ULTIMI POST

Pubblicato il 19/04/22e aggiornato il

I 10 (+2) villaggi più belli di Bretagna da visitare in camper

I 10 borghi più belli di Bretagna

I 10 (+2) borghi più belli dell'entroterra della Bretagna  assolutamente da visitare. Cosa vedere e fare e dove sostare in camper.


La Bretagna è una delle Regioni più visitate di Francia e lo è a ragion veduta: possiede infatti innumerevoli spunti di visita, siti e paesi da cartolina, città portuali, paesaggi ancora intatti e molto altro.

Se decidete di visitarla potete optare per per un Tour tra i più bei Fari, andare alla scoperta dei Più bei punti panoramici, esplorare città di cui abbiamo parlato nel dettaglio in molti articoli, come Fougeres, Roscoff, Concarneau, Saint MaloCarnac e Vannes, ma anche immergervi in alcuni paesi tipici che sono dei veri e propri gioielli.

In questo articolo abbiamo raggruppato i 10 villaggi più belli di Bretagna (+2 che elencheremo) presenti nell'entroterra della Regione che per noi meritano assolutamente una visita.

Non preoccupatevi, se il tempo a vostra disposizione non è sufficiente, siamo certi che troverete altre occasioni per tornare e visitare quello che vi eravate lasciati indietro.

I borghi di cui vi parleremo rappresentano la quinta essenza della Bretagna, piccole perle dalla tradizione e cultura ancora fortemente radicata nel territorio e negli animi dei loro abitanti.
Partendo dal Dipartimento dell'Ille et Vilaine il più a nord est, passeremo per la Cotes d'Armor, il Finistere e concluderemo con il Morbihan, raccontandovi cosa visitare e fare e dove sostare con il camper.

GUIDE PER PREPARARSI AL VIAGGIO
- Guide Bretagna


INDICE DELL'ARTICOLO



Vitré (Ille et Villaine)

Vitré,  si trova nel Dipartimento dell'Ille et Vilaine e rappresenta la porta di accesso alla Bretagna.

Classificata città d'Arte e di Storia, è un perfetto esempio di borgo medievale il cui nucleo storico è rimasto praticamente come all'epoca.

Vicoli, edifici a graticcio e l'imponente castello sono gli ingredienti principali di una città che nel XIV secolo ha visto la sua ricchezza nel commercio della tela.

COSA VEDERE E FARE A VITRE'

Il centro storico di Vitré non è molto grande e si visita facilmente in qualche ora. Due sono le principali cose da non perdersi: il castello ed il centro antico.

Innanzitutto il nostro consiglio è quello di immergervi nelle vie acciottolate del centro e godervi appieno l'atmosfera medievale.
La zona più bella è quella che fa quadrato tra il Castello e le vie Rue Notre Dame, Rue de la Baudrarie e Rue d'En Bas; qui si trovano alcune delle dimore a graticcio più particolari e pittoresche.

Prendetevi del tempo per soffermarvi sui particolari, sulle antiche insegne ed i decori che sono tra i più belli di tutta la Bretagna.

Le case a graticcio del centro storico di Vitré
Vitré - Centro Storico

Quando avrete concluso la passeggiata tra i vicoli, raggiungerete immancabilmente il Castello che si presenta come una vera e propria fortezza, realizzata per difendere la Bretagna. 

Il Castello è stato eretto nell'XI secolo ma è stato successivamente rimaneggiato e ampliato tra il XIII e XVI secolo mentre è stato trasformato in prigione nel XIX secolo.

Oggi è stato classificato Monumento Storico e ospita in parte il Municipio e in parte il Museo d'Arte e Storia
Il Museo racconta la storia della città, solidamente legata al commercio della tela, conserva sculture e oggetti dell'arte orafa religiosa e riserva un'antica farmacia.

Tariffe indicative visita al castello: 
- € 6,00 interi
- € 4,00 ridotti
- gratuito -18 anni

Orari indicativi:
- da gennaio a marzo e da ottobre a dicembre (chiuso martedì): in settimana 10:00-12:30 e 14:00-17:30; sabato e domenica 14:00-17:30
- aprile, maggio, giugno e settembre: tutti i giorni 10:00-12:30 e 14:00-18:00
- luglio e agosto: tutti i giorni 10:0-18:00

Vi consigliamo in ogni caso di consultare il sito ufficiale per orari e tariffe aggiornate https://chateau.vitre.bzh/
Prima di lasciare Vitré merita una visita la Chiesa di Notre Dame realizzata nella seconda metà del 1700 in stile gotico flamboyant.
All'interno è apprezzabile il bel soffitto ligneo e le vetrate, che seppur relativamente recenti, offrono un interessante impatto cromatico.

DOVE SOSTARE IN CAMPER A VITRE'

Se cercate una sosta per la sola visita di alcune ore a Vitré allora il Parking de la Gare Nord è l'ideale.
Il parcheggio, che è stata la nostra scelta, è a pagamento ed è a pochi passi dal centro storico.

Parking de la Gare Nord
35500 VITRE' - GPS (48.122771, -1.213978)
Se invece cercate un luogo dove pernottare anche la notte, la soluzione migliore è il Camping Municipal de Vitré a meno di 3 Km dal castello e vicino alla piscina comunale.


Camping Municipal de Vitré
Bd. des Roches 109, 35500 VITRE' - GPS (48.109762, -1.197889)
Aperto orientativamente dal 15 marzo al 31 dicembre

Dinan (Cotes d'Armor)

Se proprio dovessimo scegliere una cittadina assolutamente da non perdere, questa sarebbe Dinan.

Immaginatevi un borgo sospeso nel tempo, con un labirinto di vie strette e acciottolate, case a graticcio che sembrano sostenersi l'un l'altra, antiche insegne che rimandano ad epoche antiche, fiori ovunque, un castello, le sue mura e addirittura un idilliaco porticciolo sul fiume.

Ebbene Dinan sembra poter aver raggiunto la perfezione e sarà impossibile non cedere al suo fascino.

E' arroccata sopra il fiume Rance e il primo vero e proprio insediamento, attorno alla fortezza, risale all'XI secolo.
Sarà con il XIV e XV secolo che Dinan inizia a vivere il periodo di maggior splendore mentre nel XVIII secolo l'attività principale diventa quella della produzione delle vele per le navi.

COSA VEDERE E FARE A DINAN

Dinan è formata da un centro più recente e dal nucleo più antico che si trova nella zona sud; una giornata sarà sufficiente per vedere le attrazioni migliori, senza correre ma godendovi appieno il tutto.

La visita non può che iniziare proprio da una passeggiata tra le sue vie e piazzette più pittoresche: Rue de l'Apport, Rue de l'Horloge, Place des Merciers, Place des CordelliersRue du Jerzual sono solo alcune di esse.

Case a graticcio si alternano a quelle in granito, alcune ospitano botteghe artigiane, negozietti e creperie ed ognuna sembra un'opera d'arte; viste nel loro insieme poi creano un quadro assolutamente sorprendente.
Il nostro consiglio è quello di passeggiare senza una meta precisa, cercando scorci e particolari. 

Case a graticcio di Dinan
Dinan - Antiche case

La chiesa più bella è indubbiamente la Basilica di Saint Saveur sul cui retro si trova il delizioso giardino inglese.
Questo luogo di culto è stato realizzato tra il XII e XVI secolo e presenta un mix di stili tra il gotico-fiammeggiante e quello romanico.

Lungo Rue de l'horloge svetta l'omonima Torre, che dalla sua altezza di oltre 45 mt. domina sui tetti di Dinan.
La torre campanaria è stata realizzata nel XV secolo e si possono salire i suoi 158 gradini per poter godere di uno splendido panorama.
Le campane suonano ogni 15 minuti. 

Tariffe Tour de l'Horloge: 
- € 4,00 interi
- € 2,50 ridotti

Orari indicativi:
- da febbraio a marzo: 13:30-18:30
- da aprile a inizio ottobre: lunedì 10:30-13:00 e 14:00-18:30, da martedì a domenica 10:30-18:30

Vi consigliamo in ogni caso di consultare il sito ufficiale per orari e tariffe aggiornate https://www.dinan.fr/156/tour-de-l-horloge
La torre dell'Orologio nel centro di Dinan
Dinan - Torre dell'Orologio

Imperdibili i bastioni e soprattutto il Castello realizzato a partire dal 1380 per volere del Duca Giovanni IV.
Vale la pena raggiungere la fortezza percorrendo la Promenade des Petits Fosses, una tranquilla passeggiata pedonale.

Il Castello di Dinan ha subito vari rimaneggiamenti ed abbandoni ma dal 2019, a seguito di un importante restauro, ha visto l'inaugurazione di un doppio percorso: l'Arte della Guerra e la Vita Quotidiana.

Tariffe Chateau de Dinan: 
- € 7,50 interi
- € 3,50 ridotti
- gratis -6 anni

Orari indicativi:
- bassa stagione: da martedì a domenica 13:30-18:30
- alta stagione: tutti i giorni 10:30-18:30
chiuso gennaio, febbraio e marzo

Vi consigliamo in ogni caso di consultare il sito ufficiale per orari e tariffe aggiornate https://www.dinan.fr/155/le-chateau-de-dinan
Il Castello di Dinan
Dinan - Castello

Ritornando verso il centro, dopo aver percorso la via in pendenza Rue du Jerzual, che confluisce in Rue du Petit Fort, si raggiunge il pittoresco Vecchio Porto.

Qui si trovano numerosi locali, un ponte in pietra e un panorama da cartolina e vale sicuramente la pena concludere la giornata a Dinan con una cena proprio lungo il fiume.

Il Vecchio porto di Dinan
Dinan - Vecchio Porto

Le cose più belle da vedere a Dinan ve le abbiamo segnalate, ora vogliamo suggerirvi un'attività che piacerà sicuramente ai più piccoli.
Da Place Duclos e dal Vecchio Porto parte il Petit Train che vi condurrà attraverso la città in un percorso audioguidato di 45 minuti.
Questa è sicuramente un'opportunità per approfondire ulteriormente la conoscenza di Dinan.
 
Tariffe Petit Train: 
- € 8,00 interi
- € 4,00 ridotti

Orari indicativi:
- partenza all'incirca ogni ora dalle 10:00 alle 17:00, la domenica dalle 14:00 alle 17:00

Vi consigliamo in ogni caso di consultare il sito ufficiale per orari e tariffe aggiornate https://www.petit-train-dinan.com/petit-train-dinan.php

DOVE SOSTARE IN CAMPER A DINAN

Se si raggiunge Dinan in camper, la soluzione che assolutamente suggeriamo è l'Area Camper che si trova in prossimità del Viadotto di Dinan, vicino sia al Vecchio Porto che al centro storico.
L'area non dispone di Servizi ma è gratuita e molto ampia.
Il centro storico posto nella parte alta si raggiunge facilmente attraverso un viottolo pedonale. 

Area Camper Dinan
D12, 22100 DINAN - GPS (48.454140, -2.038193)

Pontrieux (Cotes d'Armor)

Pontrieux, affacciata sul fiume Trieux, è classificata come Città di Carattere ed è considerata la Città dei lavatoi.

Di origini Medievali, grazie al ponte sul Fiume Trieux, uno dei primi ad essere costruito nella zona, si è sviluppata ed arricchita, attraendo nobili famiglie che si sono poi stabilite lungo le sue sponde.

La diretta conseguenza è stata la nascita, e la successiva espansione, di due grandi fabbriche: una conceria e una stamperia.
A Pontrieux si è stampato, per esempio, il primo biglietto per la Metropolitana di Parigi.

Con la realizzazione di un nuovo ponte a Lezardiuex, città più vicina all'oceano, il villaggio perde la sua importanza.
Oggi ha saputo mantenere le sue antiche tradizioni e farle conoscere ai visitatori e la sua bellezza è tutt'ora visibile a chi decide di scoprirla.

COSA VEDERE E FARE A PONTRIUEX

Il piccolo centro medievale di Pontriuex conserva edifici a graticcio e in granito risalenti prevalentemente al XVIII secolo.
Si sviluppa principalmente sull'asse Rue Saint-Yves che collega Place de la Liberté a Place Yves le Trocquer.

Da non perdere una visita di questi luoghi per osservare le belle case, che riprendono i colori di un tempo, e passare sui ponticelli che attraversano il Fiume fermandosi ad osservare il paesaggio e le tante barchette stracolme di fiori.

Panorama dal Ponte di Pontrieux

Ci sono poi due attività da non perdere assolutamente se si visita Pontrieux: il Tour dei Lavatoi in barca e il giro sul Treno a Vapore di Trieux.

I lavatoi attualmente presenti a Pontrieux sono 50; sono nati in questo villaggio in quanto è stato il primo ad essere dotato di un ponte.
Le famiglie nobili giunte qui hanno iniziato a dotarsi ciascuna di un lavatoio privato e le lavandaie, al loro servizio, avevano piccole abitazioni vicine, per poter essere così sempre a disposizione.

Tra i principali eventi dell'anno, in primavera ed in autunno si dedicavano 3 giorni per il lavaggio delle lenzuola.
Il primo giorno era chiamato inferno in quanto le lenzuola venivano immerse in catini la cui acqua era scaldata dai bracieri.
Il secondo giorno era chiamato purgatorio e le lenzuola venivano passate in acqua fredda.
Il terzo giorno era chiamato paradiso e le lenzuola si stendevano nei prati ad asciugare.
Alcuni dei 50 lavatoi di Pontrieux
Pontrieux - Lavatoi


Il tour dei lavatoi avviene in piccole barchette il cui guidatore funge anche da guida e racconta la storia del villaggio.
L'imbarcadero si trova nei pressi dell'Area Picnic, in centro paese.
 
Tariffe indicative: 
- € 4,00 interi
- € 2,50 bambini 4-12 anni

Orari indicativi:
- i tour si effettuano nel periodo che va da maggio a settembre.
Durante l'alta stagione sono organizzate anche uscite serali che permettono di scorrere il fiume alle luci dei lavatoi.

I cani sono ammessi.
Tour in barca sul Fiume Trieux a Pontrieux
Pontrieux - Tour in barca

La seconda attività di cui abbiamo già accennato è il giro sul Treno a Vapore di Trieux che collega Pontrieux a Paimpol.
Un tour d'antan attraverso un percorso suggestivo che dura h. 1,20 all'andata, con una fermata e animazione alla Maison de l'Estuaire, e il ritorno di circa 35 minuti.

Il Treno è stato sospeso per restauro e se ne prevede la riapertura in questo 2022.

Per aggiornamenti vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://www.vapeurdutrieux.com/

DOVE SOSTARE IN CAMPER A PONTRIEUX

Vicino al centro di Pontrieux si trova il grazioso Camping Traou-Meledern.
Dispone dei servizi essenziali ed è davvero comodo se si decide di sostare anche per la notte. 

Camping Traou-Meledern
Rue de Traou-Meledern, 22260 PONTRIEUX - GPS (48.695708, -3.163801)
Se invece cercate una sosta di qualche ora, per il tempo necessario alla visita, allora un'alternativa potrebbe essere il parcheggio dell'Intermarché.

Intermarché - SuperU
Rue de l'Eperonnerie Route de Plouec 33, 22260 PONTRIEUX - GPS (48.696161, -3.165686)

Lannion (Cotes d'Armor)

Lannion è una bella cittadina considerata la porta verso la Costa di Granito Rosa.

Si erge sul fianco di una collina, vicino alla riva del Fiume Leguier e si compone di una città bassa e di una zona alta.

E' abitata fin dall'epoca neolitica ed è stata occupata da Galli e Romani; la sua maggior crescita si ha nel Medioevo di cui ancora ne sono testimoni magnifiche case a graticcio.

In netta contrapposizione al suo aspetto antico, Lannion è diventata dal 1960 centro nazionale delle Comunicazioni, ospitando oggi numerose aziende Hi-Tech.

Una delle belle vie del centro storico di Lannion
Lannion - Centro Storico


COSA VEDERE A LANNION

La visita di Lannion non può che iniziare dalla parte bassa, lungo il fiume dove si trova l'Ufficio Turistico e dove, in alcuni giorni della settimana, si tiene il mercato tradizionale.

Sull'altra sponda del fiume si può ammirare il Complesso di Sainte-Anne, un antico convento e monastero del XVII secolo che aveva funzioni sia religiose che di ospedale.
Oggi l'Espace Sainte Anne è stato ristrutturato ed ospita una mediateca, sale e spazi espositivi, una caffetteria, un centro culturale e molto altro.

Salendo poi da Av. Ernest Renan o da Rue Saint Yves si raggiunge la Chiesa di Saint Jean du Baly che fa da confine ovest del nucleo più antico.

La chiesa risale al XVI secolo ma è stata ampliata il secolo succesivo; presenta al suo interno un pregevole soffitto ligneo e altrettanto degna di nota è la sua torre quadrata che un tempo era arricchita da una guglia.

La facciata esterna dell'Eglise Saint Jean du Baly di Lannion
Lannion - Eglise Saint Jean du Baly

Da qui ci si può addentrare tra le vie più pittoresche del centro storico.

Da non perdere Place du General Le Clerc, Rue Saint Malo, Rue des Chapeliers e Rue de Keriavily.

Splendide case a graticcio e in ardesia si affacciano su queste vie in pendenza e sulla piazza; le più antiche sono del XVI secolo e sembrano quelle descritte in alcuni libri delle fiabe.

Le tipiche case a graticcio ed in ardesia nel centro storico di Lannion
Lannion - Case in ardesia e a graticcio

Se avete tempo e soprattutto voglia di camminare, salite verso la Chiesa de la Trinité de Brelevenez.
Da questo edificio che si eleva a strapiombo, avrete una splendida vista sui Tetti di Lannion.

DOVE SOSTARE IN CAMPER A LANNION

Lannion non richiede più di alcune ore per la visita e pertanto, se cercate un luogo dove sostare con il camper, per lo stretto necessario, allora il posto migliore è il parcheggio gratuito che si trova lungo il Fiume Leguer.
Il parcheggio che abbiamo utilizzato anche noi è davvero comodo ed è a poche centinaia di metri dal centro.

Parcheggio Lannion
Quai du Marechal Foch, 22300 LANNION - GPS (48.732595, -3.467468)
Se invece cercate un'area sosta o un campeggio anche per la notte, allora troverete entrambi a poco più di un Km dal centro.

Area Camper con servizio di C/S
Rue de Roud ar Roch, 22300 LANNION - GPS (48.724095, -3.449871)

Camping Municipal des Deux Rives
Rue du Moulin du Duc, 22300 LANNION - GPS (48.723362, -3.448039)

Locronan (Finisterre)

Locronan è l'esempio perfetto di come debba essere un idilliaco villaggio delle fiabe: strade acciottolate, case in granito, botteghe e fiori disseminati un po' ovunque.

Inserito tra i più "Bei Villaggi di Francia" e come "Piccola città di Carattere", questo borgo di ridotte dimensioni è davvero un luogo da non perdere e di cui innamorarsi.

Locronan, seppure fosse un luogo già scelto dai celti, viene fondato come città nell'XI secolo, grazia a Saint Renan. 
Il periodo di massimo splendore è il XIV secolo, periodo in cui si diffonde la produzione della tela per le vele e il borgo instaura rapporti commerciali con le maggiori città.

Oggi il villaggio ha mantenuto intatti l'aspetto e l'atmosfera dell'epoca ed è visitato da migliaia di turisti l'anno.
Non a caso il grande fascino che ancora riserva ha portato a scegliere Locronan come location di vari film tra cui "Tess" di Roman Polansky.

Le case del centro storico di Locronan
Locronan

COSA VEDERE A LOCRONAN

Locronan non ha Musei o siti da visitare veri e propri ma conserva tutta la sua straordinaria bellezza nel complesso del centro storico.

Pertanto se vi chiedete cosa vedere a Locronan, la risposta è molto semplice: tutto l'intero piccolo centro in cui non sono ammesse auto (ad eccezione dei pochi autorizzati).

Il fulcro del villaggio è la Piazza Place de l'Eglise che divide le due arterie principali Rue des Charrettes e Rue Saint Maurice, mentre le due vie che si intersecano sono Rue du Prieuré e Rue du Four, ed alcuni viottoli secondari.

Ogni edificio è realizzato in granito ed è datato prevalentemente tra il XVII e XVIII secolo; alcuni ospitano botteghe artigiane o piccoli locali dove fermarsi per una pausa ristoratrice.

Casa in granito nel villaggio di Locronan
Locronan - Case in granito

Fanno da protagonista le moltissime e colorate ortensie, uno dei fiori simbolo della Bretagna, che rendono Locronan un vero e proprio quadro.

Come in tutti i borghi, svetta centrale la Chiesa che in questo caso è dedicata a Saint Ronan
E' stata edificata nel XV secolo e spicca per la sua grandezza nonché per le splendide decorazioni gotiche esterne; affiancata si trova la Cappella dei Penitenti dove è conservata la tomba del Santo.

La Chiesa di Saint Renan nel centro di Locronan
Locronan - Eglise Saint Renan

 

DOVE SOSTARE IN CAMPER A LOCRONAN

Nonostante le ridotte dimensioni di Locronan vi segnaliamo ben tre luoghi in cui poter sostare con il camper.

Se siete intenzionati a sostare unicamente per il tempo necessario alla visita, allora un buon appoggio può essere il parcheggio a pagamento in Route de Plonevez-Porzay in cui però vige il divieto di sosta camper dalle 22 alle 9.00.

Parcheggio a pagamento
Route Plonevez-Porzay, 29180 LOCRONAN - GPS (48.099578, -4.204767)
L'area sosta camper, con servizi di C/S e allaccio elettrico è anch'essa vicina al centro e fa parte del circuito Camping Car Park.
Per il pagamento si utilizza una carta prepagata che, la prima volta, viene rilasciata al totem di qualsiasi area del circuito; sarà poi sufficiente ricaricarla per pagare alle prossime aree.

Area Camper Camping Car Park
Rue du Prieuré 6, 29180 LOCRONAN - GPS (48.098068, -4.212541)
A meno di 1 Km. dal centro si trova infine il Camping Locronan.

Camping Locronan
Rue de la Tromenie 10, 29180 LOCRONAN - GPS (48.096656, -4.198589)

Pont-Croix (Finisterre)

A pochi chilometri da Locronan si trova un altro dei villaggi classificati "Piccola città di carattere".

Stiamo parlando di Pont-Croix edificata su un rilievo che si affacciata al fiume Goyen, non lontano dalle punte panoramiche di Pointe du Raz e Pointe du Van.

Il centro storico è caratterizzato da edifici costruiti con il tradizionale granito e rappresenta un esempio di pittoresco villaggio Bretone ispiratore di artisti e pittori.

Conserva un ricco patrimonio storico con case che si affacciano ai vicoli acciottolati, alcuni in pendenza che portano verso il fiume.

Il piccolo centro storico di Pont Croix
Pont Croix

COSA VEDERE A PONT-CROIX

Pont-Croix, viste le sue ridotte dimensioni, lo si visita facilmente in un paio d'ore, ma vale sicuramente la pena perdersi tra i suoi viottoli e soffermarsi, alla fine del percorso, lungo il fiume, seguendo un ritmo slow che ben si accomuna all'atmosfera rilassata del luogo.

Il centro storico ruota attorno a Place de l'Eglise, sede della bella Chiesa di Notre Dame de Roscudon.

La Chiesa risale al XIII secolo e si presenta in stile romanico-gotico; dall'esterno oltre alla facciata si può ammirare una guglia alta circa 67 mt. mentre all'interno sono da segnalare le belle vetrate, una pala d'altare del XVI, bassorilievi e altri decori.

La collegiata di Notre Dame de Roscudon di Pont Croix
Pont Croix - Chiesa di Notre Dame de Roscudon

Il secondo edificio di culto del villaggio è la Cappella Saint Vincent ubicata vicino ad un'imponente struttura che ospita lo Spazio Culturale Louis Bolloré.

Le vie acciottolate che si snodano del centro storico accolgono antiche case del XV secolo; classificata Monumento Storico è la Casa del Marchesato, antica dimora nobile del XVI secolo, che oggi ospita il Museo du Marquisat.

Questo museo presenta un ambiente del 1930 fedelmente ricostruito, con oggetti d'epoca, arredi e fotografie e offre uno spaccato di vita quotidiana bretone e delle sue tradizioni popolari.
 
Il Museo è gratuito.

Orari indicativi: dal lunedì al sabato 10:00-12:00 e 14:00-17:00.

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: http://www.pont-croix.fr/musee-du-marquisat/

Degna conclusione della visita del centro di Pont Croix è quella di percorrere una delle ripide stradine che porta lungo il fiume e concedersi una passeggiata e un po' di relax in questi idilliaci luoghi. 

Via e case tradizionali di Pont Croix

Ultimo sito, ma non per importanza, che vi segnaliamo è il Villaggio Medievale che si trova nella prima periferia della città. In estate è possibile visitare questo luogo che è una perfetta ricostruzione di un piccolo insediamento di metà 1300 con case, botteghe artigiane e di mercanti.

Tariffe Villaggio Pont Croix 1358
- € 5,00 adulti (€ 7,00 in occasione delle feste medievali)
- € 2,00 ragazzi 6-15 anni

Orari indicativi: dal martedì  alla domenica 14:00-18:00.

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: http://www.pont-croix1358.bzh/

DOVE SOSTARE IN CAMPER A PONT CROIX

Una delle possibilità di sosta in camper a Pont Croix è quella del vicino Campeggio Entre Pierres et Mer, ottima struttura con piscina e ampie piazzole che noi abbiamo scelto per il nostro soggiorno.

Camping Entre Pierres et Mer
Route de Lochrist, 29790 PONT CROIX - GPS (48.049516, -4.282693)
Se invece cercate un parcheggio in cui sostare con il camper per poche ore, allora potrete utilizzare il Parcheggio che si trova in Rue Constantin, tra Rue General de Gaulle e Rue Jean Louis le Goff.

Parcheggio
Rue Constantin, 29790 PONT CROIX - GPS (48.042517, -4.488927)

Quimper (Finisterre)

Quimper, date le sue dimensioni, non può essere considerata un vero e proprio villaggio bensì una piccola cittadina ma conserva alcuni tratti dei borghi tradizionali, ed è per questo motivo che abbiamo deciso di inserirla in questo articolo.

Considerata la capitale di quella che era la vecchia Cornovaglia Francese, anch'essa sorge lungo un fiume, anzi per la precisione alla confluenza di due: l'Odet e lo Steir.
Leggenda narra che sia la naturale erede della leggendaria Ys e che il Re Gradilone, dopo la distruzione di quest'ultima, abbia donato proprio il territorio su cui oggi sorge Quimper a San Corentino per una nuova edificazione.

Abitata inizialmente dai romani, dal XIII secolo Quimper accresce la sua vocazione commerciale e molte nobili famiglie vi si insediano facendo costruire importanti edifici.

Oggi è classificata Città d'Arte e di Storia, conserva ancora splendide case a graticcio che si affacciano su intricate e labirintiche strade acciottolate e mantiene una tradizione artigiana ancor dedita alla ceramica.

Canali e edifici di Quimper
Quimper

COSA VEDERE E FARE A QUIMPER

La maggior parte delle attrazioni di Quimper si trova nel suo centro storico che si sviluppa a nord del fiume Odet e ad est dello Steir.

Il nostro suggerimento di visita è quello di iniziare da Quai du Ster che rappresenta proprio il punto in cui si incontrano i due fiumi.

Percorrendo questa strada acciottolata, divisa in due dallo Steir e caratterizzata da alcuni pittoreschi ponticelli, si arriva al Mercato Coperto Le Halles Saint Francois risalente a metà del 1800.
Questa struttura dalla forma di scafo ribaltato, ospita all'interno numerosi negozi di prodotti locali e specialità del territorio.

Merita sicuramente una sosta e perché no, qualche acquisto.

Dopo aver lasciato il Mercato Coperto, prendete a destra in Rue Astor, quindi imboccate Rue de la Halle per poi immettervi in Rue Kereon che rappresenta l'arteria principale della città, con molti negozi e belle case, tra cui molte a graticcio.

La Cattedrale di Quimper vista dalle mura
Quimper - Mura e cattedrale

Da Rue Kereon si giunge in Place Saint Corentin in cui si innalza uno dei simboli della città: La Cattedrale.
L'imponente edificio, classificato Monumento Storico, spicca per le sue guglie gemelle alte 75 metri; è stato realizzato a partire dal XIII secolo su una precedente cattedrale romana e rappresenta un bellissimo esempio di gotico della regione.

Gli interni vantano vetrate interessanti, numerosi mobili classificati anch'essi monumenti storici e la particolarità di avere un coro non allineato con la navata centrale.

Gli interni della grandiosa cattedrale di Quimper
Quimper - Cattedrale, interni

Fuori dalla Cattedrale e rispettivamente da un lato e dall'altro si trovano due Musei che meritano la visita: si tratta del Museo delle Belle Arti, il principale della Regione, e il Museo Bretone.

Il Museo delle Belle Arti conserva all'interno cinque secoli di storia artistica europea. E' uno dei più ricchi musei di Francia con dipinti, ad esempio, della scuola di Pont-Aven.
Al suo interno sono ospitate anche esposizioni temporanee che variano durante l'anno.

Tariffe Museo Belle Arti
- € 5,00 adulti 
- € 3,00 ragazzi 12-16 anni

Orari indicativi (chiuso il 1/01, 1/05, 1/11, 11/11 e 25/12):
- da gennaio a marzo e da novembre a dicembre: 9:30-12:00 e 14:00-17:30 escluso martedì e domenica mattina;
- da aprile a giugno e da settembre a ottobre: 9:30-12:00 e 14:00-18:00 escluso martedì;
- luglio e agosto 10:00-18:00.

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://www.mbaq.fr/
Il Museo Bretone è ospitato nell'antico Palazzo Episcopale, attaccato alla Cattedrale, risalente a inizio 1500 e successivamente rimaneggiato in più occasioni.
Visitando il Museo, realizzato nel XIX secolo, è possibile vedere tra le varie sale anche la Torre, le Cucine, le stanze del Vescovo e il chiostro.
Le collezioni sono state fortemente volute dagli antiquari e dalla società archeologica della città ed oggi comprende circa 60.000 oggetti e opere.

Tariffe Museo Bretone
- € da 5,00 a 7,00 adulti in base al tipo di visita
- gratuito -26 anni

Orari indicativi (chiuso il lunedì):
- da martedì a venerdì: 9:30-17:30;
- sabato e domenica: 14:00-17:30.

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://musee-breton.finistere.fr/
L'interno del Palazzo Episcopale di Quimper
Quimper - Palazzo Episcopale

A questo punto non resta che immergersi nel cuore pulsante della città, tra vie acciottolate e case a graticcio, alcune delle quali decorate con personaggi e sculture, tra negozi di artigiani e biscotterie.

Una volta soddisfatti, riportatevi sul lungo fiume per costeggiare i bastioni che ancora in parte cingono il nucleo storico. 

Se infine siete in compagnia di bambini oppure volete semplicemente approfondire la visita di Quimper, potete effettuare un Tour con il Petit Train che parte dalla Piazza della Cattedrale.
Il percorso commentato attraverso audioguida, dura circa 40 minuti. 


Tariffe Petit Train
- € 6,50 adulti 
- € 4,50 ragazzi 6-18 anni

Orari indicativi:
- dalle 10:30 alle 17:00 ogni ora con pausa pranzo; da metà luglio a fine agosto fino alle 17:40.

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://celtictrain.com/
Alcune case a graticcio del centro storico di Quimper
Quimper - Centro Storico

Un ultimo suggerimento, se volete spingervi poco fuori dal centro, è quello di dirigervi verso il quartiere di Locmaria in cui è ancora vivo l'artigianato di terracotte e ricami ed è possibile visitare alcune botteghe.


DOVE SOSTARE IN CAMPER A QUIMPER

Se come noi siete alla ricerca di un punto dove poter sostare con il camper a Quimper per il solo tempo necessario alla visita della città, allora l'ideale è il Parcheggio sul lungo fiume, in Quai de l'Odet.
Il parcheggio è a pagamento e alcuni stalli sono sufficientemente lunghi anche per i camper.

Parcheggio Quimper
Quai de l'Odet, 29000 QUIMPER - GPS (47.992810, -4.108206)
Se invece cercate un campeggio in cui sostare anche la notte, il Camping Municipale dista circa 1,5 Km. dal centro.

Campeggio Municipale Bois du Seminaire
Avenue des Oiseaux, 29000 QUIMPER - GPS (47.991954, -4.120732)

Pont Aven (Finisterre)

Il nostro ultimo borgo nel Dipartimento del Finistere è il villaggio degli artisti per antonomasia, in grado di ispirare pittori del calibro di Gauguin e creare una vera e propria corrente artistica.

Stiamo parlando di Pont Aven il delizioso sito adagiato sulle rive del Fiume Aven che con i suoi mulini, gli scorci pittoreschi e le famose Galettes (i tradizionali biscotti al burro) può essere considerato a tutti gli effetti uno dei più bei villaggi di Bretagna.

COSA VEDERE A PONT AVEN

Pont Aven vanta un piccolo ma delizioso centro che è il principale motivo per cui tanti turisti vengono qui durante l'anno.

Da Place de l'Hotel de Ville spingetevi verso ovest fino a raggiungere il Fiume Aven e qui lasciatevi trasportare dall'ispirazione, potrete dirigervi a nord sempre lungo il fiume o verso sud e percorrere le stradine e passeggiate che si diramano tutto attorno.
Vi ritroverete, tra l'altro, immersi tra le innumerevoli gallerie d'arti e i biscottifici che producono le famose Galettes di Pont Aven (biscotti al burro) di cui vi consigliamo assolutamente di fare scorta. 

Recandovi all'Ufficio del Turismo potrete farvi indicare due degli itinerari più gettonati: Il Sentiero dei Mulini che vi porterà alla scoperta di 15 mulini, molti dei quali immortalati da celebri pittori.

Il Fiume Aven e le casette di Pont Aven
Pont - Aven

Un secondo itinerario è quello che dalla Promenade Xavier Gall conduce fino al Bois d'Amor; si comprende subito come anche questo percorso sia stato musa ispiratrice per artisti.
Passaggi, lavatoi, canali e ponticelli sono i protagonisti di una passeggiata in grado di regalare un'oasi di pace e tranquillità a stretto contatto con la natura.

Merita infine spostarsi verso il picco porto turistico de la Plaisance dove spesso partono alcune barche per una piccola escursione lungo l'Aven.

Il porticciolo turistico di Pont Aven
Pont Aven - Port de la Plaisance

Prima di congedarsi da Pont Aven, soprattutto se siete amanti dell'arte, fate una puntatina al Museo di Pont Aven. 

Questo Museo nasce nel 1985 in quello che era l'Hotel Julia, luogo di incontro di numerosi artisti quali Gaugin e Bernard. 
Ospita più di 4500 elementi tra opere e documenti.

Tariffe Museo Pont Aven
- € 8,00 adulti 
- gratis -18 anni

Orari indicativi (chiuso il lunedì, 1/01, lunedì di Pasqua e 25/12):
- dalle 10:00 alle 18:00 
- luglio e agosto aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://www.museepontaven.fr/

DOVE SOSTARE IN CAMPER A PONT AVEN

A Pont Aven, a pochi passi dal centro, si trova l'Area Camper del Circuito Camper Park. Si paga con una tessera prepagata che può essere rilasciata al totem di ingresso per chi ancora ne è sprovvisto.

Area Camper Park
Rue Louis Lomenech, 29930 PONT AVEN - GPS (47.854036, -3.743325)
Se invece cercate un punto per sostare solo alcune ore con il camper, potrete sfruttare il parcheggio dell'Intermarché a circa 500 m. dal centro.

Parcheggio Intermarché
Rue Emile Bernard, 29930 PONT AVEN - GPS (47.858276, -3.750658)

Josselin (Morbihan)

Josselin rientra a pieno diritto tra i villaggi imperdibili di Bretagna, non solo per il suo castello che è considerato tra i più belli della Regione, ma anche per il suo incantevole centro storico fatto di case a graticcio che sembrano uscite da una cartolina.

Anche questo borgo, elettro tra le Piccole Città di Carattere, sorge sulle sponde di un fiume, e in questo caso è l'Oust, e conserva intatto il suo carattere medievale.

Fondata nell'XI secolo, prima della Rivoluzione Francese era una roccaforte militare mentre successivamente Josselin diventa un centro florido per la produzione e commercio di tele; a quest'epoca risalgono l''imponente castello e le più belle case del centro storico, una addirittura datata 1538.

COSA VEDERE A JOSSELIN

A voi la scelta, potrete iniziare prima dal centro storico di Josselin oppure dirigervi direttamente al Castello.

Il nostro consiglio è di passeggiare tra le vie acciottolate che rappresentano un vero e proprio gioiello medievale.

Il quartiere da non perdere è quello di Sainte Croix e tre le vie principali con i loro vicoletti laterali: Rue des Trente, Rue des Vierge e Rue Mgr Joubier.

Le case a graticcio sono splendide e sono datate tra il XV e il XVII secolo, spiccano i colori ed i dettagli che le rendono una diversa dall'altra ma perfettamente conglobate tra di loro.

Case del centro storico di Josselin
Josselin - Centro Storico

Altro edificio da non perdere è l'imponente Chiesa di Notre Dame du Roncier realizzata nel XII secolo su una precedente cappella.
Lo stile è quello gotico fiammeggiante e all'interno spiccano un pulpito e un cenotafio.

Conclusa l'esplorazione del centro storico non resta che visitare il Castello.

Questo maestoso edificio è considerato uno dei più belli della Bretagna insieme al Castello di Fougeres e risale all'XI secolo.
L'edificio ha avuto una storia travagliata subendo in ben tre occasioni una distruzione quasi totale ed una successiva ricostruzione: nel 1168 ad opera degli inglesi, una seconda nel 1488 e infine nel 1629 su volere del Cardinale Richelieu.

Oggi il castello è ancora abitato dai discendenti dei signori di Rohan ed è visitabile seppur conservi solo una parte dell'edificio che doveva essere agli inizi.
E' costituito da tre torri cilindriche, lucernari e balaustre traforate mentre gli interni presentano numerosi cimeli e arredi originali. 
Il retro della facciata esterna è a strapiombo sul fiume Oust rappresentando un perfetto esempio di architettura medievale fortificata.

Il castello di Josselin uno dei più belli di Bretagna
Josselin - Castello

Dopo aver visitato gli interni è d'obbligo soffermarsi negli splendidi giardini realizzati dall'ambientalista Duchesne e se il tempo a vostra disposizione lo consente, dirigetevi verso le scuderie dove è stato allestito un Museo delle Bambole con più di 500 esemplari datati tra il XII e il XX secolo.

Scorcio dei giardini del castello di Josselin
Josselin - Castello, giardino

Tariffe castello + giardino + Museo delle bambole
- € 10,80 adulti visita libera, € 14,80 visita guidata
- € 5,50 ragazzi 7-14 anni visita libera, € 7,00 visita guidata

Orari indicativi:
- da aprile a giugno e settembre dalle 14:00 alle 18:00 
- luglio e agosto dalle 10:00 alle 18:00
- ottobre solo weekend dalle 14:00 alle 18:00

Per gli orari aggiornati e ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale: https://www.chateaudejosselin.com/

DOVE SOSTARE IN CAMPER A JOSSELIN

Proprio in centro a Josselin si trova la Place St Martin in cui è possibile sostare gratuitamente anche la notte.
Questa area è un parcheggio misto ma dispone di servizi di C/S (carico a pagamento).

Area Camper
Place St Martin, 56120 JOSSELIN - GPS (47.956214, -2.550036)
Se invece cercate un campeggio, il Camping Domaine de Kerelly si trova a 2 Km dal centro di Josselin.

Camping Domaine de Kerelly
RN 24 150 m, Le Base de la Lande, 56120 GUEGON - GPS (47.952154, -2.571610)

Rochefort en Terre (Morbihan)

L'ultimo villaggio di questo articolo è un altro luogo che sembra essersi fermato nel tempo: Rochefort en Terre, anch'esso classificato come Petit Cité de Caractere.

Gettonato come set cinematografico, è un borgo medievale idilliaco, posto su un affioramento roccioso, fatto di strade acciottolate, case in granito scuro dal tetto in ardesia, fiori e, come in ogni fiaba, un castello.

Visitare Rochefort è come fare un tuffo immersivo in un paese da fiaba, dove alle antiche dimore si mescolano creperie ed atelier di artisti.

COSA VEDERE A ROCHEFORT EN TERRE

Prendetevi del tempo per andare alla scoperta di questo piccolo villaggio, soffermatevi sulle antiche case edificate tra il XVI e XVIII secolo, ammirandone ogni particolare.

Imboccate Rue de Chateau, la via principale, che successivamente diventa Rue des Scourtets prima di sfociare in Place de Puits.

La piazza è un autentico gioiello architettonico in cui non poteva, ovviamente, mancare il pozzo.

La piazza del Pozzo nel centro di Rochefort en terre
Rochefort en Terre - Place de Puits

Proseguendo, la Via diventa Rue Saint Michel e da qui Place de la Halle, ma nonostante il cambio di nomi, il panorama rimane immutato e armonioso: fiori a decorare finestre, balconcini e fioriere, persiane e porte dai colori a contrasto con le facciate in granito. 
Tutto è perfettamente ordinato e e pulito.

Edifici in granito nel centro di Rochefort en Terre
Rochefort en Terre - Edifici in granito

Ritornando indietro percorrete la Rue Notre Dame de Tronchaye che corre quasi parallela alla via appena lasciata e raggiungete la Chiesa di Notre Dame de Tronchaye.
Questo edificio di culto è stato realizzato tra il XII e il XVI secolo in stile gotico, per custodire, così si narra, la Statua della Vergine e di suo figlio, ritrovata nascosta in un tronco cavo.
Inizialmente era solo una cappella romana per poi trasformarsi con i ripetuti restauri e ammodernamenti, nella Collegiale che ora possiamo ammirare.

Il campanile è in stile romanico mentre all'interno si possono ammirare belle vetrate art-nouveau.
Subito fuori dalla Chiesa, si trova un pregevole Calvario del XVI secolo.

Proseguite quindi verso Rue Porte Cadre per raggiungere il punto di partenza e da qui dirigetevi al Castello.
Per arrivare al sito si percorre un bel viale in cui si trovano ancora alcune delle vecchie strutture annesse.
Il Castello ha subito ben 3 distruzioni e quattro ricostruzioni; la prima data di realizzazione non è certa ma la si ipotizza attorno al 1120 mentre la sua distruzione è avvenuta nel 1488 a seguito della Battaglia di Saint-Aubin-du-Cormier.
Ricostruito qualche anno dopo su volere di Anna di Bretagna sarà nuovamente distrutto ad opera della Santa Lega alla fine del 1500.
La terza rinascita avverrà nel 1673 con una pausa di circa un secolo mentre l'ultima riedificazione, che è quella che vediamo attualmente, si attuerà a inizio 1900 grazie al Pittore Americano Alfred Kloss che la eleggerà a sua dimora.

Il castello di Rochefort en Terre
Rochefort en Terre - Castello

Oggi il castello è di proprietà del Comune ed è possibile visitarne il parco dal quale si ha una splendida vista sui tetti del villaggio e l'annesso Museo Naia.

Il Museo Naia è detto Museo dell'immaginario e può essere considerato anche una Galleria in cui sono ospitate opere legate all'universo fantastico.
Sculture, dipinti, fotografie sono solo alcuni degli oggetti esposti.
 
Tariffe indicative: 
- € 6,00 interi
- € 4,00 ridotti ragazzi 11-18 anni

Orari indicativi:
- da aprile a settembre 10:30-18:30
- febbraio, ottobre e qualche giorno di novembre 11:00-18:00
- ultimo weekend di novembre, 1° e 2° di dicembre e dal 14/12 al 01/01 14:00-20:00

Vi consigliamo di informarvi in anticipo sulle aperture, che possono subire variazioni, al sito del museo https://www.naiamuseum.com/

DOVE SOSTARE IN CAMPER A ROCHEFORT-EN-TERRE

A Rochefort-en-Terre, a circa 5 minuti dal centro è presente un bel campeggio, perfetto per la sosta in camper.

Il Camping si chiama Au Gre des Vents e noi lo abbiamo utilizzato durante il nostro viaggio.

Camping Au Gre des Vents 
Chemin de Bogeais 2, 56220 ROCHEFORT EN TERRE - GPS (47.695720, -2.348735)
Se invece non volete sostare in campeggio o necessitate solo di un parcheggio per qualche ora, l'Area di Stazionamento Camper si trova anch'essa vicino al centro. 
Si tratta di un parcheggio gratuito in zona tranquilla e ombreggiata.

Parking de Grees - Aire de Stationement
Rue du Souvenir - 56220 ROCHEFORT EN TERRE - GPS (47.699372, -2.333816)

(+ 2) Dol de Bretagne e Pont-l'Abbé


Prima di concludere questo articolo ci sono ancora due nomi che vogliamo farvi, due villaggi che non richiedono molto tempo per la visita e che in parte potrebbero quasi sembrare un po' anonimi, ma in realtà possiedono caratteristiche che meritano una sosta.

DOL DE BRETAGNE

Il primo villaggio che vi segnaliamo è Dol De Bretagne, nel Dipartimento dell'Ille et Vilaine, che conserva un ricco patrimonio storico.
Molte delle sue case sono tra le più antiche di Bretagna, alcune risalgono addirittura al XII secolo e le si possono ammirare in Rue des Stuarts e nei vicoli che vi si intersecano.

Degna di nota è la Cattedrale di Saint Samson realizzata tra il XII e il XIII secolo in stile gotico ed inserita tra i Monumenti Storici. 
Gli interni vantano splendide vetrate e le reliquie di San Sansone, San Magloire e del Vescovo Bretone Thomas James.

Fiore all'occhiello di Dol de Bretagne è il Cathedraloscope, un centro di scoperta che racconta la storia e la realizzazione delle Cattedrali. 
Si trova proprio accanto alla Cattedrale di Saint Samson.

Il Cathedraloscope nel centro di Dole de Bretagne
Dol de Bretagne - Cathedraloscope

SOSTA CAMPER:
Area Camper gratuita con servizi di C/S
Place Jean Hamelin - 35120 DOL DE BRETAGNE (GPS 48.547311, -1.754754)

PONT L'ABBE

Il secondo villaggio che vogliamo citare è Pont l'Abbe, sito nel Dipartimento del Finistere, considerato la porta d'accesso ai Pays Bigouden.

Questa zona del sud Finistere ha una tradizione ben radicata ed è ancora riconosciuta per i tradizionali costumi indossati tutt'oggi dai suoi abitanti.
Lo stesso nome Bigouden deriva dal fermaglio utilizzato per fissare al capo delle donne, la tipica Coiffe Bigouden, un copricapo in pizzo alto fino a 30 cm.

Tale accessorio trarrebbe origini da un segno di protesta delle donne del luogo, verso Re Luigi XVI che aveva fatto abbattere le guglie dei campanili. 

Pont l'Abbé vanta un pittoresco ponte abitato e soprattutto il Castello che oggi ospita il Museo Bigouden e che merita una visita, per conoscere in modo più approfondito le tradizioni di questo pezzo di Bretagna.
 
Tariffe Museo Bigouden 
- € 5,00 interi
- € 3,50 ridotti ragazzi 12-26 anni

Orari indicativi:
- il castello ed il museo sono chiusi a tutto il 2022 per restauro.

Vi consigliamo di informarvi in anticipo sulla prossima apertura al sito ufficiale https://musee.ville-pontlabbe.bzh/
Immagini di costumi tradizionali di Pont l'Abbé
Pont l'Abbé

PARCHEGGIO CAMPER:
Parking de la Madeleine gratuito
Rue Mstislav Rostropovitch - 29120 PONT L'ABBE' (GPS 47.867529, -4.226054)


Ti potrebbero anche interessare
 
Tre settimane in Bretagna
Tour in Bretagna, 3 settimane
   
    Bretagna in 2 settimane, prima parte
    Bretagna Nord: da Fougeres a Meneham   
 
Bretagna in 2 settimane, seconda parte
Bretagna Sud: da Saint Mathieu a Vitré







Nessun commento:

Ti è piaciuto questo articolo?

LASCIACI UN COMMENTO