ULTIMI POST

Pubblicato il 25/05/21e aggiornato il

Lago Maggiore in camper con bambini: Parco Pallavicino a Stresa

Visitare il -Parco Pallavicino

Siete alla ricerca di una meta sul Lago Maggiore adatta ai bambini? Il Parco Pallavicino di Stresa, immerso tra natura e animali, è ciò che fa per voi. Tutti i consigli per organizzare la visita e sostare con il camper.


Il Parco Pallavicino di Stresa è stato una delle mete scelte per il nostro weekend in camper sul Lago Maggiore

Questo luogo è perfetto se si viaggia con bambini perché oltre ad avere un ambiente naturale meraviglioso, caratterizzato da alberi, fiori, giardini e cascatelle, accoglie numerosi animali provenienti da varie parti del globo.

In questo articolo vi forniremo alcune preziose indicazioni per la sua visita, per la sosta con il camper ed ulteriori spunti di attività con i bambini nei dintorni di Stresa.

Splendida vista sul Lago Maggiore dal Parco Pallavicino


INDICE DELL'ARTICOLO



Storia della Villa e del Parco Pallavicino

L'area su cui sorgono la Villa e il Parco vengono acquisiti dal napoletano Ruggero Bonghi che nel 1855 fa erigere una dimora privata.

Dopo pochi anni l'intero complesso entra in possesso dei genovesi  Pallavicino; la famiglia inizia i lavori di ampliamento e miglioria del parco, con la realizzazione di strade e posizionamento di statue ed arredi e trasforma l'edificio in una vera e propria Villa in stile Neoclassico, così come possiamo ammirarla dall'esterno ancora oggi.

Eh sì perché la Villa è privata e non visitabile.

Il Parco invece, grazie alla Marchesa Luisa, nel 1952 subisce una vera e propria rivoluzione, iniziando ad ospitare uno zoo con animali provenienti da molte aree dell'intero globo terrestre.

Quattro anni dopo la Famiglia Pallavicino decide di aprire al pubblico il parco faunistico, ampio 18 ettari, che nel 2017 entra nel circuito delle Terre Borromee, custodi di altri tesori del Lago Maggiore.

Una delle cascatelle nel Parco Pallavicino sul Lago Maggiore



Informazioni utili per la visita del Parco Pallavicino

Il Parco Pallavicino si trova a Stresa, in prossimità del Lungolago e a circa 10 minuti a piedi dal centro della cittadina.

Di fronte all'ingresso principale, dall'altra parte della strada, è presente un parcheggio gratuito per auto ma non è adatto ai camper, per cui vi consigliamo di sostare in altro luogo, così come vi indicheremo più avanti nell'articolo.

BIGLIETTI

I biglietti per l'accesso al parco possono essere acquistati direttamente in biglietteria, sita all'ingresso, oppure on-line sul sito ufficiale: https://www.isoleborromee.it/parco-pallavicino/.


Soprattutto in questo periodo di Pandemia, con ingressi contingentati, è consigliabile l'acquisto on-line per non correre il rischio di trovare il tutto esaurito.

Consultare il sito ufficiale è utile anche per verificare orari e tariffe aggiornate.
Le tariffe di accesso al Parco possono essere singole o prevedere l'ingresso cumulativo ad altri siti del circuito Terre Borromee.

Tariffe anno 2021:
- € 12,00 adulti
- € 8,00 ragazzi

Tariffe cumulative anno 2021 Parco Pallavicino + Isola Bella
- € 22,00 adulti
- € 13,00 ragazzi

Tariffe cumulative anno 2021 Parco Pallavicino + Isola Bella + Isola Madre
- € 30,00 adulti
- € 15,00 ragazzi


Il Parco Pallavicino è accessibile anche ai cani ad eccezione della Fattoria.

ORARI

Gli orari per il Parco Pallavicino sono attualmente i seguenti:

- 10.00 - 18:30 ultimo ingresso ore 17:30.


Anche per gli orari aggiornati vi consigliamo in ogni caso di consultare il sito ufficiale.

Visitare Il Parco Pallavicino

Come anticipato, se la Villa, essendo privata non è aperta al pubblico, il Parco Pallavicino appagherà i visitatori grazie alla sua bellezza.

La cornice è unica: splendido affaccio sul Lago Maggiore, 18 ettari in cui è possibile passeggiare tra alberi secolari, cascatelle, giardini fioriti e animali.

In biglietteria viene rilasciata una brochure con la mappa del parco, che consente di muoversi autonomamente all'interno dell'area e andare alla scoperta di ogni suo angolo.

LA FLORA DEL PARCO

Ci lasciamo alle spalle la biglietteria ed iniziamo ad addentrarci nel parco, attraverso uno dei sentieri principali, e in poco tempo ci troviamo immersi nella natura.

Qui la fanno da padrone alberi d'alto fusto come sequoie, il cedro del libano, piante di caco, ginko biloba e specie dagli splendidi fiori come camelie e liriodendri.

Il tutto è alternato da sentieri e cascatelle che rendono questo luogo quanto di più simile ad un eden.

Alcuni degli alberi del Parco Pallavicino di Stresa

LA FATTORIA

Dopo aver percorso un primo tratto tra alberi e fitta vegetazione, raggiungiamo l'area della fattoria: una zona che risulta particolarmente adatta e apprezzata dai bambini e a cui si accede attraverso un tornello.

Ricordiamo che questo spazio non è accessibile ai cani.

Noi ci siamo divisi, uno è entrato con Tommy e l'altro ha atteso all'esterno con la nostra cagnolina.
Nella fattoria sono presenti numerosi animali allo stato libero, tra cui pecore, lama, caprette, daini e alpaca, mentre asini, pony e galline sono protetti da un recinto.

L'area è stata appositamente studiata per i più piccoli che possono osservare da vicino e accarezzare tutti i suoi abitanti.

Le caprette nella Fattoria del Parco Pallavicino di Stresa

I daini, alcuni degli animali della Fattoria, nel Parco Pallavicino di Stresa
  
Inutile dirvi come non solo nostro figlio, ma anche tutti i bambini presenti, si siano divertiti un mondo a correre dietro a caprette e accarezzare lama ed alpaca.

LO ZOO

Lasciataci alle spalle la fattoria, procediamo verso un'altra sezione che rappresenta un vero e proprio zoo, con animali provenienti un po' da tutto il mondo.

Le specie presenti, tra lo zoo e la fattoria, sono oltre 50, e molte di esse ci sono da quando la Marchesa Luisa ha modificato il parco nel lontano 1952.


Gli animali presenti non potrebbero più vivere nel loro ambiente naturale in quanto nati già in cattività o reduci da incidenti, traumi o abbandoni.
Alcuni sono stati salvati e portati qui dal veterinario responsabile della fauna del parco, nonché referente della provincia per il recupero degli animali selvatici.

Tra gli ospiti che incontriamo ci sono le zebre, i canguri, fenicotteri, coati, volpi, orsetti lavatori, gru ed alcune specie di volatili.
 
I canguri sono tra gli ospiti dello zoo del Parco Pallavicino di Stresa

IL GIARDINO DEI FIORI

Un'altra meraviglia presente nel Parco è data dal Giardino dei Fiori che si trova quasi alla fine del nostro itinerario di visita.

Il disegno risale all'Ottocento seppure con alcune modifiche la struttura attuale è quella degli anni '50.

Qui possiamo trovare aiuole fiorite che deliziano il visitatore durante i vari periodi dell'anno e principalmente nei mesi primaverili ed estivi.

Ad aprile i primi protagonisti sono i tulipani ed i glicini mentre a maggio da il meglio di sé il roseto.

Successivamente è possibile ammirare begonie, dalie, hibiscus, zinnie e molti altri.
Impossibile rimanere insensibili ad una così tal varietà di colori e profumi.

Scorcio del Giardino dei Fiori del Parco Pallavicino di Stresa

ALTRE INSTALLAZIONI

All'interno del Parco Pallavicino, e dislocati strategicamente, troviamo alcuni punti pic-nic, un parco giochi per bambini, ma anche una caffetteria.

All'inizio del nostro percorso ci siamo imbattuti in un bell'edificio che ospitava un ristorante; lo troviamo chiuso ma non sappiamo se in modo definitivo o solo temporaneo.

Una delle aree relax all'interno del Parco Pallavicino di Stresa

Tutto è insomma studiato per far trascorrere al visitatore una giornata di relax e divertimento ed il nostro consiglio, se avete sufficiente tempo a disposizione, è ovviamente quello di approfittarne.

Cosa Vedere a Stresa e dintorni

Se avete ancora un po' di tempo a vostra disposizione da trascorrere in zona, sappiate che a Stresa e dintorni troverete ciò che cercate.

CENTRO DI STRESA

Stresa è una piccola ma elegante cittadina il cui centro e il lungolago sono costellati da ville nobiliari, hotel di lusso ed eleganti edifici.

Insomma, la quintessenza di un turismo di alto livello, che hanno reso Stresa una delle mete più ambite soprattutto dai cittadini stranieri.
L'atmosfera belle epoque è testimone di come la sua fama sia tutt'altro che recente.

Se volete apprezzare più da vicino queste dimore lussuose e sognare di essere ricchi possidenti, fate una passeggiata sul suo lungolago ed immaginatevi a varcare le porte di uno degli hotel a 5 stelle. 

Hotel des Isles Borromee il più lussuoso hotel di Stresa


ISOLE BORROMEE

Preferite un giro delle isole?
L'imbarcadero proprio in centro, prevede tratte verso le tre isole Borromee: l'Isola Bella, l'Isola Madre e l'Isola dei Pescatori

Nelle prime due vi attendono splendidi giardini e Ville sontuose mentre sull'ultimo isolotto, un pugno di case e qualche decina di abitanti fissi, vi accoglieranno per un gustoso pranzo a base, ovviamente, del pesce appena pescato.

Potrete optare per i battelli della Linea di Navigazione del Lago Maggiore, che collegano anche altri centri sulla terraferma, quali Baveno e Pallanza, oppure scegliere per un escursione con linee private di cui troverete le biglietterie, a fianco dell'imbarcadero cittadino.

Una delle tre isole Borromee raggiungibili da Stresa

Se volete ulteriori dettagli sulle escursioni alle isole, potete leggere il nostro articolo Weekend sul Lago Maggiore: Baveno, Stresa e Isole Borromee.

Volete acquistare un biglietto giornaliero che vi porterà alla scoperta di tutte e tre le isole?



Avete scelto di visitare soltanto l'Isola Bella?


Tutte le tariffe e gli orari di accesso ai giardini e Ville dell'Isola Bella e dell'Isola Madre sono consultabili sul sito ufficiale: https://www.isoleborromee.it

IL MOTTARONE

La Montagna del Mottarone si erge alle spalle di Stresa ed è una meta per escursionisti in estate e sciatori in inverno.

La recente tragedia verificatasi alla Funivia Stresa-Mottarone che, dalla frazione di Carciano, conduceva fino ad Alpino e quindi sulla cima del monte, non ci consente di fornire indicazioni su eventuali riprese del servizio.
Potete raggiungere comunque il Mottarone attraverso la strada panoramica a pedaggio "Borromea".

 
Pedaggio Strada Borromea: € 10,00 auto, € 7,00 moto.
In vetta al Mottarone, il Parco Avventura Alpyland regala un divertimento assicurato per grandi e piccoli.
Il Parco consiste in una pista su rotaia di 1200 mt. e dislivello di 100 mt. che si può percorrere a bordo di bob biposto con frenata manuale e pertanto adatta a tutte le età.


Dove sostare in camper

Come vi abbiamo anticipato ad inizio articolo, il parcheggio presente di fronte al Parco Pallavicino non è adatto alla sosta camper, ma Stresa e dintorni dispongono in ogni caso di soluzioni alternative.


1. A circa 1 Km dal centro di Stresa, si trova un Area Sosta Camper a pagamento su autobloccanti con servizi di C/S. Il costo è orario oppure di € 25,00 al giorno, da pagare attraverso totem.
- Sosta Camper, Via Privata F.li Bandiera 7 - 28838 STRESA (VB) (GPS 45.888022, 8.525968)
2. Se state cercando invece un campeggio, i più vicini sono a Baveno, che dista circa 3 Km da Stresa, ma che si può raggiungere sia con il battello, che in bicicletta o con il bus.
Il nostro conisglio, in questo caso, è il Camping Village Parisi.
Consigliato perché provato personalmente, ottima ubicazione e ottime piazzole.
- Camping Village Parisi, Via Piave 50 - 28831 BAVENO (GPS 45.912416, 8.505184) Tel. +39 0323 924160
  

Come Arrivare al Parco Pallavicino

Il Parco Pallavicino si trova sulla SS33 che percorre la sponda ovest del Lago Maggiore fino a Feriolo.
Se si proviene dal centro di Stresa procedere sulla SS33 verso sud in direzione  Belgirate.
Per raggiungere Stresa percorrere la A26 direzione Gravellona Toce ed uscire a Carpugnino. 



I nostri diari di viaggio sul Parco Pallavicino


Indirizzi Utili



Ti potrebbero anche interessare

 
Visitare Parco Safari di Pombia
Safari Park Pombia in camper
   
    Visitare il Lago d'Orta
         Lago d'Orta in camper      
 
Visitare Laghi di Avigliana
Laghi di Avigliana in camper







Nessun commento:

Ti è piaciuto questo articolo?

LASCIACI UN COMMENTO