ULTIMI POST

Pubblicato il 24/03/22e aggiornato il

Visitare il Borgo e la Rocca di Vigoleno in camper

Vigoleno e il suo castello in camper

In camper a Vigoleno, visitare il borgo e il Mastio. Tutte le informazioni utili e guida alla sosta nel medievale centro del Piacentino.


Prosegue la nostra scoperta del Ducato di Parma e Piacenza portandoci in un altro splendido centro nella Valle dello Stirone.

Stiamo parlando di Vigoleno, borgo medievale fortificato dal fascino d'altri tempi, con l'immancabile Castello che sovrasta e protegge il piccolo centro.

Un'altra immancabile tappa per chi, come noi, desidera visitare ed apprezzare luoghi ancora intatti e pronti a raccontare la loro storia.
E dopo aver trascorso un Weekend in Valle Trebbia e precedentemente aver esplorato centri come Castell'Arquato, Fontanellato e Roncole Verdi, questa volta torniamo a Grazzano Visconti per poi dedicarci al borgo affacciato al Fiume Stirone che fa da spartiacque con la provincia di Parma.

In questo articolo vi forniremo alcune indicazioni pratiche per la visita di Vigoleno e del suo Castello, indicandovi anche dove è possibile sostare con il camper. 


PRIMA DI PARTIRE:
vi consigliamo di prenotare la visita al castello. Trovate i contatti sul sito ufficiale:


GUIDE PER PREPARARSI AL VIAGGIO
- In viaggio tra i Castelli del Ducato
- Guide Emilia Romagna


INDICE DELL'ARTICOLO




Cenni storici di Vigoleno 

Anche Vigoleno, come altri borghi della zona, vanta l'inserimento tra i Borghi più belli d'Italia ed è stato classificato Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.
Questi due importanti riconoscimenti ci fanno capire come sia un luogo da non perdere.

Posto su un'altura a circa 350 s.l.m. Vigoleno, frazione del comune di Vernasca, rappresenta un perfetto esempio di borgo fortificato arrivato intatto ai giorni nostri.

Probabilmente l'origine del castello risale al X secolo ma è con il XII secolo che si hanno notizie certe delle sue fortificazioni.
Nel '200 entra in possesso della Famiglia Guelfa degli Scotti, contrapposta alla Ghibellina Piacenza.

Saranno proprio gli Scotti, ad eccezione di alcune brevi parentesi, a mantenere il possesso del castello fino ai primi del '900 quando diventerà di proprietà della contessa Maria Ruspoli-Gramont.

Il dominio degli Scotti è ancora visibile non solo nel castello ma anche in altre parti del Borgo, grazie a numerosi stemmi presenti.


Scorcio di Vigoleno dal Camminamento di Ronda
Vigoleno - Scorcio



Visitare il Borgo di Vigoleno

Il Borgo di Vigoleno si trova su un'altura a circa 350 m. s.l.m che offre una splendida vista sulle vallate circostanti: la Valle d'Arda e la Valle dello Stirone.

Fa parte del comune di Vernasca e rappresenta un perfetto esempio di borgo ancora interamente fortificato.

L'accesso avviene attraverso un'unica via, il rivellino che conduce alla porta fortificata, che ancora rende appieno l'idea di come potesse essere, un tempo, questo centro medievale.

Risaliamo la via in ciottoli raggiungendo la piccola piazza che rappresentava il nucleo del borgo; su di essa si affacciano il Mastio, l'Oratorio della Madonna delle Grazie ed alcuni edifici, mentre al centro si trovano la fontana e l'antica ghiacciaia.

MUSEO DEGLI ORSANTI

Prima di raggiungere la piazzetta, sulla sinistra si trova un edificio che ospita il curioso Museo degli Orsanti.

In questa singolare esposizione viene raccontata la storia degli Orsanti ossia girovaghi dell'Appennino Emiliano che allestivano i loro spettacoli con il supporto di animali quali scimmie, pappagalli e orsi.

Una sorta degli antenati dei circensi girovaghi che vivevano tra il Settecento e gli inizi dell'Ottocento.

Tariffe indicative: 
- € 4,00 interi
- € 3,00 bambini 6-11 anni 

Per verificare aperture ed orari di visita vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://visitvigoleno.it/museo-degli-orsanti-2/
Il particolare Museo degli Orsanti presente a Vigoleno
Vigoleno - Museo di Orsanti

FONTANA E GHIACCIAIA

Questi due elementi ubicati nella piccola piazzetta di Vigoleno sono importanti perché raccontano una parte di storia del luogo.

Un tempo non si trovava acqua direttamente e pertanto era necessario recarsi al monte di fronte per recuperarla.
Questo ovviamente diventava un grosso problema durante gli assedi perché si rischiava di rimanere senza approvvigionamenti idrici.

Per ovviare a tale problema viene realizzata la fontana con una serie di tubature che prelevavano direttamente l'acqua dalla sorgente.

CURIOSITA':
Alcune delle testimonianze scritte del borgo sono proprio inerenti la fontana in quanto, essendo essenziale per la popolazione, diventa oggetto di una legge.
Chiunque avesse sporcato l'acqua della fontana sarebbe stato soggetto ad una multa.
La ghiacciaia, la cui parte superiore a volta è visibile nella piazza, aveva una doppia funzione: ghiacciaia d'inverno e deposito per il sale, che arrivava da Salsomaggiore Terme, durante l'estate. 

La fontana e la ghiacciaia nella Piazza di Vigoleno
Vigoleno - Piazzetta della Fontana


ORATORIO DELLA MADONNA DELLE GRAZIE

Ubicato sempre nella piazzetta, l'Oratorio della Madonna delle Grazie è realizzato con la pietra arenaria del luogo e rappresenta un'esempio di costruzione del XVII secolo.

E' stata la cappella personale della Famiglia Scotti e presenta sopra l'ingresso il loro stemma ma si suppone che in precedenza fosse usato come rifugio per i pellegrini diretti a Roma.

L'oratorio è legato a San Rocco e se ne può osservare un bassorilievo su una parete alla destra dell'edificio.

Attualmente gli interni sono adibiti ad esposizioni e mostre temporanee. 

L'oratorio di San Rocco e la piazzetta di Vigoleno
Vigoleno - Oratorio di San Rocco dall'alto


PIEVE DI SAN GIORGIO

Lo abbiamo già detto, il borgo è molto piccolo, e difatti saranno necessari pochi passi per raggiungere un altro simbolo di Vigoleno: l'incantevole Pieve di San Giorgio.

La Chiesa risale alla seconda metà del XII secolo ed è in stile Romanico.

Nel corso degli anni ha subito numerose modifiche per essere portata ad uno stile più confacente alle epoche che si susseguivano: barocco e rinascimentale.

Fortunatamente, un ultimo restauro del 1963 ha riportato l'edificio allo stato originario, rimuovendo tutti quegli elementi che erano stati aggiunti negli anni.

L'interno è a tre navate e presenta numerosi affreschi rinvenuti con gli ultimi restauri, tra di essi se ne trova uno dedicato a San Giorgio, intento ad uccidere il Drago.

La scarsa illuminazione, data dalle piccole finestre, contribuisce ad aumentarne il fascino.

L'interno della Pieve di San Giorgio a Vigoleno
Vigoleno - Pieve di San Giorgio

IL BORGO

Dopo aver visitato i principali edifici una passeggiata nel piccolo borgo è d'obbligo.

Ci soffermiamo sugli scorci panoramici, assaporandone l'atmosfera e gli angoli pittoreschi.

Tutto è perfettamente conservato e ne evidenzia lo spirito medievale che ci fa fare un salto indietro nel tempo. 



Informazioni per la visita al Mastio

Il Castello di Vigoleno è in parte adibito a ristorante, hotel e abitazione privata ed in parte è visitabile.

Il nostro consiglio è quello di informarvi anticipatamente sugli orari di visita in quanto abbiamo visto molte persone arrivare mentre il castello era ancora chiuso.

Ecco qui alcune delle informazioni che vi saranno utili per programmare al meglio la visita.

Se siete in compagnia di cani dovete sapere che essi sono ben accetti per buona parte del percorso di visita.
L'accesso al piano nobile è permesso a cani piccoli in trasportino mentre gli altri possono essere tenuti dagli addetti in biglietteria per il tempo utile alla vostra visita.

PRENOTAZIONI VISITE

Il nostro consiglio è quello di prenotare anticipatamente la visita così da essere sicuri dell'orario e non rischiare di dover partecipare ai turni successivi, visto il buon afflusso di turisti. 

Per poter accedere al piano nobile è necessario partecipare a una visita guidata ma in ogni caso non abbiamo visto turisti in solitaria quindi immaginiamo che al momento siano concesse solo le visite con guida.  

Noi abbiamo prenotato inviando una mail all'indirizzo: info@visitvigoleno.it indicando il giorno di nostro interesse.

Ci sono stati proposti gli orari di visita disponibili e senza pagamento anticipato abbiamo potuto concordare la prenotazione.

E' sufficiente raggiungere la biglietteria pochi minuti prima dell'orario per i controlli di rito e il pagamento.


BIGLIETTI E ORARI

Sono previste tre possibilità di visita ma le più interessanti che ci sono state proposte sono le ultime due, tra cui abbiamo scelto quella completa.

- VISITA LIBERA AL MASTIO

- VISITA AL MASTIO E AL PIANO NOBILE: comprende la prima visita con l'aggiunta del piano nobile

- VISITA GUIDATA AL MASTIO, AL PIANO NOBILE, AL BORGO E ALLA PIEVE: la visita più completa che si estende al di fuori del castello

Tariffe indicative che vi consigliamo sempre di verificare su sito ufficiale https://castellodivigoleno.com/

VISITA AL MASTIO
- € 4,00 interi
- € 3,00 bambini 6-11 anni

VISITA AL MASTIO E AL PIANO NOBILE
- € 6,50 interi
- € 5,50 bambini 6-12 anni

VISITA AL MASTIO, AL PIANO NOBILE, AL BORGO E ALLA PIEVE
- € 8,50 interi
- € 7,50 bambini 6-12 anni

Orari di visita:
- in settimana solo il mastio da aprile a ottobre dalle 15:00 alle 17:30
- sabato e festivi: orario variabile ma le visite guidate sono solo previste al pomeriggio dalle 15:00. 
Vi consigliamo di consultare il sito ufficiale o contattare la biglietteria per avere gli orari aggiornati.
ATTENZIONE: 
Il pagamento può essere fatto solo in contanti in quanto sono sprovvisti di POS.

Visita e Storia del Castello 

Il Castello a parte brevi parentesi è stato di proprietà della Famiglia Scotti fino al XX secolo.

Sono proprio gli Scotti ad occuparsi delle aggiunte difensive e della ristrutturazione della fine del 1300, a causa dei danneggiamenti subiti ad opera dei Visconti.

Le modifiche più sostanziali sono dovute alla Contessa Maria Ruspoli-Gramont che ha reso la struttura una residenza nobiliare grazie al suo gusto estetico e all'amore per l'arte.
Ed è proprio in questo periodo che il castello diventa un salotto culturale, ospitando personaggi illustri come D'Annunzio, Anna Pavlova, Jean Cocteau e il pittore Max Ernst.

PERCORSO DI VISITA

Il percorso di visita al Mastio inizia dopo aver superato la biglietteria.

Da qui dopo aver salito una rampa di scale raggiungiamo il camminamento di ronda che unisce il Mastio alla Torre sud e al castello vero e proprio.
Splendida la vista sui tetti del Borgo e su parte della valle che circonda Vigoleno.

Il camminamento di Guardia del Castello di Vigoleno
Vigoleno - Camminamento di Guardia

PIANO NOBILE

Dal camminamento di ronda raggiungiamo il Piano Nobile del quale sono visitabili 4 stanze.
La prima a cui accediamo è un salotto riccamente decorato con soffitto a cassettoni, in cui spiccano l'imponente camino e lampadari in vetro di Murano.

Una delle stanze del Piano Nobile del castello di Vigoleno
Vigoleno - Piano Nobile

La seconda stanza è chiamata Sala Blu a causa del soffitto stellato, voluto dalla Contessa Ruspoli. 
Bello anche qui il lampadario in vetro di Murano e gli stemmi nobiliari di Scotti e Visconti che si pongono tra alcuni quadretti.

La terza stanza era adibita a sala da gioco e lo vediamo dal grande biliardo che però non è l'originale, sostituito a causa dell'estrema usura del predecessore.

La quarta e ultima stanza è probabilmente la più particolare ed apprezzata. 
Stiamo parlando del Teatrino, un autentico gioiello considerato tra i teatri privati più piccoli d'Europa.
Esso poteva infatti ospitare 12 persone, anche se le sedute sono così vicine che sembrerebbe quasi impossibile che venissero tutte occupate.
Il Teatrino è riccamente decorato e comprende tanto di scenografia completa, nonché un piccolo retro, nascosto da una sorta di separé, dove gli attori potevano cambiarsi. 


CURIOSITA': 
Nella Sala del biliardo, nascosta da una parete lignea, si trova una porta che conduce ad una stanza segreta.
Il piccolo teatrino in una delle stanze del castello di Vigoleno
Vigoleno - Il teatrino nel Castello


LA TORRE

Conclusa la visita del Piano Nobile proseguiamo salendo sull'imponente torrione quadrangolare composto da quattro piani.

Ogni piano presenta un'esposizione di alcuni elementi d'epoca come la Sala degli strumenti di Tortura, la Sala delle Armi Antiche, la stanza con reperti fossili.

L'ultimo piano merlato permette la vista più bella a 360° su tutta la vallata.

Vista del borgo di Vigoleno dalla Torre del Mastio
Vigoleno - Vista dall'alto


Mangiare a Vigoleno

Organizzandosi per una visita pomeridiana al Mastio di Vigoleno, vale la pena arrivare prima e fermarsi a mangiare nel borgo.

Nonostante le ridotte dimensioni è possibile scegliere tra varie opzioni:

- AL BORGO INCANTATO: un locale che fa da bar, vendita vino, liquori e prodotti tipici, souvenir e pranzi veloci con taglieri e panini.
Noi ne abbiamo approfittato per un aperitivo.

- RISTORANTE SAN GIORGIO: locale all'interno del castello per un pranzo più elegante e raffinato.

- LA TAVERNA AL CASTELLO: locale informale con splendida vista sulla valle, in cui si possono gustare piatti della tradizione.
Noi lo abbiamo scelto per il nostro pranzo.

- OSTERIA LA BOTTEGA DI VIGOLENO: altro locale che presenta in carta i piatti tipici.

Tra le pietanze piacentine troverete sicuramente i taglieri di salumi, i pisarei e fasò (un primo a base di pasta fatta in casa al sugo e fagioli), guanciale al forno e tra i dolci la sbrisolona piacentina.

Proprio a Vigoleno troverete poi il Vin Santo di Vigoleno, un vino liquoroso simile al più noto della Toscana, che viene prodotto in questa località.


Dove sostare in camper a Vigoleno

Se siete in camper dovete sapere che a Vigoleno non esiste una vera Area di Sosta, ma a 200 mt. dal borgo si trova il Parcheggio gratuito Rio delle Noci in cui, volendo, si può anche pernottare.
E' un ampio piazzale in pendenza e non dispone di servizi ma è perfetto per la sosta di alcune ore e la visita al borgo.

-  Parcheggio Rio delle Noci, Fr.ne Vigoleno 7B - 29010 VIGOLENO (PC) (GPS 44.817387, 9.900735)

Parcheggio Rio delle Noci a Vigoleno
Vigoleno - Parcheggio Rio delle Noci

Superato il borgo, in direzione sud, si trova un secondo parcheggio sempre gratuito ma un po' più piccolo; ragion per cui con il camper vi suggeriamo quello precedente.

-  Parcheggio delle Rive, Fr.ne Vigoleno 7 - 29010 VIGOLENO (PC) (GPS 44.815562, 9.899684)

Se invece cercate un'area più comoda per la notte, vi vogliamo suggerire la nostra scelta.
Si tratta dell'Agriturismo Battibue che si trova a 20 Km. da Vigoleno e a solo 1 Km. dal centro di Fiorenzuola d'Arda.
L'agriturismo dispone di un'Area Camper con servizi di C/S, allaccio elettrico e bagni ed è possibile cenare presso l'Agriturismo che propone prodotti tipici con un ottimo rapporto qualità/prezzo.
Lo abbiamo scoperto quasi per caso e ci torneremo sicuramente.

-  Agriturismo Battibue, Via Battibue Località Baselicaduce 278 - 29017 FIORENZUOLA D'ARDA (PC) (GPS 44.928466, 9.928563)



Cosa Vedere nei dintorni di Vigoleno

Vigoleno si trova in Provincia di Piacenza ma quasi al confine con la Provincia di Parma.
I suoi dintorni riservano alcuni siti di notevole interesse e assolutamente da non perdere. 
9 Km. a nord ovest si trova Castell'Arquato, un'altro dei borghi classificati tra i più Belli d'Italia mentre spostandosi ancora più ad ovest, e più precisamente di 30 Km. si trova il Castello di Gropparello.
11 Km. ad est troviamo invece Salsomaggiore Terme, nota cittadina del parmense.
Andando verso nord a 20 Km si trova la cittadina di Fiorenzuola d'Arda, a 26 Km. Roncole Verdi città natale di Giuseppe Verdi, a 30 Km. Soragna con la sua Rocca e sempre a 30 Km. Fontanellato.

 

Come Raggiungere Vigoleno

Vigoleno è una frazione del comune di Vernasca e non lo si incontra di passaggio ma, se lo si vuole visitare, occorre necessariamente andarci appositamente.

Da Piacenza percorrere la A1 fino all'uscita di Fiorenzuola, da qui imboccare la SP462R, la SS9 fino ad Alseno e successivamente la SP12.
In alternativa, sempre da Piacenza, si può percorrere la SP6.




Ti potrebbero anche interessare
 
Visitare Rivalta Trebbia
Rivalta Trebbia in camper
   
    Weekend tra il Ducato di Parma e Piacenza
         Weekend in camper tra i borghi del Ducato      
 
Visitare Parma
Parma e il salone del camper







Nessun commento:

Ti è piaciuto questo articolo?

LASCIACI UN COMMENTO