia.
In questo articolo vi accompagneremo alla scoperta della città, tra attrazioni da visitare, gite in barca ed in trenino, squisitezze da assaporare e turismo lento.

INDICE DELL'ARTICOLO



Periodo migliore per andare a Colmar


Non c'è un periodo migliore o peggiore per visitare Colmar: in primavera, durante la Fetes du Primtemps, la città si arricchisce di fiori colorati, coniglietti e uova pasquali; in estate il blu del cielo contrasta con i colori delle facciate e numerosi festival e feste legate al Vino d'Alsazia la fanno da protagonista; durante le festività natalizie la città assume quella magica atmosfera che le è valso il podio di terza meta Europea durante i Mercatini di Natale.

Ogni occasione è perfetta per visitare Colmar.



Brevi cenni storici di Colmar

Colmar è una cittadina del dipartimento dell'Alto Reno, nei tempi antichi facente parte del Sacro Romano Impero.
Divenuta francese nel 1648 con il Trattato di Vestfalia è stata poi lungamente contesa da Francia e Germania, passando più volte tra le mani di entrambe le contendenti, nel periodo compreso tra il 1871 e il 1945. 
Il 2 febbraio 1945 fu l'ultima cittadina Alsaziana ad essere liberata dall'occupazione tedesca.
Il ricco patrimonio storico ancora conservato è vivo testimone del passato burrascoso della città.

Cosa Vedere a Colmar

Colmar può essere visitata agevolmente in una giornata ma in egual modo si può decidere di dedicargli più tempo e viverla con maggior tranquillità, in un'ottica di turismo lento, a spasso tra le sue vie e tante bellezze.
Seguiteci in questo breve tour alla scoperta del suo incantevole centro storico; il nostro itinerario inizia dall'incrocio tra Rue des Bains e Rue des Unterlinden dove si trova la fermata bus Theatre, una delle principali. 
Poco più avanti, in Rues des Unterlinden, è ubicato l'Ufficio del Turismo dove potrete reperire brochure ed una cartina della città.

IL MUSEO UNTERLINDEN

Di fronte all'Ufficio del Turismo si trova il Museo Unterlinden ospitato all'interno del Monastero delle Domenicane del XIII secolo. 
Famoso per la pala d'altare di Issenheim, tra gli altri oggetti esposti troviamo quelli di arte sacra, di archeologia e di arti decorative, oltre ad opere di artisti renani ed internazionali.
Il piano terra è dedicato a collezioni datate tra il XV e XVI secolo mentre al piano interrato si trovano reperti archeologici ed una galleria d'arte moderna con dipinti di autori quali Picasso, Monet e Renoir.
Il Museo Unterlinden ospitato dentro un antico convento
Colmar - Musée Unterlinden

LA CASA DELLE TESTE

Tra le pittoresche e colorate case del centro storico, Colmar non poteva certo farsi mancare alcune dimore di particolare interesse dovute ai decori o alla storia che le caratterizza.
Una di esse è la Maison des Tetes che raggiungiamo, dopo aver imboccato l'omonima via Rue des Tetes non lontana dal Museo appena lasciato.
Questo palazzo borghese in stile rinascimentale è classificato Monumento storico dal 1898; costruito a inizio del '600 per il mercante Anton Burger, si caratterizza per le 106 piccole teste scolpite sulla facciata, da cui poi ha preso il nome.

La Maison des Tetes una delle case più celebri di Colmar
  

CHIESE

Ridiscendiamo dalla graziosa Rue des Serrurier fino a raggiungere Place des Dominicains dove sorge la gotica Eglise des Dominicains la cui costruzione è iniziata nel 1283. Restaurata nel 1980, conserva il capolavoro di Martin Schongauer "La Madonna nel roseto".
L'ingresso nella chiesa è a pagamento.

Subito dopo questo edificio ci appare l'altro meraviglioso luogo di culto della città, l'imponente Collegiale di St. Martin.
Anche chiamata la Cattedrale di Colmar, essa è uno dei maggiori esempi di architettura gotica della zona; eretta nel 1237 su progetto dall'architetto Guglielmo di Marburgo, su una precedente collegiata, fu terminata nel 1365.
Inserita tra i Monumenti storici di Francia, è realizzata in arenaria gialla con una bella facciata dal portale duecentesco ed un campanile dal pinnacolo in rame.
L'interno a croce latina è diviso in tre navate ma è piuttosto spoglio dopo le devastazioni della Rivoluzione.
La cattedrale gotica di Colmar
Colmar - Collegiale di St. Martin

Gli interni della Cattedrale di Colmar
Colmar - Collegiale di St. Martin interni

Il campanile della  Cattedrale di Colmar
Colmar - Collegiale di St. Martin campanile



















La stessa Place de la Cathedrale e le vie che la circondano sono ricche di edifici a graticcio dai colori pastello, alle cui finestre o balconi è possibile scorgere fiori o decorazioni fantasiose che rendono il complesso degno di una favola per bambini.


CASA PFISTER, ZUM KRAGEN E VIE DEL CENTRO

Da Place de la Cathedrale diparte Rue Merciere che ci porta verso Rue des Merchands una delle strade più pittoresche di tutta la città, con splendide case colorate da cui è difficile distogliere lo sguardo.
Proprio in prossimità dell'incrocio tra le due vie, sorgono due tra i più noti e fotografati edifici di Colmar.
Casa Pfister è una dimora storica eretta nel 1537 per il cappellano Ludwig Scherer con elementi tipici alsaziani tra cui pietra, legno, una balconata ed una torretta ottagonale; a completare il tutto, splendidi affreschi ad ornare la facciata. 
Il nome attuale deriva dalla famiglia che ne effettuò il restauro, abitandoci tra il 1841 e 1892.
La caratteristica Casa Pfister una delle più fotografate
Colmar - Maison Pfister
Accanto alla Maison Pfister, sorge un'altra bellezza: la Maison Zum Kragen costruita nel XIV secolo per Claus Sattmann ed inserita tra i Monumenti Storici. Sull'angolo della casa, una bella scultura in legno rappresenta un mercante, mentre uno stretto passaggio tra l'edificio e l'antico corpo di guardia, conduce direttamente nella Piazza della Cattedrale.
La Casa Zum Kragen è affiancata alla Casa Pfister
Maison Zum Kragen
Passeggiamo incantati e con lo sguardo all'insù, intenti a cogliere ogni particolare di queste incantevoli dimore; quando l'attenzione si distoglie da una, ecco che subito se ne presenta un'altra ancora più affascinante.
Ed è proprio in questo intrico di strade e viottoli, con Rue des Merchands in testa, che si possono ammirare le facciate più sgargianti e curiose e dove si concentrano negozietti a cui sarà impossibile resistere.
Il centro di Colmar con le sue case a graticcio

Le case a pain de boise nel centro di Colmar


IL KOIFHUS

Proseguendo in Rue des Merchand sbocchiamo sulla Grad Rue, ritrovandoci di fronte "il Koifhus" ossia la Vecchia Dogana in dialetto. Questo edificio storico risale al 1480  ed è stato sede amministrativa ed economica della città, con magazzino stoccaggio merci e ufficio per le tassazioni.  Successivamente modificato nel XVI e XVII secolo è stato inserito nei Monumenti Storici di Francia e si compone attualmente di due edifici: il primo di pianta rettangolare è il più antico mentre il secondo, più recente, presenta una scala rinascimentale e una torretta; il tutto è ricoperto da un tetto con le tipiche maioliche colorate.

L'Antica dogana di Colmar


QUARTIERE DEI CONCIATORI

Superata l'Antica Dogana raggiungiamo due dei quartieri più antichi e caratteristici di Colmar nonché tra i più fotografati.

Il primo è il Quartier des Tanneurs, il quartiere dei Conciatori che conserva edifici del XVII e XVIII secolo, conservati e perfettamente restaurati. Le case dei conciatori sono strette e lunghe, prive di fondamenta e cantine ma con aperture sui tetti per stoccare le pelli che venivamo poste ad asciugare.

A fianco al quartiere scorre il fiume Lauch i cui graziosi ponticelli sembrano provenire direttamente da un quadro.

L'edificio in mattoni rossi che salta all'occhio ospita dal 1865 il Mercato Coperto

Il Quartier des Tanneurs uno dei più caratteristici di Colmar


PETIT VENISE E QUARTIERE DEI PESCATORI

Attorno a Quai de la Poissonerie si snoda il quartiere dei Pescatori, il distretto in cui un tempo vivevano i pescatori e i barcaioli, rappresentanti di un'importante corporazione in città e che utilizzavano il fiume Lauch come territorio di pesca. Come il vicino quartiere dei conciatori, anche qui si trovano colorate case a graticcio separate da canali.
La diretta prosecuzione è la famosa Petit Venise che fa parte del quartiere degli orticoltori ossia il Quartier Krutenau. L'indiscusso simbolo di Colmar nonché il più fotografato e pittoresco, non può che essere una delle nostre tappe attraverso i tesori della città.
Se il tempo a vostra disposizione lo consente, un tour in barca è d'obbligo.
La Petit Venise unita al Quartiere dei Pescatori è uno dei punti più pittoreschi di Colmar

MUSEO BARTHOLDI E MUSEO HANSI

Durante la visita della città non possiamo dimenticare due musei dedicati ad artisti che hanno fatto la storia di Colmar.
Il Museo Bartholdi si trova in Rue de Merchand, vicino alla Maison Pfister, nella casa natale dello scultore ed ospita una collezione di schizzi, disegni, dipinti e sculture dell'artista.
Bartholdi è uno dei maggiori esponenti del suo genere del XIX secolo ed è noto per aver realizzato la Statua della Libertà, la cui copia in miniatura è presente su una delle rotonde vicine a Colmar, sulla strada per Strasburgo.
Una riproduzione della Statua della Libertà di Bartholdi sulla rotonda tra Colmar e Strasburgo

Il Villaggio Hansi è situato in un edificio storico del centro ed ospita il Museo omonimo, dedicato all'artista francese divenuto famoso per i suoi disegni legati alla tradizione Alsaziana, e la boutique nella quale è possibile acquistare dagli oggetti per la casa ai biscotti tipici. L'accesso alla boutique è libero mentre il Museo è a pagamento. (Biglietto museo € 5,00 adulti, € 4 ragazzi 5-13 anni)
Ovviamente non ci facciamo mancare una visita con relativi acquisti in questo bel negozio che vede la riproduzione di un piccolo villaggio Alsaziano.
La bottega nel Villaggio di Hansi a Colmar
Village Hansi

CHIESA SAINT MATHIEU E DINTORNI

Nel nostro tour alla scoperta di Colmar, tornati sulla Grand Rue, ci soffermiamo dinnanzi all'Eglise di Saint Mathieu, una chiesa diventata protestante e realizzata nel 1292.
Gli interni vantano la vetrata più antica della città, il trecentesco jubé ed un soffitto ligneo decorato.
La chiesa protestante di Saint Mathieu dalla vetrata più antica della città
Fuori dalla Chiesa, ci concediamo un momento di relax nel bel parco de la Montagne Vert, a fianco dell'edificio; qui si trova il Polo Media Culturale Edmond Gerrer con la Biblioteca civica.


In barca tra i canali de la Petit Venise


Chi visita Colmar non potrà certo farsi mancare la piacevole escursione in barca lungo i canali de la Petit Venise.
La mini-crociera avviene su una barca a fondo piatto che percorre una parte del canale Lauch, utilizzato in passato dai produttori per trasportare le merci direttamente al Mercato Coperto.
Due sono le compagnie che effettuano il tour con percorso e durata simile.
Noi ci dirigiamo verso l'imbarcadero presente vicino al Ristorante Krutenau in Rue de la Poissonerie 1; lo stesso ristorante gestisce i biglietti e gli orari delle partenze.
Il nostro consiglio e di recarvi al mattino per evitare le lunghe code. (biglietto adulti € 6,00, bambini gratis).

Tour in barca presso la Piccola Venise di Colmar

La mini crociera è estremamente piacevole e suggestiva, e ci permette di assaporare una diversa prospettiva di Colmar, immersa in una piccola oasi di pace.
Escursione in barca sul fiume Lauch

Il trenino turistico di Colmar

In Rue Kleber partono due trenini turistici "Le Petit Train Blanc" e "Le Petit Train Vert" che permetteno a chi sale in carrozza di poter effettuare un piacevole tour attraverso le vie del centro e spingendosi fino alla zona più decentrata.
Attraverso un'audioguida multilingue sarà possibile apprendere notizie sulla storia della città e delle sue maggiori attrazioni, godendosi il viaggio in tutto relax.
Le compagnie effettuano entrambe un giro simile e anche le tariffe sono press'a poco le stesse (tariffa adulti € 7,00, bambini tra € 3,50 1-12 anni o € 5,00 6-12 anni).
A bordo del trenino, in posizione più decentrata rispetto al centro storico, abbiamo modo di ammirare la Torre Idrica e il bell'edificio della Corte d'Appello.
Il bell'edificio della Corte d'Appello di Colmar
Colmar - Corte d'Appello

Il Bus Turistico della Routes des Vins

Se soggiornate a Colmar più giorni, una delle opportunità per visitare alcuni dei più caratteristici borghi d'Alsazia è quella di salire a bordo del Bus Turistico Kutzig.
L'autobus, con la formula Hop-On Hop-off, permette attraverso un unico biglietto giornaliero, di raggiungere e fermarsi in alcuni dei paesi lungo la Strada dei Vini. 
I circuiti circolari sono due, uno in senso antiorario e l'altro orario ed effettuano le seguenti fermate: Colmar, Ribeauvillé, Hunawihr, Riquewihr, Kaysersberg, Turckheim, Eguisheim, Voegtlinshoffen
Il costo del biglietto è di € 15,00 giornaliero ma vi consigliamo di consultare le informazioni aggiornate sul sito ufficiale: https://kutzig.fr/
I passaggi del bus avvengono ogni tre ore e quindi in una giornata non sarà possibile effettuare le visite di tutte le località ma occorrerà fare una selezione.


City Pass

Per una sosta di più giorni, potreste trovare nella Colmar City Pass un'ottima opportunità di risparmio.
Attraverso questa tessera sarà possibile accedere gratuitamente per 7 giorni a 6 musei della cittadina, ad un tour sul Petit Train Vert e ad uno in barca nella Petit Venise. 
Acquistabile online, presso l'Ufficio Turistico e il Museo Unterlinden, ha tariffa di € 32 adulti e € 28 per i ragazzi 7-12 anni ma vi consigliamo di consultare il sito ufficiale per le tariffe e le condizioni aggiornate: https://citypass.tourisme-colmar.com/presentation  

Altra tessera simile è la Alsace Pass che presenta tre formule con differenti tariffe: 3 giorni di utilizzo €45 adulti e € 27 ragazzi  (validità 14 giorni); 2 giorni  €35 adulti e € 22 ragazzi; 1 giorno  €25 adulti e € 17 ragazzi.  In questo caso l'accesso sarà gratuito in 57 siti dislocati in Alsazia più numerose riduzioni su varie attività.
Acquistabile presso numerosi Uffici del Turismo oppure online al sito: http://www.pass-alsace.com

Sostare con il camper a Colmar

1. A circa 2 Km dal centro, che può essere raggiunto comodamente con pista ciclabile o con bus, si trova il Camping de l'Ill. Il tranquillo campeggio offre piazzole in piano, piscina, bar/ristorante con deposito pane e buon blocco sanitario e vende direttamente i biglietti bus (la fermata è proprio davanti al campeggio). In alta stagione è consigliabile la prenotazione anticipata.
Noi lo abbiamo scelto perché perfetto per visitare la città e trascorrere anche più notti 

- Camping de l'Ill, Allée du Camping 1 - 68180 COLMAR (GPS 48.079147, 7.386524)

2. Poco prima del camping, lungo il canale e a poco più di 1 Km dal centro, si trova l'area camper a pagamento con servizi ed elettricità.
Ideale per visitare la città se non si vuole sostare in campeggio
- Area Camper, Rue du Canal 6 - 68180 COLMAR (GPS 48.080608, 7.374871)

Mangiare a Colmar

Anche a Colmar è possibile gustare i tanti e prelibati piatti della cucina Alsaziana nei vari ristoranti e WinStub del centro. 
Tra le tipicità ricordiamo: la Flammkucken o Tarte Flambée la pizza bianca a base di cipolla, pancetta, formaggio bianco e panna acida, la Choucrute piatto a base di crauti e carne di maiale, lo stinco di maiale e i Roesti.


Cosa Vedere nei dintorni di Colmar

Nei dintorni di Colmar è possibile visitare una moltitudine di paesi pittoreschi, che sembrano usciti direttamente da un libro di fiabe. I nostri consigli sono:  a 7 Km a ovest Turckheim, a 8 Km a sud Eguisheim, a 11 Km a nord ovest Kaysersberg, a 14 Km Riquewihr, a 16 Km Ribeauvillé e a 17 Km Bergheim. Dirigendoci ad est troviamo invece a 15 Km Neuf-Brisach.


Per Bambini


- Visitare il centro storico con le case colorate uscite da un libro di fiabe.
- Tour in Barca tra i canali della Petit Venise
- Fare un giro con il trenino turistico


Come Arrivare


Colmar si trova nel Dipartimento dell'Alto Reno nella regione del Grand Est.
L'aeroporto più vicino è l'EuroAirport Mulhouse-Basilea-Friburgo. 
Dopo Mulhouse proseguire sulla A35, se si arriva dal nord della Francia percorrere sempre la A35 provenienti da Strasburgo o la N59 provenienti da Nancy.  Si ricorda che in Alsazia le autostrade sono gratuite. 
Per raggiungere la Francia dall'Italia esistono varie soluzioni che potrete trovare consultando il nostro articolo Valichi e Trafori Alpini 


I Nostri Diari su Colmar



Indirizzi Utili

MANGIARE
- Schwendi Bier Und Wiestub, Place de l'Ancienne Douane 25 - 68000 COLMAR (GPS 48.076305, 7.359627)



SITI UTILI

40 commenti:

  1. Che meraviglia! Ogni volta che trovo articoli su Colmar e l'Alsazia in generale mi ci fiondo. Mi sono rifatta gli occhi guardando le tue foto con queste vie così pittoresche e la gita in battello. Spero un giorno di poterci andare di persona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colmar è davvero bella ma se ci andrai ti consiglio anche paesini come Riquewihr, Eguisheim e Kaysersberg che ho trovato ancora più belli.

      Elimina
  2. La nostra vacanza pasquale, andata in frantumi per colpa del lockdown..Avevo preparato proprio un itinerario simile, per non lasciare nulla al caso. Spero di poter riprendere il progetto ad Ottobre o a Natale, periodo in cui la magia di triplica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi auguro di poter recuperare il viaggio con ancora maggiore entusiasmo.

      Elimina
  3. Questa cittadina mi aveva già colpito con delle foto che avevo visto su Instagram ma ho scoperto che c'è tanto da vedere! Grazie dei tuoi preziosi consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti le foto di Colmar sono sempre splendide perché i suoi quartieri e le case colorate rendono tantissimo.

      Elimina
  4. Luogo incantevole!! Leggo sempre volentieri dell'Alsazia perché non l'ho mai visitata ma so essere affascinante, tu lo confermi 😍
    A parte la statua della libertà, quella la trovo un po' pacchiana 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visitare l'Alsazia è un po' come entrare in un libro di fiabe.

      Elimina
  5. Ho sentito parlare spesso di Colmar come un posto meraviglioso ma non avevo mai visto le immagini delle chiese. Mi piacerebbe davvero visitare la Collegiale di St. Martin.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sia Colmar che i paesini limitrofi sono un'incanto che sembra uscito direttamente da un quadro.

      Elimina
  6. Vorrei tanto visitare l'Alsazia, sembra uscita da un libro di favole. Il mio sogno è quello di andare a Colmar sotto Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si concordo, sembra davvero uscita da un libro di fiabe e anch'io vorrei visitare questa regione nel periodo Natalizio. Immagino che la magia lieviti ulteriormente.

      Elimina
  7. Amo la Francia e l'Alsazia è proprio un luogo che vorrei visitare di questo splendido paese: case a graticcio, piccoli canali, colori unici... Insomma, un mondo fiabesco! Grazie della guida, me la salvo volentieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sembra davvero un mondo fiabesco; tutti i paesini dei dintorni contribuiscono alla stesura di un quadro fantastico.

      Elimina
  8. Colmar è il classico paesino bomboniera, ne conservo un ricordo magnifico quando lo visitai nel 2015 durante un viaggio itinerante tra Germania e Alsazia. Sembra uscito da una fiaba, con le case a graticcio e i suoi romantico canali. Colmar è incantevole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho adorato Colmar ma ancor più i paesi limitrofi che rendono il paesaggio come un tutt'uno veramente fiabesco

      Elimina
  9. articolo davvero interessante, ma soprattutto esaustivo! Viaggiare in camper durante quest'estate, peraltro, è la miglior cosa che si possa consigliare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno c'è stato effettivamente un boom di camper proprio perché rappresenta una delle soluzioni più sicure per le vacanze e noi non possiamo che essere d'accordo.

      Elimina
  10. L’Alsazia è un luogo davvero incantevole! Mi hanno parlato molto bene di Colmar e dal tuo post ho conferma di quanto sia interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colmar è molto carina così come i suoi paesi limitrofi. Da visitare una volta nella vita a mio avviso.

      Elimina
  11. Quando trovo post su Colmar e dintorni li leggo molto volentieri perché fotograficamente splendidi e perché spero di riuscire ad organizzare presto un on-the-road in quella zona. Si conferma anche questa volta una meta da non perdere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La zona te la consiglio vivamente, è colma di gioielli che sembrano direttamente usciti da un libro di favole per bambini

      Elimina
  12. Purtroppo Colmar mi manca all'appello e per il momento mi sono limitata a sentirne parlare dai miei genitori che ci sono stati l'anno scorso. Mi piacerebbe andarci in inverno, in occcasione dei mercatini di Natale, ma ho sentito che se non si prenota con mesi di anticipo è praticamente impossibile trovare una stanza in centro. Magari quest'anno sarà più semplice, o magari chiedo ai miei di prestarmi il camper!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente durante il periodo natalizio la zona è molto gettonata e quindi difficile trovare sistemazioni. Se però hai un'auto, le distanze sono talmente limitate che potresti anche valutare location in altri paesi limitrofi

      Elimina
  13. Colmar mi ha sempre dato l'aria di un paesino uscito da una fiaba Disney! Bellissima poi la zona di Petit Venise che sono sicura diverrebbe la mia preferita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se cerchi un paesino davvero da Disney ti consiglio anche Riquewihr, un vero e proprio gioiello

      Elimina
  14. Questo era proprio l'articolo che stavo cercando! Sarò a Colmar settimana prossima e mi sarà molto utile per pianificare la mia visita. Noi saremo in tenda, speriamo nel bel tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi invidio, è una zona che amo. Noi lo scorso anno siamo stati fortunati, in 15 giorni di Alsazia un paio di mezze giornate di pioggia, difficile che faccia brutto tutta la giornata, il meteo cambia rapidamente.

      Elimina
  15. Colmar è una delizia. Ci sono stata anni fa e l'ho girata in lungo e in largo, per terra e per mare. Non c'è angolo che non ti stupisca di bellezza. Ci tornerò presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è davvero bella come tutta l'Alsazia, un piccolo gioiello che sembra fuori dal mondo moderno

      Elimina
  16. Ecco, Colmar e l'Alsazia in generale mi mancano. Avrei una gran voglia, adesso, di girarla in barca. Adoro i paesi nordici che sembrano usciti da un libro di favole. Spero di andarci quanto prima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Alsazia sembra davvero finta per quanto è bella e colorata. Più penso alla passata vacanze e più mi viene voglia di ripartire all'istante.

      Elimina
  17. L'Alsazia l'ho solo sfiorata in un viaggio tanti anni fa. Colmar poi è sempre stata una meta che avrei voluto visitare. Grazie per le dritte, magari in futuro ci riuscirò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Alsazia merita davvero, non solo Colmar ma anche i suoi paesi limitrofi. Gioiellini

      Elimina
  18. L'Alsazia è sulla mia lista dei posti da vedere. Mi piacerebbe andare in inverno, quando ci sono i mercatini di natale. Li adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Alsazia in versione Natalizia manca anche a noi ma ci piacerebbe molto vederla anche in questa versione

      Elimina
  19. Sono stata a Colmar per vedere i mercatini di Natale ma ora, vedendo i tuoi scatti "estivi", mi viene voglia di tornarci.
    La città è davvero pittoresca, mi è piaciuta molto e il tuo articolo è veramente ben strutturato. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Anche a noi è piaciuta molto e non avendola vista in inverno, vorrei invece visitarla durante i Mercatini di Natale.

      Elimina
  20. Quanto mi piacerebbe vederla, soprattutto in inverno quando ci sono i mercatini di Natale! Deve essere un posto incantevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'estate è davvero bella, immagino che durante i mercatini sia magica. Anche io vorrei tornarci ma nel periodo invernale

      Elimina

LASCIACI UN COMMENTO